Matthew Stafford e Odell Beckham guidano gli arieti sui cardinali


INGLEWOOD, California — Trenta minuti prima della partita più importante della carriera di Matthew Stafford nella NFL, ha lanciato passaggi nel riscaldamento con il suo allenatore, Sean McVay, in piedi nelle vicinanze.

Poco dopo, i due si strinsero l’un l’altro e si abbracciarono; McVay ha quindi toccato Stafford sul casco mentre la squadra correva a bordo campo prima delle presentazioni formali dei giocatori.

È passato quasi un anno da quando si è formata la partnership tra McVay e Stafford, allora il volto frustrato dei moribondi Detroit Lions, quando entrambi sono stati eliminati dalla postseason e casualmente in vacanza a Cabo San Lucas, in Messico, allo stesso tempo . Hanno unito le forze sperando di giocare in partite significative questo gennaio e più tardi.

Lunedì è stato un passo cruciale verso quella visione, quando i Rams hanno sconfitto gli Arizona Cardinals, 34-11, nel round delle wild card della NFC, la prima vittoria ai playoff dei 13 anni di carriera di Stafford.

Stafford ha completato 13 dei 17 passaggi per 202 yard e un touchdown senza intercettazioni e ha fatto avanzare i Rams al round di divisione di questo fine settimana, dove domenica la squadra giocherà ai Tampa Bay Buccaneers, testa di serie n. 2.

La difesa dei Rams ha intercettato Kyler Murray due volte su drive back-to-back nel secondo quarto, restituendone uno per un touchdown che ha portato Los Angeles in vantaggio, 21-0. I running back Sony Michel e Cam Akers si sono precipitati per un totale di 113 yard e McVay ha sfidato abilmente due chiamate arbitrali che sono state annullate, portando presto a punti.

Il gioco di Stafford potrebbe non aver vinto la partita ai Rams, ma nemmeno le intercettazioni a fine partita che sono state il suo biglietto da visita li hanno condannati. È una performance di cui ha detto di essere contento, e in seguito ha minimizzato il significato della sua prima vittoria di gennaio, dicendo: “è più importante per voi ragazzi”.

“Voglio solo far parte di questa squadra e aiutarci a vincere”, ha continuato Stafford. “Mi fido di me stesso, mi fido delle mie capacità, mi fido dei miei compagni di squadra. Andremo là fuori e giocheremo e lasceremo cadere le chips dove possono.

Poco prima di fare il check-in nel resort l’anno scorso, un agitato McVay si è seduto in una videoconferenza con i giornalisti dopo la sconfitta della sua squadra contro i Packers nel round di divisione e si è complimentato per l’equilibrio e le prestazioni di Aaron Rodgers. Non ha offerto parole gentili per il suo quarterback dell’epoca, Jared Goff, e non ha detto in modo definitivo che Goff sarebbe tornato per la stagione 2021.

Voleva un aggiornamento. Sebbene Goff abbia portato Los Angeles a un Super Bowl nel 2018, è regredito, lanciando 29 intercettazioni nelle due stagioni successive.

Entra Stafford, che aveva perso le uniche tre partite post-stagionali in cui aveva giocato con i Detroit Lions nonostante avesse lanciato per 45.109 yard in carriera, quinto tra i passanti attivi entrando in questa stagione.

McVay ha convinto il direttore generale Les Snead a scambiare per Stafford in uno scambio di successo che includeva Goff e due future scelte al primo turno, la squadra ha deciso di costruire un roster di calibro da campionato prima del Super Bowl di questa stagione, che i Rams ospiteranno.

I primi ritorni sull’attività di Stafford e le acquisizioni di stelle che sono seguite – il linebacker Von Miller e il ricevitore Odell Beckham Jr. si sono uniti a metà stagione – sono stati positivi. I Rams vinsero 12 partite e rivendicarono l’NFC West, e Stafford lanciò per 4.886 yard e 41 touchdown. Ma le sue 17 intercettazioni sono state pareggiate per la testa della classifica e spesso hanno fatto deragliare la sua squadra contro una concorrenza di qualità.

Non è stato così lunedì sera.

Stafford ha piazzato i passaggi con precisione per i suoi ricevitori, che hanno creato separazione e yard dopo la presa per tutta la notte dalle difese dei Cardinals. Nel primo quarto, invece di alimentare forzatamente Cooper Kupp, che era in doppia squadra nella end zone, Stafford ha trovato intelligentemente Beckham in copertura singola. Ha fatto un salto acrobatico per un punteggio di 4 yard.

Con una vittoria così definitiva sotto la cintura sua e dei Rams, Stafford potrebbe vedere altre partite che definiranno la carriera nelle settimane a venire.

“Sono così fortunato a poterlo fare con lui”, ha detto McVay dopo la partita. “È il nostro leader. Non saremmo qui senza di lui. Per lui giocare sotto un tale controllo in quel piano di gioco, sì, penso che sia stata una combinazione di tutto.

Beckham, che deve anche affrontare la propria resa dei conti post-stagione dopo la sua uscita di alto profilo dai Cleveland Browns, ha ottenuto il primo touchdown nei playoff della sua carriera di otto anni e, per punti stile, ha allacciato un passaggio di 40 yard ad Akers su un terzo- quarto di touchdown drive. Ma Akers è rimasto deluso dalla precisione della palla mentre era sospesa in aria.

“Probabilmente avrebbe dovuto guidarmi un po’”, disse Akers con una risatina.

Non ci sono state battute per i Cardinals, poiché il risultato di lunedì ha concluso una stagione deludente in modo deludente. L’Arizona ha raggiunto un record di 10-2, ma ha perso sei delle ultime sette partite. Il fuoriclasse DeAndre Hopkins non ha giocato a causa di un infortunio al ginocchio riportato nella settimana 14, nonostante le speranze della squadra di poter tornare per i playoff. Un tempo considerato il miglior attacco del campionato, i Cardinals hanno generato solo 198 yard e la difesa dei Rams ha colpito Murray cinque volte.

Il tight end Zach Ertz e il ricevitore AJ Green, che sono stati aggiunti in questa stagione, si sono combinati per sole 21 yard, e il veterano difensore JJ Watt sono tornati dopo che non avevano giocato dalla settimana 7 per un infortunio alla spalla, registrando tre contrasti. Sia Murray che l’allenatore Kliff Kingsbury non erano stati ai playoff nelle loro giovani carriere nella NFL. Nessuno dei due era orgoglioso del risultato. Ha spinto il record di Kingsbury a 24-25-1 nelle sue tre stagioni come allenatore e Murray ha completato solo il 55,9% dei suoi passaggi per 137 yard.

“È deludente che non lo abbiamo reso un gioco e siamo usciti e abbiamo giocato il calcio che sappiamo di essere in grado di giocare”, ha detto Murray. “Perdere è una cosa, ma quando non lo rendi nemmeno competitivo, è un’altra cosa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.