La guardia costiera degli Stati Uniti afferma che 39 dispersi dopo che la barca si capovolge al largo della Florida | Notizie sulla migrazione


La missione di ricerca è stata lanciata dopo che il sopravvissuto ha affermato di essere uno di un gruppo di migranti che ha lasciato le Bahamas sabato.

I soccorritori della Guardia Costiera degli Stati Uniti stanno cercando nelle acque al largo della costa atlantica della Florida 39 persone dichiarate scomparse da diversi giorni dopo che una barca che si credeva fosse utilizzata per il traffico di esseri umani si è capovolta.

Un uomo si aggrappa allo scafo di una barca capovolta nel mare tra Florida e MiamiUn uomo è stato trovato sullo scafo di una barca capovolta al largo della costa della Florida. Ha detto alla Guardia Costiera che faceva parte di un gruppo di 40 che ha lasciato le Bahamas sabato [US Coast Guard via Reuters]

Un buon samaritano ha allertato la Guardia Costiera all’inizio di martedì dopo aver soccorso un uomo aggrappato allo scafo per lo più sommerso della barca dopo che ha colpito il maltempo a circa 72 km (45 miglia) a est della città di Fort Pierce, l’agenzia di sicurezza marittima ha riferito su Twitter.

Il sopravvissuto ha detto alle autorità di aver lasciato le isole Bimini delle Bahamas con altre 39 persone sabato notte e che non indossavano giubbotti di salvataggio, ha aggiunto la Guardia Costiera.

Navi cutter e aerei sono stati schierati per cercare un’area che si estende da Bimini a Fort Pierce per trovare i dispersi.

La Guardia Costiera ha detto che stava trattando l’incidente come un caso di sospetto traffico di esseri umani.

Non si conosce ancora la nazionalità delle persone a bordo.

I migranti hanno utilizzato a lungo le isole delle Bahamas come trampolino di lancio per raggiungere la Florida e gli Stati Uniti, con le isole Bimini a soli 80 km (50 miglia) a est di Miami.

I contrabbandieri in genere cercano di sfruttare le interruzioni del tempo per effettuare la traversata, ma le navi sono spesso pericolosamente sovraccaricate e soggette a ribaltamento. Ci sono stati migliaia di morti nel corso degli anni.

L’ultimo incidente segue un’altra traversata sfortunata la scorsa settimana, quando le autorità hanno salvato 32 persone la cui barca si è capovolta a ovest di Bimini, ha detto il portavoce della Guardia Costiera, il sottufficiale Jose Hernandez all’agenzia di stampa Reuters.

La maggior parte di coloro che tentano la traversata provengono da Haiti e da Cuba.

Almeno 557 migranti cubani in tutto sono stati prelevati in mare dalla Guardia Costiera da ottobre, secondo l’agenzia.

Anche gli attraversamenti degli haitiani sono diventati più frequenti poiché la nazione insulare caraibica affronta crisi economiche e politiche, nonché rapimenti legati alle bande.

La Guardia Costiera ha affermato di aver intercettato almeno 159 cittadini haitiani quest’anno fiscale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.