Recensione originale di Ankarsrum Assistent: un must per i panettieri seri

Fuori da blu qualche mese fa, il mio amico fornaio Shannon ha inviato un messaggio di testo alle foto di un progetto di cottura fallito. Invece di una foto di un piatto pieno di biscotti friabili, ha inviato tre scatti successivi degli ingranaggi smontati nel suo robot da cucina di fascia alta, che stava andando a pezzi.

“Devo solo mordere i proiettili e sborsare $ 3.000 per l’Hobart n50”, ha chiesto, riferendosi a un modello professionista sembra che possa alimentare un minuscolo trattore in un campo sassoso, “che a quel prezzo dovrebbe strofinarti i piedi e dirti che sei bella?”

Ho inviato le foto di Shannon a un’altra amica fornaia, Tara, come una specie di scherzo, à la “guarda le cose strane che le persone mi mandano!” Invece, ha avuto un suggerimento.

“Dille di prendere l’Ankarsrum.”

“Il cosa adesso?”

“Il Stanza dell’ancora. Viene dalla Svezia”.

In qualità di recensore di prodotti, è sempre un brivido dire: “Non ho mai sentito parlare di una cosa del genere”, sapendo che è preapprovato da qualcuno che sa cosa c’è in cucina.

L’ho cercato e questa gemma svedese unica: i $ 700 Assistente alla stanza dell’ancora—che originariamente uscì nel 1940, non deluse.

Qui negli Stati Uniti, dove il marchio di riferimento è KitchenAid, siamo abituati a montare le impastatrici il cui motore e le parti mobili sono tutte sopra la ciotola e i cui accessori principali – il gancio per impastare, la paletta e la frusta – girano tutti nella ciotola.

Nell’Ank, come lo chiamano gli appassionati, la ciotola principale gira, alimentata da un motore alla base della macchina. Una volta iniziato a testarlo, ne parlavo con gli amici, di solito accompagnato da un breve video che facevo, che invariabilmente suscitò una risposta del tipo “che diavolo è quello?”

Il motore dell’Ank è controllato da una coppia di quadranti: uno è per la velocità e l’altro è un interruttore on/off che gli consente anche di funzionare su un timer per un massimo di 12 minuti, qualcosa che è utile quando si desidera multitasking, ma non mischiare troppo. La ciotola di metallo è una cavernosa sette quarti e il sito Web dell’azienda pubblicizza la sua capacità di produrre cinque chili di impasto (11 libbre!) Alla volta. Nell’angolo posteriore della macchina c’è una torre con un braccio che oscilla sopra la ciotola e si attacca a un rullo per impastare.

In quella che potresti chiamare la sua configurazione classica, il rullo per pasta è attaccato al braccio e un coltello per pasta si inserisce nella torre per mantenere pulite le pareti laterali.

Il mixer in azione.

Per gentile concessione di Joe Ray

Accendilo e il tuo impasto si unisce, la ciotola gira, il rullo lo spinge contro il muro laterale, il coltello per impastare mantiene pulito quel muro laterale. C’è anche la possibilità di utilizzare un grande gancio per impastare al posto del rullo, cosa che ho fatto per mescolare delicatamente (e in modo pulito) un gigantesco lotto di polpette. In modo confuso, c’è una seconda ciotola che è fissa per altri stili di cottura. Questa ciotola di plastica più piccola a forma di padella per ciambelle ha un paio di fruste a palloncino per lavori leggeri e “fruste per biscotti” cablate più spesse per impasti più grossi.

Sono andato con i pani classici per iniziare a testare, assicurandomi di regolare le ricette per aggiungere prima i liquidi – qualcosa di un requisito Ank – meravigliandomi immediatamente di tutto il lavoro svolto dall’attrito. Sì, la ciotola gira grazie al motore, ma il rullo rotola grazie a un anello di gomma scanalato attorno alla parte superiore che si annida nel bordo della ciotola. Il coltello per impastare viene naturalmente spinto contro la parete laterale della ciotola. Ti dà rapidamente la piacevole sensazione che c’è meno da rompere.

Una volta che l’impasto si è unito, puoi ruotare il braccio e il rullo verso il centro della ciotola mentre scorre, permettendoti di regolare la pressione di impasto sull’impasto, permettendoti di tanto in tanto di lavorare attraverso il passaggio nelle direzioni in cui ti fermi per raschiare lungo i lati della ciotola.

Rimanendo in una vena simile e panificabile, ho preparato il pane tostato, seguendo una ricetta nel libro fornito con il mixer e facendo quattro pagnotte tozze che riempiono una teglia da mezza sfoglia. Ho usato delle deliziose olive marocchine per fare una pagnotta più rustica. Ho anche provato due diverse ricette per la focaccia, e una che molte persone mi hanno consigliato di fare: challah. Per ognuno di questi, l’Ank si sentiva impressionante e sicuro in piedi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.