Due soldati senegalesi uccisi, nove ‘dispersi’ in Gambia | Notizia


I soldati, membri di una forza regionale di mantenimento della pace, sono “probabilmente tenuti in ostaggio” dai ribelli della regione senegalese della Casamance, afferma l’esercito.

L’esercito senegalese afferma che nove dei suoi soldati in servizio in una forza multinazionale di mantenimento della pace in Gambia sono “scomparsi” e probabilmente presi in ostaggio dai ribelli della regione meridionale della Casamance del Senegal a seguito di uno scontro.

L’annuncio di martedì è arrivato un giorno dopo che l’esercito aveva detto che due soldati erano stati uccisi nella stessa battaglia con combattenti ritenuti appartenere al Movimento delle forze democratiche della Casamance (MFDC).

Anche un ribelle è stato ucciso e tre catturati dalle forze senegalesi nei combattimenti lunedì, si legge in un comunicato dell’esercito.

“I nove soldati scomparsi sono probabilmente tenuti in ostaggio dall’MFDC. Le operazioni sono in corso per trovarli e proteggere la zona”, ha aggiunto.

I soldati stavano monitorando il traffico di legname nell’ambito di ECOMIG, una missione di mantenimento della pace del blocco regionale della Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale.

L’MFDC è stato formato nel 1982 per lottare per l’indipendenza della Casamance.

Il movimento è rimasto in gran parte inattivo dal cessate il fuoco nel 2014, ma da allora è stato accusato dal governo senegalese di attacchi occasionali e continua a finanziarsi attraverso il traffico di legname tra il Senegal e il Gambia, una minuscola striscia di territorio delimitata su tre lati da Senegal.

ECOMIG, composto principalmente da soldati senegalesi, è stato schierato in Gambia nel gennaio 2017 dopo che l’ex sovrano di lunga data Yahya Jammeh si è rifiutato di cedere il potere dopo aver perso le elezioni presidenziali.

La sua missione è proseguita su richiesta del presidente Adama Barrow nonostante la partenza di Jammeh per l’esilio.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.