USA: i distretti scolastici della Virginia fanno causa per l’ordine delle maschere del governatore | Notizie sulla pandemia di coronavirus


I mandati di mascherine nelle scuole si sono trasformati nell’ultimo campo di battaglia politico nella lotta degli Stati Uniti contro il COVID-19, dopo che sette consigli scolastici nello stato della Virginia hanno citato in giudizio il governatore per un ordine esecutivo che consente ai genitori di rinunciare ai requisiti di mascheramento.

Il governatore della Virginia Glenn Youngkin, un repubblicano, ha emesso un ordine che vieta i mandati di maschere dopo essere entrato in carica il 15 gennaio. Ma la misura, entrata in vigore lunedì, ha suscitato confusione sin dal suo annuncio.

Alcuni distretti hanno interpretato l’ordine come in contrasto con una legge statale che si occupa della mitigazione del COVID-19 nelle scuole e hanno optato per mantenere in vigore i mandati di maschera preesistenti per gli studenti.

Con l’ordine di fronte a una sfida legale presentata la scorsa settimana da un gruppo di genitori e un altro presentato lunedì mattina da sette consigli scolastici, Youngkin ha esortato alla pazienza e ha chiesto ai genitori di ascoltare per il momento i dirigenti scolastici dei loro figli.

“Ascolta un preside oggi. E so che ci sono alcuni sistemi scolastici che stanno facendo cose incompatibili con il rispetto dei diritti dei genitori. … Rispettiamolo in questo momento e lasciamo che questo processo legale si svolga”, ha detto il governatore in un’intervista con la stazione radio WRVA di Richmond, Virginia.

L’impugnazione legale di lunedì è stata intentata presso l’Arlington County Circuit Court da sette consigli scolastici che cercano di bloccare l’ordine esecutivo. La scorsa settimana, anche i genitori della città di Chesapeake hanno presentato una petizione alla Corte Suprema della Virginia contestando l’ordine di Youngkin.

Ma alcuni osservatori si sono rivolti ai social media durante il fine settimana per esortare i genitori a seguire l’ordine del governatore indipendentemente dalla posizione del loro distretto scolastico.

Lunedì, come hanno riferito gli studenti alle aule, non ci sono state segnalazioni immediate di problemi importanti che richiedessero l’intervento delle forze dell’ordine.

La battaglia legale arriva quando i dibattiti sui mandati di maschere e vaccini, così come la più ampia questione dei diritti individuali durante la pandemia, si sono intensificati e hanno generato battaglie legali.

All’inizio di questo mese, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha bloccato lo sforzo del presidente Joe Biden di richiedere ai dipendenti delle grandi aziende di essere vaccinati contro il COVID-19 o di sottoporsi a test settimanali.

Biden ha cercato di trovare modi per vaccinare più americani e per indossare le loro maschere al fine di ridurre le infezioni da COVID-19, che sono aumentate in mezzo alla diffusione della variante altamente trasmissibile Omicron.

Protesta contro mandati anti covid a WashingtonLa causa sostiene che la costituzione statale conferisce ai consigli scolastici locali l’autorità di gestire i propri distretti [File: Patrick Semansky/AP Photo]

I funzionari repubblicani hanno ferocemente contestato i mandati di mascheramento e vaccinazione, sostenendo che violano le libertà personali. Domenica, migliaia di americani hanno marciato a Washington, DC per protestare contro i mandati di maschere e vaccini COVID-19.

In Virginia, il dibattito sui mandati delle mascherine nelle scuole ha preso una svolta instabile giovedì scorso durante una riunione delle scuole pubbliche della contea di Page.

Un video andato in onda sui canali di notizie locali mostrava una madre che diceva al consiglio che i suoi figli non avrebbero indossato una maschera lunedì: “E porterò ogni singola pistola, carica e pronta”. Le autorità hanno detto che stavano indagando e il distretto scolastico ha affermato che aumenterebbe la presenza della polizia.

In un messaggio ai genitori, il sovrintendente delle scuole pubbliche della contea di Fairfax, Scott Brabrand, ha affermato di sperare che la causa intentata lunedì consentirà una rapida risoluzione del conflitto tra il governatore e i consigli locali che ritengono che un mandato di maschera sia una misura di salute pubblica necessaria.

“È fondamentale che le decisioni in materia di istruzione e sicurezza scolastica siano prese a livello locale per difendere i migliori interessi dei nostri studenti e della nostra comunità”, ha affermato Brabrand.

La causa sostiene che la costituzione statale conferisce ai consigli scolastici locali l’autorità di gestire i propri distretti. Cita anche una legge statale che richiede ai sistemi scolastici di seguire le linee guida sanitarie federali, che includono raccomandazioni per il mascheramento universale.

Protesta contro mandati anti covid a WashingtonMigliaia di manifestanti si sono riuniti per una manifestazione contro i mandati COVID-19 davanti al Lincoln Memorial a Washington, DC il 23 gennaio 2022 [Patrick Semansky/AP Photo]

I sostenitori dell’ordine esecutivo affermano che non è in conflitto con la legge statale perché i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomandano solo di indossare la maschera e non lo obbligano.

Il presidente del consiglio scolastico della contea di Fairfax, Stella Petarsky, ha affermato che l’attuale mandato della maschera ha consentito al sistema scolastico di mantenere l’apprendimento di persona durante tutto l’anno scolastico.

“Abbiamo mantenuto bassi i livelli di trasmissione del trend”, ha affermato. “Non abbiamo dovuto chiudere una sola scuola a causa del COVID. Abbiamo tenuto i nostri figli in classe e faremo tutto ciò che è in nostro potere per assicurarci di continuare così”.

I democratici hanno elogiato i consigli scolastici che lunedì hanno sfidato Youngkin.

Oltre a Fairfax, la giurisdizione più popolosa dello stato, i consigli scolastici di Alexandria, Richmond, Hampton, Falls Church, Arlington County e Prince William County, si sono uniti alla causa. Collettivamente, le giurisdizioni rappresentano più di 350.000 studenti.

“Youngkin sta rapidamente diventando il governatore più divisivo e autoritario nella lunga storia del nostro Commonwealth”, ha detto la senatrice dello stato Mamie Locke in una conferenza stampa.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.