L’Università del Michigan pagherà 490 milioni di dollari per risolvere i casi di abuso


Il figlio di Schembechler ha detto che l’allenatore aveva ignorato il suo resoconto degli abusi nel 1969.

Anderson si è ritirato nel 2003. Negli ultimi anni, tuttavia, i suoi ex pazienti hanno descritto decenni di traumi persistenti, da una riluttanza a sottoporsi a visite mediche invadenti a persistenti sentimenti di vergogna.

Le accuse contro Anderson – e la conoscenza e la responsabilità del Michigan della sua cattiva condotta – hanno portato a un’ondata di contenzioso contro l’università e, dopo mesi di colloqui privati, all’annuncio di mercoledì.

Nell’ultimo decennio, le università hanno più volte accettato di pagare ingenti somme per risolvere i casi di abuso. Nel 2013, Penn State ha dichiarato che avrebbe pagato quasi $ 60 milioni a più di due dozzine di vittime di Jerry Sandusky, un assistente allenatore di football di lunga data. La Michigan State University ha raggiunto un accordo di 500 milioni di dollari nel 2018 per risarcire le vittime di Lawrence G. Nassar, un medico. La Ohio State University ha dichiarato che nel 2020 pagherà 41 milioni di dollari ad alcuni degli ex atleti e altri studenti che hanno affermato di essere stati aggrediti da Richard H. Strauss, un medico di squadra per quasi 20 anni.

E la University of Southern California ha accettato di pagare più di 1,1 miliardi di dollari in relazione alla cattiva condotta di un ginecologo, il dottor George Tyndall.

La divulgazione dell’accordo da parte del Michigan è arrivata meno di una settimana dopo che i reggenti dell’università hanno estromesso il presidente, Mark S. Schlissel, per una relazione con un subordinato che secondo loro era avvenuta “in modo incompatibile con la dignità e la reputazione dell’università”.

I reggenti sono tra le persone che devono ancora approvare l’accordo, ha detto l’università, che copre circa 1.050 ricorrenti ed è stato raggiunto durante i colloqui di mediazione.

In una dichiarazione di mercoledì, Jordan Acker, presidente del Board of Regents, ha affermato che i funzionari del Michigan “sperano che questo accordo avvii il processo di guarigione per i sopravvissuti”.

Il Michigan ha affermato che 460 milioni di dollari dell’accordo sarebbero stati disponibili per le persone che hanno già presentato reclami e che i loro avvocati, non quelli dell’università, si sarebbero incaricati di distribuire il denaro. Altri 30 milioni di dollari saranno riservati alle persone che potrebbero presentare reclami contro Anderson entro il 31 luglio 2023.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.