Gli Stati Uniti accusano un uomo del Texas di aver minacciato i funzionari elettorali della Georgia | Notizie sul crimine


L’accusa è in primo luogo da una speciale task force del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti volta a fermare le minacce contro i lavoratori elettorali.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha accusato un uomo del Texas di aver postato una minaccia online contro funzionari elettorali in Georgia, uno stato degli Stati Uniti che l’ex presidente Donald Trump ha affermato senza prove gli è costato la presidenza nel 2020.

Chad Stark, 54 anni, è stato arrestato dall’FBI e avrebbe dovuto comparire davanti alla corte federale di Austin, in Texas, con l’accusa penale di aver minacciato tre funzionari elettorali della Georgia, ha annunciato venerdì il dipartimento.

Ha accusato Stark di aver pubblicato un messaggio violento su Craigslist il 5 gennaio 2021, il giorno prima che una folla di sostenitori di Trump prendesse d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti mentre il Congresso si riuniva per certificare la vittoria elettorale del presidente Joe Biden.

Il messaggio di Stark era intitolato: “Georgia Patriots è il momento di uccidere [Official A] l’agente cinese – $ 10.000”, secondo il Dipartimento di Giustizia, che ha nascosto i nomi di tre funzionari statali presi di mira.

“È nostro dovere come patrioti americani porre fine alla vita di questi traditori e riprenderci il nostro paese con la forza”, ha scritto Stark nel post sul sito web di annunci classificati, ha affermato il Dipartimento di Giustizia. “Non possiamo più aspettare le forze dell’ordine corrotte nei tribunali corrotti”.

Nell’anno successivo alla rivolta del Campidoglio, più di 725 persone, compresi i leader di gruppi di destra, sono state arrestate e accusate di crimini legati all’incidente. Il procuratore generale degli Stati Uniti Merrick Garland ha recentemente promesso di ottenere giustizia e responsabilità per quanto accaduto.

Quello di Stark è il primo procedimento penale promosso da una task force speciale del Dipartimento di Giustizia istituita da Garland a giugno per affrontare le crescenti minacce contro gli operatori elettorali statali e locali in tutto il paese.

“Il Dipartimento di Giustizia ha la responsabilità non solo di proteggere il diritto di voto, ma anche di proteggere coloro che amministrano i nostri sistemi di voto dalla violenza e dalle minacce illegali di violenza”, ha affermato Garland in una dichiarazione venerdì.

Il direttore dell’FBI Christopher Wray ha aggiunto: “L’arresto di oggi conferma l’impegno dell’FBI nella nostra ricerca della giustizia contro coloro che scelgono di minacciare la violenza contro chiunque partecipi alle nostre elezioni”.

Folla davanti al Campidoglio degli Stati Uniti e una bandiera degli Stati Uniti e una bandiera TrumpViolenti ribelli fedeli al presidente Donald Trump hanno preso d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti a Washington il 6 gennaio 2021 [File: Jose Luis Magana/AP Photo]

Il messaggio di Stark richiedeva anche che “un buon fedele cacciatore di cervi Patriot in accampamento e fucile” “manda un messaggio a questi governatori corrotti” e “versa sangue”, secondo il Dipartimento di Giustizia.

È stato accusato di un conteggio di comunicazione di minacce interstatali e rischia fino a cinque anni di carcere se condannato.

Dopo aver perso le elezioni presidenziali del novembre 2020, Trump ha falsamente affermato che il voto era stato rovinato da una diffusa frode e gli era stato “rubato”. Alcuni sostenitori di Trump hanno minacciato funzionari elettorali e lavoratori in Georgia e altrove.

Dopo aver perso in Georgia, Trump ha definito il segretario di Stato repubblicano Brad Raffensperger un “nemico del popolo”. Trump aveva chiamato Raffensperger il 2 gennaio 2021 e gli aveva detto di “trovare” abbastanza voti per cambiare il risultato.

Raffensperger ha rilasciato venerdì una dichiarazione in cui condanna le minacce contro i lavoratori elettorali e sollecita il loro sostegno “ora più che mai”.

Un portavoce non avrebbe commentato in modo specifico se qualcuno nell’ufficio di Raffensperger fosse un bersaglio delle minacce di Stark.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.