Omaggi a Monica Vitti, “una grande artista” che “ha dato lustro al cinema italiano”


Il 3 novembre 2021, una misteriosa immagine in bianco e nero è apparsa quasi contemporaneamente in diversi luoghi di Roma, dal quartiere Pigneto al cuore di Trastevere. Il volto perfettamente disegnato di Monica Vitti, congelato in un’espressione intensa e indecifrabile, era accompagnato da tre parole, più eloquenti di tanti discorsi : “Monica, amore nostro”, “Monica, il nostro amore”.

Da qualche parte nella capitale italiana, l’enorme attrice stava festeggiando il suo 90 ° compleanno, e coloro che hanno a cuore la sua memoria hanno voluto mostrare all’aperto che l’Italia non l’aveva dimenticata, anche se il tempo e la lontananza avevano indubbiamente fatto il loro lavoro, restituendo il ricordo dell’attrice a un’età d’oro ormai lontana.

Leggi anche E ‘ morta Monica Vitti, attrice italiana rivelata da “L’Avventura” di Antonioni

Per due decenni (l’ultima apparizione in pubblico risale al 2001) Monica Vitti ha vissuto tagliata fuori dal mondo, chiusa in se stessa da una forma di Alzheimer, vegliata dall’uomo che era diventato suo marito, il fotografo e regista Roberto Russo. Da molto a molto, ha dovuto smentire le voci sulla sua salute spacciate dalla stampa popolare italiana.

“Un giorno triste”

Pertanto, la notizia della sua scomparsa non poteva che venire di sorpresa, senza un segnale di avvertimento. Questo è venuto giù attraverso un tweet dell’ex sindaco di Roma, Walter Veltroni, mercoledì 2 febbraio a mezzogiorno : “Roberto Russo, suo compagno da anni, mi chiede di comunicarmi che Monica Vitti non c’è più. Lo faccio con dolore, affetto e rimpianto. »

All’interno del Teatro Ariston di Sanremo (Liguria), teatro della grande messa annuale del mondo dello spettacolo italiano, il tempo si congela improvvisamente. La conferenza stampa del festival della canzone italiana che si è aperta il 1Er febbraio viene interrotto, e i giornalisti presenti in sala si alzano per una lunga ovazione spontanea, carica di emozione.

Nei minuti successivi, i messaggi di cordoglio si susseguono. “Addio a Monica Vitti, addio alla regina del cinema italiano. Oggi è davvero un giorno triste, è una grande artista e una grande italiana che scompare”, saluta, in una nota, il Ministro della Cultura, Dario Franceschini. “Ha conquistato generazioni di italiani con il suo spirito, il suo coraggio e la sua bellezza. Ha dato lustro al cinema italiano”, poco dopo, il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha annunciato che i tributi si stavano moltiplicando.

“Talento incommensurabile”

Per Francesco Rutelli, presidente dell’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche e Audiovisive (Anica) e sindaco di Roma dal 1993 al 2001, Monica Vitti ha incarnato “l’incontro romano tra energia, dubbi, bellezza e ironia”. Sfortunatamente, aggiunge, lei “eravamo scomparsi già da vent’anni”. Per l’attrice Sophia Loren, in una dichiarazione all’agenzia italiana Adnkronos, la scomparsa di Monica Vitti “è una grande perdita non solo per il cinema ma per tutti noi”.

Hai ancora il 16,17% di questo articolo da leggere. La suite è solo per gli abbonati.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.