Recensione Google TV Serie TCL 6: un ottimo Mini TV LED ad un buon prezzo

Le prime Google TV di TCL avrebbero dovuto essere un flex trionfante per il secondo produttore di TV più popolare negli Stati Uniti. Conosciuto da tempo per i suoi televisori Roku facili da usare, TCL ha cercato di trasmettere il messaggio che sta adottando un approccio indipendente dalla piattaforma e offrirà set con software di Roku o Google. (L’azienda ha già rilasciato molti modelli di Android TV a livello internazionale.)

Quindi, con l’ultimo aggiornamento della sua serie 6 – nome del modello R646 – TCL ha deciso di fondere il suo miglior hardware TV con l’esperienza di Google TV che ha debuttato sul Chromecast 2020. La serie 6 ha la tecnologia Mini LED, livelli di luminosità di picco davvero impressionanti, colori HDR vividi e include persino microfoni integrati per i comandi vocali dell’Assistente Google a mani libere. Ho recensito il modello da 65 pollici da $ 1.299. Ma a qualsiasi dimensione, l’R646 migliora la vecchia edizione Roku TV della serie 6 aggiornando due delle quattro porte HDMI per supportare i giochi 4K a tutti gli effetti a 120Hz; il modello Roku era limitato a 1440p a quel frame rate.

TCL aveva tutti gli ingredienti per una TV indispensabile, ma ha fallito nell’esecuzione, almeno inizialmente. Subito dopo l’inizio della spedizione dell’R646, gli acquirenti si sono lamentati del software lento e delle prestazioni difettose che spesso portavano il televisore a bloccarsi o ripristinarsi. Il volume dei reclami è cresciuto così tanto che Best Buy ha interrotto brevemente le vendite dei Google TV serie 6 e 5 fino a quando TCL non ha potuto appianare le cose con gli aggiornamenti software. A merito dell’azienda, ciò è accaduto abbastanza rapidamente e TCL ha continuato a rilasciare nuovi aggiornamenti per risolvere i bug persistenti. (Questa recensione è stata pubblicata quando l’attuale firmware TV era la versione v97 e l’aggiornamento di sicurezza di gennaio.)

Ho la Google TV serie 6 da oltre un mese. Durante le mie prime settimane di test, il software era chiaramente troppo grezzo e in condizioni approssimative. La schermata iniziale di Google TV e i caroselli di raccomandazione dei contenuti hanno funzionato principalmente come previsto, ma la visualizzazione e la navigazione dei menu delle impostazioni della TV è stata notevolmente ritardata. A volte la TV si riavviava in modo casuale o lo schermo non si accendeva dopo le prime volte in cui ho premuto il pulsante di accensione del telecomando. I miei coinquilini hanno segnalato frequenti arresti anomali di app come HBO Max e il badge Dolby Vision occasionalmente veniva visualizzato ripetutamente durante la visione di un singolo film o programma. In breve, i primi Google TV di TCL sono stati spediti con software non finito e poco cotto. Il loro rilascio avrebbe dovuto essere posticipato di alcune settimane o un paio di mesi fino a quando l’esperienza utente non fosse stata più stabile, coerente e con meno rallentamenti.

Per fortuna, la situazione del software su questa TV è molto migliore ora. E quando guardi film e programmi TV, l’R646 offre una qualità dell’immagine fenomenale che ti fa credere che costi centinaia in più. La luminosità complessiva del set fa saltare il mio LG CX OLED fuori dall’acqua; PC Mag luminosità di picco misurata a poco meno di 1.200 nits. Anche nei soggiorni più soleggiati, l’immagine del TCL sarebbe in grado di sfondare e rimanere totalmente visibile. Ciò è aiutato dalla finitura semilucida del pannello, che fa un lavoro encomiabile riducendo i riflessi.

