In Italia, un venditore ambulante nigeriano muore dopo essere stato picchiato in mezzo alla strada


Fiori e omaggi sono stati lasciati dai passanti, il 30 luglio 2022, dove Alika Ogorchukwu è stata picchiata a morte, a Civitanova Marche, in Italia.

“Quattro minuti di orrore”. L ” arresto di un uomo italiano, anziano 32, è stato convalidato dalla giustizia, Lunedi 1Er Agosto, mentre è accusato di aver picchiato a morte un venditore ambulante nigeriano venerdì. Secondo il giornale italiano Corriere della sera, che cita il suo avvocato, il sospetto, che era stato immediatamente identificato e arrestato, “ha collaborato, si è scusato e ha chiarito che non c’era alcuna motivazione razziale”.

Venerdì, un uomo nigeriano di 39 anni, Alika Ogorchukwu, è stato picchiato a morte, nel primo pomeriggio, nel centro di Civitanova Marche, una città turistica nelle Marche, sulla costa adriatica in Italia. Secondo la polizia, il sospetto ha attaccato il venditore ambulante dopo che quest’ultimo voleva vendere lui e il suo partner con « insistenza » tessuti, prima di chiedere loro « moneta ».

Il nigeriano, disabile e dotato di una stampella, “è venuto da noi e ha chiesto soldi, mi ha preso per il braccio”, l’amico del sospetto ha spiegato alla stampa italiana. Secondo lei, è rapidamente uscita dalla sua presa, il comportamento del venditore non era né insistente né molesto. La coppia si dirige verso un negozio di abbigliamento nelle vicinanze, il sospetto preferendo aspettare fuori, dice la donna di 45 anni.

Leggi anche : Articolo riservato ai nostri abbonati In Italia, l’inesorabile caduta del Movimento 5 stelle

Un crimine razzista e indifferenza?

Secondo le immagini dell’assalto che circolano sui social network e nei media, il sospetto si è precipitato verso il signor Ogorchukwu, ha afferrato la sua stampella, lo ha colpito in faccia con esso, poi gli si è scagliato contro, a mani nude, durante “quattro minuti di orrore”, secondo il Corriere della Sera. Un’autopsia sarà condotta martedì per determinare le cause esatte della morte.

Al di là dell’attacco mortale, è stata anche l’indifferenza in cui è avvenuto a sconvolgere l’Italia. L’assalto è avvenuto nel bel mezzo della giornata, in una città turistica, e le immagini esistono, la prova che i passanti hanno assistito alla scena. Il giornale italiano specifica, tuttavia, che a priori non c’era folla in quel momento. Secondo il Corriere, quattro persone erano sulla scena dell’assalto: un turista che ha filmato la scena nella sua interezza, due anziani e un dipendente italiano che ha chiamato aiuto e ha chiesto all’aggressore di fermarsi.

Leggi l’editoriale : Articolo riservato ai nostri abbonati “Se non rispondiamo all’ansia democratica, la strada sarà aperta al populismo”

Questa mancanza di reazione è stata subito accusata, nei media italiani, di razzismo. Domenica scorsa, l’ex ministro dell’interno italiano e leader del partito di estrema destra della Lega Nord, Matteo Salvini, ha stimato che i suoi avversari del centro e della sinistra stavano strumentalizzando la morte del nigeriano « [l’]accusare, [ainsi que] la Lega e milioni di italiani, per essere razzisti. Spregevole ». Il sospetto si è difeso da qualsiasi motivazione razzista, il suo avvocato chiedendo una perizia psichiatrica dovrebbe dimostrare, secondo lui, un “incapacità di capire e volere” dal suo cliente.

La regione governata dal 2020 da un partito di estrema destra

L’avvocato della famiglia del signor Ogorchukwu ha indicato che si opporrà a questa richiesta. “Se si afferma l’incapacità di capire e volere, allora dovrebbe essere chiarito se tutto è stato fatto per evitare ciò che è successo. Mi chiedo: se [sa] madre, chi è [sa] tutor, vive a Salerno, come può monitorarlo quotidianamente (…) ? Sarà necessario conoscere tutte le responsabilità. »

L’attacco è avvenuto mentre i politici italiani entrano nella campagna per le elezioni parlamentari anticipate del 25 settembre. Salvini ha fatto dell’immigrazione e della sicurezza i suoi temi di campagna preferiti. La regione Marche è guidata dal 2020 da Francesco Acquaroli, membro del partito di estrema destra Fratelli d’Italia e che ha fatto il suo debutto all’interno del partito neofascista Movimento Sociale Italiano (MSI).

Leggi anche : Articolo riservato ai nostri abbonati Le dimissioni di Mario Draghi aprono la strada alle elezioni anticipate in Italia

L’arcivescovo della diocesi di Civitanova Marche ha annunciato che sarà reso omaggio al venditore ambulante durante le messe domenicali. Il sindaco di San Severino Marche, dove il signor Ogorchukwu, sua moglie e una nipote vivevano, nel frattempo ha detto che la città avrebbe pagato per il funerale. Una raccolta fondi è organizzata anche dalla gente del posto per aiutare la sua vedova.

Il mondo con AP



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.