La Casa Bianca avverte che una “piccola percentuale” di persone non può ordinare i suoi test rapidi per il COVID-19

Quasi un mese dopo che il presidente Joe Biden ha annunciato per la prima volta che gli americani sarebbero stati in grado di ordinare gratuitamente dal governo test rapidi per il COVID-19 a casa, il sito Web dell’amministrazione è finalmente andato online martedì. Ma ore dopo il lancio del sito, gli utenti hanno faticato a effettuare ordini per case o condomini dove altri inquilini potrebbero aver già effettuato un ordine.

L’entità del problema non è ancora chiara al momento della pubblicazione, ma il portavoce della Casa Bianca Kevin Munoz ha dichiarato: “È una percentuale davvero piccola e l’USPS invierà la nostra dichiarazione a breve”.

Gli utenti che cercano di ordinare test per case e appartamenti multifamiliari sembrano riscontrare maggiormente questo problema. Una volta che un utente inserisce le proprie informazioni nel modulo, viene visualizzato un messaggio di errore che dice che non è stato possibile effettuare l’ordine.

“I nostri registri mostrano che i test COVID-19 a domicilio sono già stati ordinati per questo indirizzo. Non siamo in grado di elaborare ordini duplicati per lo stesso indirizzo”, si legge nella pagina di errore del sito di ordinazione.

La scorsa settimana, la Casa Bianca ha rilasciato una dichiarazione dicendo che gli utenti potranno chiamare una hotline per ordinare i test se non sono in grado di accedere al sito web. “Ci saranno test gratuiti disponibili per ogni famiglia e, per promuovere un ampio accesso, il programma iniziale consentirà la richiesta di quattro test gratuiti per indirizzo residenziale”, si legge nella nota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.