Intel costruirà una fabbrica di chip da 20 miliardi di dollari in Ohio | Notizie di tecnologia


Il produttore di chip spera di alleviare la carenza globale di chip che alimentano qualsiasi cosa, dai telefoni alle automobili.

Il produttore di chip Intel ha dichiarato che investirà 20 miliardi di dollari per costruire una nuova fabbrica in Ohio negli Stati Uniti, un tentativo di contribuire ad alleviare la carenza globale di chip che alimentano qualsiasi cosa, dai telefoni alle automobili, agli elettrodomestici, segnalando anche l’impegno della gigantesca azienda nella produzione di tecnologie cruciali prodotti negli Stati Uniti.

Il governatore dell’Ohio Mike DeWine ha affermato che la mossa è un messaggio alla Cina “perché si tratta di sicurezza nazionale è così importante che produciamo questi chip proprio qui negli Stati Uniti d’America”.

La mossa potrebbe anche creare un nuovo hub tecnologico nell’Ohio centrale poiché le attività collegate che supportano la produzione di chip aprono nuove strutture e portano competenze nella regione.

Intel ha affermato che due fabbriche pianificate, o fabbriche, supporteranno la propria linea di processori e la sua nuova attività di “fonderia”, che costruirà chip progettati da altre aziende. Le fonderie di chip esistenti producono un vasto numero di chip progettati su misura, principalmente in Asia. L’attività è attualmente dominata da Taiwan Semiconductor Manufacturing Co, o TSMC.

Il futuro sito di produzione mira a soddisfare molteplici esigenze, ha affermato il CEO di Intel Patrick Gelsinger durante un evento alla Casa Bianca. I chip costruiti lì non solo ridurranno le pressioni sulla catena di approvvigionamento, ha affermato, ma rafforzeranno anche la sicurezza nazionale degli Stati Uniti portando più posti di lavoro nel settore tecnologico nella regione.

“Una delle lezioni più profonde che abbiamo imparato collettivamente durante la pandemia è che non possiamo dare per scontato l’accesso alla tecnologia e alla produzione”, ha affermato Gelsinger. “Sai, abbiamo assistito alle interruzioni della nostra catena di approvvigionamento globale. La domanda di semiconduttori è davvero senza precedenti oggi”.

Si prevede che le due fabbriche su un sito di 405 ettari (1.000 acri) nella contea di Licking, appena ad est di Columbus, creeranno 3.000 posti di lavoro nelle aziende e 7.000 nel settore edile. La struttura sosterrà decine di migliaia di posti di lavoro aggiuntivi per fornitori e partner, hanno affermato venerdì Intel e funzionari locali e statali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.