I giocatori della NFL indossano i loro cuori sotto le loro uniformi


Quando Odell Beckham Jr. è tornato a settembre per la sua prima partita con i Cleveland Browns da quando si è strappato il legamento crociato anteriore quasi un anno fa, aveva opzioni per la sua attrezzatura per il riscaldamento.

Lo sgargiante ricevitore è stato per anni uno dei giocatori più eleganti della lega. Ha indossato un orologio Richard Mille da $ 190.000 durante una partita nel 2019 e in questa stagione ha indossato tacchette e guanti personalizzati da Chrome Hearts, una linea di moda di lusso i cui articoli possono essere venduti per migliaia di dollari.

Sapendo che i suoi riscaldamenti pre-partita avrebbero probabilmente attirato pochi minuti di tempo per la telecamera, ha selezionato il suo abbigliamento con attenzione, evitando un marchio di alto profilo per una maglietta bianca che portava un collage di immagini di Jarvis Landry, amico intimo di Beckham e compagno di squadra al Louisiana State ea Cleveland, che si era infortunato al ginocchio poco prima che Beckham tornasse.

La maglia di Beckham – che è stata effettivamente catturata dalle telecamere – è stata disegnata da Bruce Thompson, un nativo di New Orleans come Beckham, i cui design personalizzati sono diventati un modo popolare per i fuoriclasse della NFL di mostrare amore l’uno all’altro prima di indossare le loro divise.

Thompson, che ora è l’amministratore delegato del suo marchio di abbigliamento, è cresciuto vicino alla famiglia Beckham dopo aver incontrato il padre di Beckham, Odell Sr., quando è tornato a New Orleans per il liceo dopo aver trascorso tre anni in Texas a causa dell’uragano Katrina. Si è laureato alla Miller-McCoy Academy e ha ottenuto una borsa di studio per suonare il ricevitore alla Langston University, un programma NAIA in Oklahoma.

Sebbene Thompson abbia dichiarato per il Draft NFL 2017, non è stato selezionato. Dopo che una prova con i New Orleans Saints non è riuscita a ottenere un posto nel roster, si è dedicato alla moda, anche se lui e Beckham si allenano ancora insieme regolarmente durante la bassa stagione.

“Non ha necessariamente realizzato il suo sogno di essere nella NFL, e questo è qualcosa in cui ha dedicato molto duro lavoro e dedizione”, ha detto Beckham. “Vedi un ragazzo che è davvero un grande essere umano e lavora sodo per trovare un modo per farsi strada. Lo sosterrò sempre”.

Thompson ha avviato il suo marchio di abbigliamento Dreamathon nel gennaio 2021, inizialmente vendendo solo calzini decorati con il suo logo – una figura simile a un bastoncino che cerca una stella – e citazioni motivazionali. Ma tutto è cambiato dopo la richiesta della maglietta di Beckham.

Nella partita successiva al suo ritorno a settembre, Beckham si è nuovamente rivolto a Thompson, indossando una versione nera della stessa maglia di Landry. Verso la fine di ottobre, il difensore difensivo dei Vikings Cameron Dantzler, originario di Hammond, in Los Angeles, ha voluto salutare il capitano della squadra, Patrick Peterson, che si era infortunato in vista di una partita imminente. Dantzler ha contattato Thompson per creare una sorta di messaggio di guarigione sartoriale, con le immagini di Peterson nelle sue uniformi Vikings e LSU raccolte insieme. E il ricevitore del Bengals Ja’Marr Chase ha mostrato amore per il suo quarterback – ed ex compagno di squadra della LSU – Joe Burrow indossando una delle creazioni di Thompson sotto la maglia durante la prima partita di playoff della squadra a gennaio.

Non ci è voluto molto perché i giocatori senza collegamenti con la Louisiana chiamassero Thompson – ha detto in un’intervista all’inizio di questo mese che “centinaia” lo hanno contattato dopo aver visto i suoi pezzi pubblicati sui social media o menzionati da altri giocatori. I design di Thompson evocano un’estetica retrò degli anni ’90 – ognuno presenta un collage di immagini e caratteri colorati in grassetto – sebbene la richiesta di ogni giocatore sia adattata ai suoi interessi.

Alcuni giocatori chiedono a Thompson una maglietta il giovedì prima di una partita della domenica. Altri possono cercarne uno con un mese di anticipo, prima di incontrare un particolare avversario o celebrare una pietra miliare o una figura ispiratrice. Alcuni li sollecitano per i loro guardaroba fuori campo o come regali.

Thompson gestisce l’attività mentre si allena ancora come free agent, finanziando la produzione di tasca propria.

“Per me semplicemente sedermi e cercare di spiegare come lo faccio, davvero non lo so”, ha detto Thompson, aggiungendo che non dorme una notte intera da ottobre.

Le rigide regole della NFL relative all’abbigliamento di gioco non lasciano molto spazio alla personalizzazione, a parte alcuni messaggi preselezionati di giustizia sociale che i giocatori possono indossare sul retro dei loro caschi o le poche modifiche che possono essere apportate a guanti e tacchette. Ma le regole che regolano ciò che i giocatori indossano durante il riscaldamento sono più flessibili e le magliette di Thompson sono diventate una sorta di fiocco per le star che cercano un modo per supportare i loro coetanei.

Due giorni dopo che la relazione di Beckham con i Browns si è inasprita e la squadra lo ha rilasciato il 5 novembre, Dantzler e il ricevitore dei Vikings Justin Jefferson, un altro ex della LSU, hanno indossato magliette dei Dreamathon scarabocchiate con “Free Odell” in un carattere di gesso bianco.

Deebo Samuel e Brandon Aiyuk dei San Francisco 49ers indossavano magliette abbinate con le foto di Wes Welker, il loro allenatore di ruolo ed ex ricevitore dei New England Patriots, prima di una partita del 19 dicembre. La settimana successiva, Samuel e almeno quattro compagni di squadra hanno sfoggiato magliette decorate con le immagini del loro allenatore, Kyle Shanahan, dai suoi giorni di gioco come ricevitore in Texas.

Poco dopo che l’ex ricevitore dei Denver Broncos Demaryius Thomas è stato trovato morto nella sua casa a dicembre, Thompson ha realizzato una maglietta per il linebacker dei Los Angeles Rams Von Miller, che era stato amico intimo di Thomas durante le otto stagioni in cui hanno giocato insieme sui Broncos. Miller, che indossava la maglia prima di una partita di gennaio, ha detto di aver visto il lavoro di Thompson come un modo per i giocatori della NFL di esprimere pubblicamente la reciproca ammirazione.

“Sappiamo tutti quanto ci sia voluto per arrivare a questi momenti”, ha detto Miller, riferendosi al lavoro che i giocatori fanno per arrivare ai professionisti. “Fai tutte queste cose per giocare un po’ di tempo domenica, e lo rispettiamo tutti, vinciamo o perdiamo”.

Thompson ha iniziato a immaginare un futuro che capitalizzi la cache del suo marchio e spera di collaborare in futuro con la NFL, altri campionati sportivi e griffe. Anche se ha rifiutato di dire se i giocatori lo pagano per la sua attrezzatura, vende una quantità limitata di magliette online al pubblico per $ 60, insieme a calzini e accessori che si esauriscono abbastanza rapidamente che le versioni imitazioni delle sue maglie hanno iniziato a spuntare in vendita su altri siti.

“Ho sempre fatto sogni pazzi”, ha detto Thompson. “Si è semplicemente cancellato e quella stessa passione che avevo per il calcio, l’ho semplicemente messa in questo”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.