TCL supporta HDR10, Dolby Vision, HDR10+ e HLG per i formati HDR, che seleziona tutte le caselle che potresti chiedere. Guardando Matrix Resurrections su HBO Max è stato avvincente, e sono i televisori come questo che mi tengono impegnato a mantenere una collezione Blu-ray 4K con recenti straordinari come Duna.

La retroilluminazione a LED mini offre alla serie 6 un’immagine straordinariamente luminosa con un ottimo contrasto.

Gli altoparlanti sono semplicemente adeguati, come si può dire della maggior parte dei televisori ad eccezione dei modelli Sony e Samsung di fascia alta che offrono un audio integrato premium. Se stai acquistando una TV in questa fascia di prezzo, è probabile che tu stia accoppiando una soundbar o un sistema di altoparlanti con esso. La TV supporta Wi-Fi 6 e ha anche un jack ethernet per la connettività cablata. La configurazione iniziale è molto più semplice se hai l’app Google Home sul tuo telefono; puoi far funzionare la TV lì invece di fare clic su un sacco di istruzioni sullo schermo.

Sono rimasto colpito dalla poca fioritura che ho notato (durante la visualizzazione di contenuti normali e non di modelli di test) mentre il contrasto locale era impostato su “alto” e la retroilluminazione Mini LED funzionava al massimo. I livelli di contrasto e nero non erano del tutto ai livelli OLED, ma la differenza si sta riducendo poiché le aziende continuano a ripetere i loro algoritmi Mini LED e le prestazioni delle immagini. TCL include una serie di opzioni “auto” nelle impostazioni dell’immagine – luminosità automatica, bilanciamento automatico del colore e così via – ma le lascio sempre disattivate per un’esperienza coerente. Lo stesso vale per l’attivazione/disattivazione della mappatura dinamica dei toni, che può rendere l’HDR e i giochi ancora più luminosi ottimizzando costantemente l’immagine, ma preferisco lasciarlo disattivato e lasciare che i contenuti arrivino in modo accurato senza che la TV regoli costantemente i livelli al volo.

La schermata iniziale di Google TV offre consigli personalizzati.

La maggior parte dei primi bug sono stati risolti.

Ma alcuni bug e stranezze persistono ancora. Ogni tanto, l’R646 ripristinerà le impostazioni dell’immagine in modalità “bassa potenza”, facendomi entrare nelle opzioni e ripristinare tutto come prima. TCL mi dice che pensa che questo bug “precedentemente raro” sia stato eliminato dopo un recente aggiornamento. La cosa più fastidiosa è che per impostazione predefinita, la TV visualizzerà i contenuti Dolby Vision in modalità “Dolby Vision IQ” con una leggera quantità di effetto soap opera che non può essere disabilitato a meno che non cambi la modalità immagine su “Dolby Vision Bright” o “Dolby Vision Dark”, che sblocca impostazioni più granulari per il movimento.

La Google TV serie 6 ha un array di microfoni integrato per i comandi vocali.

Le opzioni per VRR e la modalità a bassa latenza automatica sono sepolte troppo in profondità nella struttura del menu. Quando i concorrenti TV come Samsung e LG includono “barre di gioco” che mettono le informazioni chiave in un posto centrale, TCL è decisamente in ritardo qui. Inoltre sconcertante: il telecomando è privo di un pulsante per la commutazione degli ingressi; questo può essere fatto solo sollevando il pannello rapido, che fa avere un pulsante dedicato, quindi scorrere fino agli ingressi. Avrei preferito di gran lunga una scorciatoia di input sul telecomando invece del pulsante con il marchio per l’app Home di TCL che non userò mai e poi mai.

Alcune caratteristiche importanti sono fastidiose sepolte nelle impostazioni.

Il telecomando è un po’ confuso e manca di un pulsante di input.

