Meta e NFT Landgrab di Twitter potrebbero ritorcersi contro

“Nonostante la positività intorno ai casi d’uso di NFT, c’è molta sfiducia nella comunità, forse a causa dell’anonimato di artisti e influencer chiave e quasi certamente a causa dei truffatori che girano come avvoltoi e frequenti rug pulls”, afferma PJ Cooper, fondatore di Pandimensional Trading Co., che lancerà la propria collezione NFT entro la fine dell’anno. Nonostante queste riserve, Cooper è ampiamente favorevole all’ingresso di Twitter nello spazio NFT e afferma che mostrerà un NFT come immagine del suo profilo quando la funzionalità verrà implementata nel Regno Unito.

Cooper, tuttavia, è preoccupato per il fatto che le persone possano ancora fare clic con il pulsante destro del mouse e salvare le immagini del profilo NFT e coniarne la propria versione come NFT.

Un portavoce dell’azienda per il mercato NFT OpenSea, Allie Mack, ha confermato che le immagini del profilo NFT che appaiono su Twitter sono verificate attraverso il sito dell’azienda. In effetti, Twitter utilizza API, metadati e informazioni di raccolta da OpenSea per autenticare un NFT visualizzato sul profilo di un utente e trasformarlo in un “esagono morbido” sul sito. Più o meno nello stesso periodo in cui Twitter ha lanciato gli NFT, OpenSea è andato in crash. Al tempo, ricercatrice di sicurezza Jane Manchun Wong ha twittato che la piattaforma di OpenSea aveva eliminato la funzione NFT di Twitter. OpenSea dice che l’interruzione ha avuto “impatto assolutamente zero sull’integrazione pubblica di Twitter” e che il problema segnalato da Jane è avvenuto in una closed beta. Dal lancio dell’integrazione di Twitter, Mack afferma che non ci sono state interruzioni del servizio Twitter.

Altri non sono convinti che affidarsi a un sito di terze parti sia la decisione giusta. “OpenSea è piuttosto inaffidabile”, afferma Patrick McCorry, ingegnere di sistema senior presso la startup blockchain Infura. Questa potrebbe essere una cosa che Big Tech vuole risolvere prima di abbracciare completamente gli NFT, dice.

La stessa piattaforma OpenSea non è stata esente da controversie. Gli artisti hanno sottolineato che il sito è pieno di versioni NFT fregate della loro arte della vita reale, o versioni delle loro sculture e dipinti che potrebbero essere facilmente acquistate da utenti inconsapevoli dei social media. Il problema è diventato così grande che DeviantArt, un sito di hosting artistico da cui le opere sono state ripetutamente ritirate, sviluppato il proprio strumento per scansionare la blockchain alla ricerca di opere che appaiono anche sul suo sito e informare i creatori. La piattaforma ha procedure per coloro la cui arte è stata rubata chiedere la sospensione dei lavori, ma il problema persiste. UN recente indagine trovato profili che vendono NFT di loghi di marchi di alcuni dei più grandi marchi mondiali, tra cui Microsoft, Disney, Amazon e Adidas, senza autorizzazione.

Il furto è un problema perenne per il mondo NFT e sembra improbabile che possa essere risolto facilmente, ma McCorry pensa che non sia un problema per Meta e Twitter. “Quello che conta davvero è la custodia e la capacità di venderlo su un mercato secondario”, afferma. Per ora, è chiaro che nessuna delle due società possiederà o avrà in custodia una NFT. “La custodia è una responsabilità per loro”, ha detto.

Per coloro che si trovano nel profondo dello spazio NFT, l’adozione di standard ufficiali da parte di Twitter in particolare è accolta favorevolmente. Molti utenti di Twitter hanno l’arte NFT come immagine del profilo, ma hanno difficoltà a dimostrare la proprietà, in particolare quando affrontati da troll a cui nient’altro che fare clic con il pulsante destro del mouse e rubare i loro NFT per mostrare loro la fallibilità dei loro investimenti. “In questo momento, chiunque può semplicemente mettere una foto di CryptoPunk e fingere di averne una”, afferma McCorry. I piani di Twitter per dimostrare ufficialmente la proprietà sono “un bel modo per dimostrare i diritti di proprietà digitale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.