Shokz Openrun Pro ti consente di allenarti in sicurezza con i tuoi brani

La promessa di Le cuffie a conduzione ossea Shokz (ex AfterShokz) sono sempre state interessanti: puoi ascoltare musica senza tapparti le orecchie, così puoi ancora sentire i suoni intorno a te. In pratica non ci sono piaciuti molto. Fino ad ora, questo è. Le OpenRun Pro sono le prime cuffie di Shokz che ci piacciono abbastanza da continuare a usarle regolarmente.

Il problema con le versioni precedenti delle cuffie Shokz, e in realtà la maggior parte delle cuffie a conduzione ossea, è anche legato al loro vantaggio. Dal momento che non mettono gli altoparlanti direttamente nelle orecchie, devono inviare vibrazioni attraverso le ossa della testa. Può sembrare davvero strano se non è fatto bene! La senior associate editor Adrienne So non sopportava il debole ronzio nel cranio che aveva sperimentato nelle versioni precedenti delle cuffie di AfterShokz, e altri membri del nostro team hanno affermato che preferirebbero non indossare affatto le cuffie.

Ciò rende OpenRun Pro (l’ultimo della linea precedentemente chiamato Aeropex) molto più impressionante. Nei miei test, non ho mai notato nessuno dei problemi descritti dai miei colleghi nelle versioni precedenti. Inoltre, So, che ha anche avuto modo di usare OpenRun Pro, mi ha detto che per la prima volta le indossava “per divertimento”.

Questo è il primo paio di cuffie a conduzione ossea che ho recensito. E fino a quando i miei colleghi non mi hanno detto che avevano avuto un problema con le versioni precedenti delle cuffie, non avrei mai sospettato che ci fossero problemi con il concetto. Questo fatto da solo potrebbe essere il miglior complimento che posso fare a OpenRun Pro rispetto ai suoi predecessori.

Un suono a orecchio aperto

Quando ho provato per la prima volta OpenRun Pro, mi ci è voluto un po’ per adattarmi mentalmente a ciò che stavo ascoltando. La qualità del suono degli auricolari era profonda e ricca e l’auricolare era comodo sulla mia testa. Tuttavia, l’audio è sembrato appena smorzato. Ha senso: il suono viaggia attraverso molte più della mia cartilagine e delle mie ossa per arrivare al mio orecchio interno, quindi suonerà un po’ diverso.

Una volta che mi sono abituato, la differenza era abbastanza sottile che non me ne sono mai accorta. In effetti, a un certo punto ho usato uno dei miei vecchi paia di cuffie e solo allora mi sono ricordato che OpenRun Pro suonava attutito.

Anche se fosse stato più costantemente fastidioso, la differenza nella qualità del suono tra questi e gli auricolari più tradizionali avrebbe potuto valerne la pena. Essere in grado di sentire il rumore delle macchine che passano o di altre persone vicino a me mi ha fatto sentire molto più sicuro di ciò che mi circondava quando ero fuori per una corsa o girovagando per un isolato. Era più facile scambiare una parola veloce con un cassiere. Almeno una volta, mi sono dimenticato di indossarlo durante una conversazione completa con un amico.

L’unico grande svantaggio dell’audio su OpenRun Pro è che lo è sorprendentemente facile per le altre persone sentirli. Li ho fatti indossare un po’ da un’amica, e mentre sedevo accanto a lei sul divano, con le cuffie a volume medio, potevo sentire la canzone che stava ascoltando. Non era abbastanza forte per distinguere le singole parole, ma se fossero state alzate più forte, avrei potuto farlo. Non è un rompicapo, ma se apprezzi davvero la tua privacy o prevedi di indossarli in luoghi tranquilli, potresti voler mantenere il volume basso.

Comfort semicircolare

All’inizio ero scettico sul design in un unico pezzo di OpenRun Pro. I due moduli di conduzione ossea sono collegati da un semicerchio flessibile che può piegarsi verso l’esterno per adattarsi alla tua testa, ma oltre a ciò non ci sono pezzi regolabili per il design. Ero preoccupato che questo avrebbe creato una vestibilità imbarazzante, ma era sorprendentemente comodo. La parte posteriore delle cuffie potrebbe sporgere un po’ dalla parte posteriore della testa, ma raramente ho notato che erano lì. Adrienne ha anche scoperto che si adattano comodamente sotto un casco durante il ciclismo.

L’auricolare destro è dotato di due pulsanti per controllare il volume. Il pulsante di aumento del volume funge anche da pulsante di accensione. Tienilo premuto a lungo per accendere e spegnere il dispositivo, cosa che vorrai ricordare, poiché le cuffie non si spengono automaticamente.

Sull’auricolare sinistro, c’è un unico pulsante utilizzato per controllare la riproduzione. Un clic riproduce o mette in pausa la musica, due clic riproduce il brano successivo e tre torna indietro di una traccia. Puoi anche rispondere o terminare una chiamata con un clic. Il pulsante multifunzione è – frustrante – sulla parte anteriore dell’auricolare, l’elemento vibrante che si trova premuto contro il lato della testa, mentre i pulsanti del volume si trovano sul modulo posteriore che si trova dietro l’orecchio. Non è un grosso problema, ma la parte eccessivamente particolare del mio cervello che favorisce la simmetria mi sarebbe piaciuto se i pulsanti fossero stati all’incirca nello stesso punto su ciascun lato della mia testa.

Ricarica Necessariamente Rapida

OpenRun Pro utilizza un cavo di ricarica proprietario che si collega alla parte posteriore del modulo auricolare destro. Si aggancia magneticamente in posizione e può caricare rapidamente le cuffie quanto basta per ottenere almeno un allenamento completo dopo circa cinque minuti. Questa funzione è utile perché, come accennato in precedenza, le cuffie non si spengono automaticamente quando non stanno riproducendo musica. In un paio di occasioni, ho scoperto che erano morti la prossima volta che ne avevo bisogno.

Finché mi sono ricordato di spegnere le cuffie quando avevo finito, avevo davvero bisogno di caricare OpenRun Pro solo un paio di volte a settimana, quando le usavo da una a due ore al giorno. La batteria è stimata per durare circa 10 ore e la mia esperienza è stata abbastanza vicina a questo. Potrebbe anche superare un’intera giornata lavorativa di uso continuo, il che è utile se hai un lavoro all’aperto che ti mantiene attivo.

L’unico aspetto negativo del caricabatterie è che se lo rompi o lo perdi, non puoi semplicemente caricare le cuffie con un cavo USB generico. Fortunatamente, cavi di ricambio sono relativamente economici.

Probabilmente sono più esigente della maggior parte delle persone quando si tratta di cuffie da allenamento e OpenRun Pro è comunque riuscito a impressionarmi. Hanno fornito un suono eccezionale e una consapevolezza della situazione molto migliore, e hanno resistito a allenamenti pesanti. Se le cuffie a conduzione ossea suonassero così bene prima, probabilmente le avrei raccolte molto prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.