I tongani d’oltremare aspettano con ansia notizie dopo l’eruzione del vulcano | Notizie sui vulcani


Un’eruzione vulcanica e uno tsunami hanno interrotto le comunicazioni con Tonga, lasciando il regno del Pacifico isolato.

I tongani d’oltremare aspettano con ansia notizie sui propri cari dopo che una potente eruzione vulcanica e lo tsunami hanno interrotto le comunicazioni con il regno nell’Oceano Pacifico sudoccidentale.

Le preoccupazioni tra la comunità tongana di 85.000 persone in Nuova Zelanda sono state intensificate lunedì dalla notizia che potrebbero essere necessarie due settimane prima che le comunicazioni vengano ripristinate in seguito all’eruzione di Hunga Tonga-Hunga Haʻapai sabato.

Oltre a lasciare le persone all’oscuro del destino dei loro cari, la mancanza di Internet minaccia i tongani che dipendono dai trasferimenti di denaro dai parenti all’estero.

“Penso che la parte peggiore sia il blackout e il fatto che non sappiamo nulla”, ha affermato Filipo Motulalo, giornalista neozelandese di Pacific Media Network. “Non c’è comunicazione”, ha aggiunto.

“La nostra casa è tra quelle vicine all’area che è stata già allagata, quindi non sappiamo quanti danni ci siano”.

Shairana Ali, amministratore delegato di Save the Children Fiji, ha detto ad Al Jazeera della capitale delle Fiji, Suva, che la situazione a Tonga era “piuttosto terribile”.

“C’è un bisogno immediato di cibo e acqua perché c’è una forte caduta di cenere e di conseguenza le fonti d’acqua sono state contaminate nella maggior parte delle isole che sono state colpite”, ha detto.

“Siamo preoccupati anche per la qualità dell’aria. E la nostra preoccupazione è per i bambini che ovviamente avrebbero avuto un trauma mentale a causa di questo evento irripetibile”.

Mappa degli allarmi tsunami di Tonga

Il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern ha affermato che i funzionari hanno stabilito un contatto satellitare con l’alto commissariato del paese nella capitale di Tonga, Nuku’alofa, dopo l’eruzione che ha innescato uno tsunami che ha spazzato le coste del Pacifico dal Giappone agli Stati Uniti ed è stato ascoltato fino all’Alaska e Finlandia.

La Nuova Zelanda è stata informata che non ci sono state segnalazioni di morti o feriti nella capitale, ma che ci sono stati danni “significativi” in alcune aree.

“Direi che siamo ansiosi, non timorosi”, ha detto il segretario della comunità tongana di Auckland, Kennedy Maeakafa Fakana’ana’a-ki-Fualu.

“Speriamo che tutti stiano bene. Accettiamo che ci sia un problema con Internet, ma speriamo per il meglio”, ha detto all’agenzia di stampa AFP.

Un'immagine satellitare mostra un'eruzione di un vulcano vicino a Tonga.Uno screenshot del filmato del satellite giapponese Himawari-8 [The National Institute of Information and Communications/handout via AFP]

Fakana’ana’a-ki-Fualu, che sta organizzando l’invio di container di generi di prima necessità a Tonga, ha affermato che un guasto del cavo che impedisce l’accesso a Internet è stato un problema serio per le famiglie che dipendono dai fondi inviati dalla comunità tongana in Nuova Zelanda.

“Sarà un problema e dovremo cercare alternative”, ha detto il segretario della comunità, aggiungendo che si aspettava che il governo tongano, con il sostegno di Nuova Zelanda e Australia, “sarà in grado di fare qualcosa per dare una mano”.

Air New Zealand, nel frattempo, ha posticipato un volo di rimpatrio per Tonga a causa delle nuvole di cenere vulcanica dell’eruzione.

Il volo doveva partire da Auckland giovedì.

“Preghiamo che Dio aiuti il ​​nostro Paese in questo triste momento. Speriamo che tutti siano al sicuro”, ha detto a Radio New Zealand Maikeli Atiola, segretario della Chiesa Wesleyan di Tonga ad Auckland.

Mappa del vulcano Hunga-Tonga-Hunga-Haapai



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.