Secondo quanto riferito, Panasonic avvierà la produzione in serie di batterie Tesla di nuova generazione nel 2023

Panasonic inizierà a produrre in serie batterie agli ioni di litio di nuova generazione per Tesla con una capacità energetica cinque volte superiore ai modelli esistenti già nel 2023, secondo un rapporto da Nikkei Asia. Sebbene le batterie siano prodotte principalmente per Tesla, un dirigente Panasonic non ha escluso di fornirle ad altre società in a Intervista di novembre. Le nuove batterie promettono di aumentare la gamma delle auto elettriche e renderle più convenienti da produrre e vendere.

In una dichiarazione Dato a Reuters, Panasonic ha rifiutato di confermare di Nikkei rapporto. “Stiamo studiando varie opzioni per la produzione di massa, inclusa una linea di produzione di prova che stiamo istituendo quest’anno”, ha affermato la società. “Non abbiamo, tuttavia, nulla da annunciare in questo momento”.

Nikkei riporta che le batterie più grandi e di maggiore capacità, note come 4680 celle della batteria perché misurano 46 mm x 80 mm, potrebbero aumentare l’autonomia dei veicoli elettrici di circa il 20 percento, mentre la stessa Tesla ha menzionato un aumento dell’autonomia del 16 percento. Potrebbero prendere un’auto come la sua ammiraglia Model S e aumentare la sua autonomia da 650 km (circa 404 miglia) a 750 km (circa 465 miglia), secondo Nikkei. Secondo quanto riferito, Panasonic sta espandendo il suo stabilimento di Wakayama, in Giappone, per produrre in serie le nuove batterie, e in precedenza detto al giornale di Wall Street che la produzione di prova dovrebbe iniziare a marzo 2022.

Le celle della batteria di nuova generazione sono state descritte in dettaglio da Tesla in un evento di alto profilo nel settembre 2020. Oltre alla loro maggiore capacità di stoccaggio, il CEO dell’azienda Elon Musk ha affermato che le celle sono sei volte più potenti e riducono il costo per kWh del 14 percento ( si stima che le batterie rappresentino il 30% del costo di un veicolo elettrico). Prezzi più bassi e una migliore autonomia sono i tipi di miglioramenti che sono fondamentali per rendere le auto elettriche più desiderabili, come Nikkei Appunti.

L’obiettivo dell’evento di Tesla del 2020 era sui tentativi dell’azienda di produrre internamente le batterie, per ridurre le potenziali interruzioni dovute all’affidamento a fornitori esterni come Panasonic. Ma in una serie di tweet pubblicati prima dell’evento, Musk ha affermato che la società continuerà ad acquistare batterie da altre società. “Intendiamo aumentare, non ridurre gli acquisti di celle della batteria da Panasonic, LG e CATL”, Musk ha twittato, aggiungendo che è improbabile che Tesla raggiunga una produzione ad alto volume di celle fino al 2022.

Durante le telefonate sugli utili più recenti, Musk ha ribadito che si aspetta che la produzione interna di Tesla delle celle 4680 inizi nel 2022 e che i primi veicoli dotati di queste celle saranno spediti lo stesso anno. In un Bando guadagni aprile 2021, Musk ha indicato che l’azienda era lontana da 12 a 18 mesi dalla produzione in serie delle nuove celle. Tuttavia, a luglio ha avvertito che “la produzione di prototipi è facile, ma la produzione ad alto volume è difficile”, il WSJ Appunti.

È probabile che lo stato delle nuove celle della batteria di Tesla venga menzionato all’imminente chiamata sugli utili della società mercoledì 26 gennaio, quando Musk ha anche detto che condividerà un ufficiale “aggiornamento della tabella di marcia del prodotto” per il Cybertruck a seguito delle segnalazioni del suo ritardo all’inizio del 2023.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.