Disney Plus mantiene la pressione su Netflix con il lancio in altri 42 paesi quest’estate

Disney ha in programma di lanciare Disney Plus in 42 paesi e 11 territori quest’estate, secondo Il giornalista di Hollywood. È un’espansione significativa che potrebbe mantenere la pressione su altri servizi di streaming come Netflix e HBO Max.

Ecco l’elenco dei nuovi paesi che ottengono Disney Plus, per Il giornalista di Hollywood:

Albania, Algeria, Andorra, Bahrain, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Egitto, Estonia, Grecia, Ungheria, Iraq, Israele, Giordania, Kosovo, Kuwait, Lettonia, Libano, Libia, Liechtenstein, Lituania, Malta, Montenegro , Marocco, Macedonia del Nord, Oman, Palestina, Polonia, Qatar, Romania, San Marino, Arabia Saudita, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Sud Africa, Tunisia, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Città del Vaticano e Yemen.

Ed ecco l’elenco dei territori:

Isole Faroe, Polinesia francese, Territori meridionali francesi, Collettivo d’oltremare di St. Pierre e Miquelon, Isole Åland, Sint Maarten, Svalbard e Jan Mayen, Territorio britannico dell’Oceano Indiano, Gibilterra, Isole Pitcairn e Sant’Elena.

La grande espansione potrebbe anche aiutare la Disney a far ripartire la crescita degli abbonati, che è rallentata. Disney Plus ha iniziato alla grande, superando i 100 milioni di abbonati in meno di un anno e mezzo dal lancio di novembre 2019. Tuttavia, mentre la Disney ha detto in ottobre che il servizio ha 118,1 milioni di abbonati pagati, quella cifra è aumentata di soli 2,1 milioni rispetto al trimestre precedente. Anche il conteggio degli abbonati di Disney Plus è in ritardo rispetto a quello di Netflix quasi 222 milioni di abbonati a pagamento.

Come Netflix, però, anche la Disney continua a investire molto in nuovi contenuti per cercare di attirare abbonati. Proprio questa settimana, Percy Jackson l’autore Rick Riordan ha ribadito che una serie basata sui libri è in sviluppo per Disney Plus e all’inizio di questo mese la Disney ha affermato che la Pixar Diventando rosso sarebbe abbandonare i cinema per essere presentato in anteprima sul servizio di streaming.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.