No, gli atleti non muoiono per i vaccini contro il Covid-19.


In uno studio del 2015 dei giocatori della National Collegiate Athletic Association, i ricercatori hanno dimostrato che i rischi variavano in base allo sport e al sesso. I giocatori di basket maschi della Divisione I hanno affrontato fino a 10 volte il rischio di morte cardiaca improvvisa rispetto a tutti gli atleti NCAA. Secondo lo studio, gli atleti di sesso maschile hanno affrontato un rischio più elevato rispetto alle donne e gli uomini di colore hanno affrontato un rischio più elevato rispetto agli uomini in generale.

“Le persone che mantengono una buona quantità di esercizio per tutta la vita, finiscono per avere un rischio minore di avere questi eventi improvvisi”, ha detto il dottor Meagan Wasfy, cardiologo sportivo del Massachusetts General Hospital, che ha pubblicato un revisione dello studio. “Ma per quel breve periodo di tempo in cui ti alleni, il rischio aumenta.”

Un elenco che circola sull’affermazione includeva 543 segnalazioni non confermate di atleti di tutto il mondo che sono morti o hanno affrontato “problemi seri” dal 2021. È stato pubblicato dal sito web anti-vaccino Good Sciencing.

L’elenco era basato su un mix di notizie e voci sul Vaccine Adverse Event Reporting System, o VAERS, che si basa su casi auto-riferiti da pazienti e medici. La maggior parte delle notizie non menzionava se il defunto fosse stato vaccinato. Funzionari sanitari mettere in guardia contro utilizzando VAERS per determinare i rischi del vaccino.

Esiste un effetto collaterale noto e non comune del vaccino, chiamato miocardite, che comporta un’infiammazione del muscolo cardiaco. Uomini e ragazzi che ricevono il vaccino contro il Covid-19 corrono un rischio maggiore di sviluppare la condizione, che può portare a dolore toracico e mancanza di respiro. In casi molto rari, può portare a complicazioni più gravi, inclusa la morte.

I medici affermano che il rischio di sviluppare miocardite dopo essere stati vaccinati sembra basso e che la maggior parte delle persone affette da questa condizione guarisce rapidamente. Uno studio hanno scoperto che i ragazzi e i giovani infetti da Covid-19 hanno una probabilità fino a sei volte maggiore di sviluppare la miocardite rispetto alle persone che hanno ricevuto il vaccino.

A partire dal 20 gennaio, VAERS aveva ricevuto 2.132 segnalazioni preliminari di miocardite o pericardite (un’infiammazione del rivestimento esterno del cuore) tra persone vaccinate di età pari o inferiore a 30 anni, secondo i Centers for Disease Control and Prevention. Più di 48 milioni di persone di età compresa tra 5 e 24 hanno ricevuto almeno una dose del vaccino.

Gli operatori sanitari sono tenuti a segnalare qualsiasi decesso dopo la vaccinazione, anche se non vi è alcun segno che il vaccino lo abbia causato. VAERS ha ricevuto 11.657 segnalazioni di persone che sono morte a un certo punto dopo aver ricevuto il vaccino, rappresentando lo 0,002% di tutte le persone vaccinate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.