Alcuni proprietari di R646 su Forum AVS hanno notato un rallentamento video raro o un effetto “rallentatore” con la TV; io pensare L’ho incontrato brevemente mentre guardavo Sling TV una notte e Peacock un’altra, ma è difficile esserne sicuri quando si parla di servizi di streaming. È successo solo una o due volte e si è corretto dopo circa 15 secondi. Si spera che questa sia un’altra cosa che TCL può risolvere con il firmware.

Con alcuni aggiornamenti alla cintura della TV, anche l’esperienza del software Google TV è ora dove dovrebbe essere. L’interfaccia fa un ottimo lavoro con consigli personalizzati – anche se continua a pungere che Netflix non è disposta a partecipare – e l’array di microfoni integrato ha raccolto le mie domande vocali “Hey Google” senza problemi anche quando la TV stava riproducendo qualcosa. Puoi spegnere i microfoni con un interruttore fisico se non sei un fan del concetto. Il sistema operativo di Google offre praticamente tutte le app di streaming che potresti desiderare e include anche Google Cast integrato. D’altro canto, i televisori Roku di TCL supportano i protocolli AirPlay 2 e HomeKit di Apple, ma non è vero per i modelli di Google TV.

Ho testato l’R646 sia con la mia Xbox Series X che con PS5, e questo è un diavolo di TV da gioco. Uncharted: L’eredità dei ladri la collezione sembra sbalorditiva nella sua modalità fedeltà 4K, lo stesso per Forza Horizon 5. Alone Infinito e Inesplorato entrambi hanno suonato alla grande nelle loro modalità a 120Hz. Alcuni proprietari si sono chiesti se TCL potrebbe regolare o dimezzare la risoluzione dei giochi 4K quando funzionano a 120 Hz, ma la società insiste sul fatto che la Google TV serie 6 mantiene un’uscita 4K completa quando è ciò che riceve da un gioco. Questo è un elemento chiave di differenziazione dall’edizione Roku TV, che supporta solo 1440p a 120Hz.

Due delle porte HDMI supportano i giochi 4K a 120Hz.

Il VRR sembrava funzionare come previsto sulla Series X, aiutando a rendere più fluido il gameplay ed evitare evidenti balbettii del frame rate. Ma come accennato in precedenza, le impostazioni della TV possono creare un po’ di confusione in modalità gioco: l’opzione di attenuazione locale a volte può scomparire o essere visualizzata come “disattivata” quando VRR è abilitato, ma in realtà è ancora abilitato e rimane a qualsiasi impostazione lo avessi in precedenza. Alla domanda, la portavoce di TCL Rachelle Parks ha detto:

TCL valuta continuamente l’usabilità dei televisori, incluso come abilitare i controlli avanzati per le molte potenti funzionalità disponibili attraverso televisori ad alte prestazioni come la serie 6. Sebbene riteniamo che la serie 6 con Google TV abbia il giusto equilibrio tra facilità d’uso e personalizzazione avanzata, insieme alla nostra console di gioco e ai partner di schede grafiche che forniscono giochi VRR, stiamo studiando modi per rendere il gioco ancora più semplice per i nostri clienti. E sì, l’oscuramento locale è disponibile con l’impostazione della modalità di gioco.

Alla fine della giornata, la Google TV serie 6 di TCL è tra le migliori TV 4K che troverai nella sua fascia di prezzo e il tipo di set che manterrà i proprietari soddisfatti per gli anni a venire. L’azienda ha commesso uno sfortunato errore nella spedizione dell’R646 con un software semicotto, ma è riuscita a correggere la rotta in un rispettabile lasso di tempo. La serie 6 di Google TV è tecnicamente superiore al suo fratello Roku più vecchio in diversi modi, soprattutto con quel supporto adeguato per i giochi 4K a 120 Hz, ed è un’impressionante vetrina dei progressi Mini LED di TCL. Se desideri una TV brillante e audace e riesci a trovare un accordo, non ci sono motivi per esitare. Non ero sicuro di poterlo dire quando il software era lento e soggetto a bug, ma ora non ho riserve.

Fotografia di Chris Welch / The Verge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.