Jared Kushner ha lanciato l’idea di una criptovaluta federale, rivelano i documenti

Jared Kushner, il genero dell’ex presidente Donald Trump che ha agito come consigliere senior durante il periodo di Trump alla Casa Bianca, era apparentemente interessato all’idea se il governo federale dovesse creare una criptovaluta nel 2018. In un’e-mail a allora- Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Steven Mnuchin, Kushner ha chiesto se poteva avere un gruppo di persone a fare un “brainstorming” sulla creazione da parte del governo della propria valuta digitale, come rivelato da una richiesta del Freedom Of Information Act di CoinDesk.

Anche se non abbiamo visto l’idea realizzarsi, è interessante che qualcuno che aveva molto status alla Casa Bianca (e anche recitato come direttore dell’Office of American Innovation) ci stava pensando anni fa.

Ecco l’email per intero:

Stefano —

Saresti disponibile a portare un piccolo gruppo di persone a fare un brainstorming su questo argomento?

http://blog.samaltman.com/us-digital-currency

La mia sensazione è che potrebbe avere un senso ed essere anche qualcosa che alla fine potrebbe cambiare il modo in cui paghiamo

i diritti ci fanno risparmiare un sacco di frodi sui rifiuti e anche di costi di transazione…

Il link incluso da Kushner va a un post sul blog del 2018 intitolato “Valuta digitale statunitense”, che è stato scritto da Sam Altman, ex presidente dell’incubatore di startup Y Combinator e attualmente CEO di OpenAI. Il post discute di come gli Stati Uniti dovrebbero creare una criptovaluta e renderla a corso legale nel paese. (Mentre suggerisce di nominare la moneta USDC, per US Digital Currency, in realtà c’è attualmente una stablecoin denominata USDC, abbreviazione di US Dollar Coin, ma che non è stato creato dal governo.) Il post di Altman suggerisce che la criptovaluta statunitense potrebbe avere delle tasse integrate e che la sua costruzione potrebbe aiutare a dare all’America “un po’ di potere su una valuta mondiale”.

Da parte sua, Kushner suggerisce che potrebbe essere un modo per ridurre gli sprechi, le frodi e i costi di transazione durante il pagamento dei diritti. L’esito della sua richiesta non è chiaro: le e-mail non mostrano se Mnuchin abbia mai risposto o se ci sia mai stato un incontro sull’idea.

Il governo non ha ignorato la criptovaluta da quando Kushner ha inviato l’e-mail. L’IRS e il Financial Crimes Enforcement Network del Tesoro sono stati attivi nel monitoraggio dello spazio crittografico, oltre a cercare di far approvare la legislazione sulla raccolta e la regolamentazione dei dati crittografici. Le e-mail di Mnuchin rivelano anche che il Tesoro degli Stati Uniti ha avuto incontri con dirigenti di diverse società che si occupano di criptovalute, tra cui Coinbase, Jack Dorsey’s Square (ora Block) e Xapo Bank.

Mentre gli Stati Uniti non hanno una valuta digitale ufficiale, ci sono altri paesi che lo fanno. Bitcoin è ora una valuta ufficiale in El Salvador, insieme al dollaro USA, e la Cina ha introdotto uno yuan digitale, sebbene non sia basato sulla blockchain. Il Venezuela ha stabilito la propria criptovaluta chiamata Petro nel 2018 (nel 2019, Mnuchin ha inviato un’e-mail ad altri due segretari del Tesoro, dicendo che avrebbero dovuto discutere della prevede di utilizzare la crittografia per il commercio internazionale), attraverso la valuta non sembra aver avuto particolare successo, e Trump ha vietato agli americani di acquistarlo durante il suo mandato come presidente.

Anche se non sembra che avremo presto una criptovaluta statunitense ufficiale, c’è stata un’ultima cosa che ho notato durante la lettura del tesoro di e-mail che Coinbase ha ottenuto; Mnuchin ha ricevuto uno spam davvero da far alzare le sopracciglia sulle criptovalute mentre era a capo del tesoro (questa potrebbe essere una delle poche cose che ho in comune con lui). Il mio preferito era quello di qualcuno che… credo stesse affermando di rappresentare l’intera umanità? La riga dell’oggetto recita “Bitcoin non è riconosciuto dal governo centrale del mondo (in cui viviamo): il vero creatore di bitcoin (nel suddetto mondo) può essere conosciuto”.

I documenti non mostrano se Mnuchin abbia mai risposto a quello. Puoi leggere l’intera cache delle e-mail CoinDesk ottenuto proprio qui, se sei così incline.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.