La Corea del Sud estende il coprifuoco per gli affari mentre aumentano i casi di Omicron | Notizie sulla pandemia di coronavirus


Il primo ministro Kim Boo-kyum afferma che è necessaria una proroga per rallentare la diffusione di Omicron dopo le celebrazioni del capodanno lunare.

La Corea del Sud ha esteso le regole di distanziamento sociale COVID-19 venerdì per due settimane, incluso il coprifuoco alle 21 per ristoranti, bar e palestre, in mezzo ai casi in aumento della variante del coronavirus Omicron.

Il primo ministro Kim Boo-kyum ha affermato che l’estensione delle restrizioni, che avrebbero dovuto cessare domenica, era necessaria per rallentare la diffusione di Omicron tra i timori che le vacanze del capodanno lunare, che si sono concluse mercoledì, potrebbero aver alimentato le infezioni.

“Rallentare il ritmo della diffusione dell’Omicron, che sta raggiungendo il picco giorno dopo giorno, è una priorità in questa difficile circostanza”, ha affermato in una riunione televisiva di risposta del governo.

I nuovi casi giornalieri sono triplicati nelle ultime due settimane, ma il numero di decessi e infezioni gravi è rimasto relativamente basso nel paese altamente vaccinato.

La Corea del Sud ha riportato un aumento giornaliero record di 27.443 nuovi casi di COVID-19, con 24 nuovi decessi, ha affermato venerdì la Korea Disease Control and Prevention Agency.

I limiti estesi, che includono anche un limite di sei persone per le riunioni private, provocano più dolore per le attività che sono state costrette a chiudere anticipatamente da dicembre e hanno subito numerosi round di restrizioni negli ultimi due anni.

Molti proprietari di piccole imprese affermano di essere stati costretti ad assumere debiti paralizzanti per superare le restrizioni e si sono lamentati del sostegno inadeguato da parte del governo.

Mentre economie come la Germania e il Giappone hanno speso l’equivalente del 15% del prodotto interno lordo (PIL) per il sostegno finanziario nel 2020, la Corea del Sud ha speso solo l’equivalente del 6,4% del PIL, secondo le statistiche del Fondo monetario internazionale.

Il mese scorso, più di 200 proprietari di piccole imprese a Seoul si sono rasati pubblicamente la testa per protestare contro l’estensione delle restrizioni pandemiche da parte del governo.

La Corea del Sud a gennaio ha presentato un budget supplementare di 14 trilioni di won (11,75 miliardi di dollari) per sostenere i lavoratori autonomi e le piccole imprese colpite dall’ultima estensione dei marciapiedi.

Quasi l’86% dei 52 milioni di abitanti del paese è completamente vaccinato, con il 53,8% che ha ricevuto colpi di richiamo.

Per gestire l’aumento dei casi, il governo ha implementato un nuovo regime di test in base al quale solo i gruppi prioritari eseguono test di reazione a catena della polimerasi (PCR) mentre altri possono ottenere un test rapido dell’antigene in una clinica per una diagnosi iniziale più rapida.

Ha anche ridotto il tempo di quarantena obbligatorio per le persone vaccinate che risultano positive da 10 giorni a una settimana e ha consentito di curare a casa più persone con pochi o nessun sintomo.

Complessivamente, la Corea del Sud ha riportato 934.656 casi di COVID-19 e 6.836 decessi dall’inizio della pandemia.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.