Organo consultivo giapponese per l’approvazione dei cordoli COVID per la maggior parte del paese | Economia


Il Giappone ha segnalato più di 44.000 nuovi casi di COVID-19 lunedì.

Martedì un gruppo consultivo giapponese approverà l’estensione di misure più severe contro COVID-19 a 18 regioni aggiuntive, mettendo più del 70% del paese sotto restrizioni.

Le prefetture occidentali di Osaka e Kyoto sono tra le aree interessate dalle misure, adottate in risposta a un’impennata di contagi e ricoveri causati dalla variante Omicron del coronavirus.

Il Giappone ha registrato più di 44.000 nuovi casi lunedì, secondo un conteggio dell’emittente pubblica NHK.

I cordoli saranno applicati da giovedì al 20 febbraio e i governatori di quelle regioni possono richiedere a ristoranti e bar di abbreviare l’orario di lavoro e smettere di servire alcolici.

Il panel consultivo dovrebbe inoltre dare il via libera a una proroga fino al 20 febbraio delle cosiddette misure di quasi emergenza in vigore in tre regioni.

Una task force governativa guidata dal primo ministro Fumio Kishida dovrebbe approvare formalmente tali decisioni martedì sera.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.