I giochi portano a casa l’esplorazione dello spazio. Ma omettono tutti i rischi

Immagina di sfrecciare nel passato asteroidi su una navicella spaziale all’avanguardia, calcolando l’aumento di velocità che otterrai superando un enorme pianeta, navigando sui rischi di radiazioni spaziali e sviluppando tecnologie plausibili e speculative per la propulsione di razzi e per setacciare risorse preziose. Non sono solo gli scienziati della NASA a studiare queste cose; con gli ultimi giochi da tavolo, tutti possono.

I giochi da tavolo sono avanzati un po’ da quando i Coloni di Catan sono entrati in scena un quarto di secolo fa. I giochi con temi spaziali, in particolare, sono proliferati negli ultimi anni, e mentre alcuni della nuova generazione di giochi assomigliano a quelli classici, un po’ come Rischio o Monopoli nello spazio, molti altri sono completamente diversi. Un candidato per il gioco più complesso è sicuramente Alta frontiera, che ha rilasciato la sua quarta edizione nel 2020 e ha altre espansioni, o “moduli”, in arrivo. Incoraggia le persone a giocare come agenzie spaziali come la NASA o Roscosmos (o aziende come SpaceX) mentre progettano razzi veloci e agili o carichi che portano gli equipaggi in mondi lontani, dove è necessario estrarre l’acqua per il carburante e estrarre minerali per costruire ancora più componenti del razzo .

Altri giochi da tavolo includono Lasciare la Terra, sulle agenzie spaziali in competizione durante la prima corsa allo spazio, SpaceCorp: 2025-2300 d.C, sulle società che esplorano il sistema solare interno ed esterno e poi stabiliscono colonie interstellari, e Progetto Gaia, dove fazioni di specie diverse competono per terraformare i pianeti vicini a loro piacimento.

In Terraformare Marte, i giocatori che agiscono come società, alcuni attenti all’ambiente e altri no, corrono per riportare in vita il mondo. Lavorano per generare un effetto di gas serra per riscaldare il pianeta, migliorano le condizioni per la crescita delle piante, aumentano il livello di ossigeno nell’aria, fanno scorrere nuovamente l’acqua in superficie e costruiscono persino città per i coloni. Se un giorno gli umani tentano di trasformare Marte in un luogo a misura di uomo, dove una passeggiata all’aperto senza tuta spaziale non significherebbe morte certa, le tecnologie che usano potrebbero essere simili a quelle immaginate in questo gioco.

Questi giochi straordinariamente avanzati, la maggior parte dei quali sono stati rilasciati negli ultimi cinque anni, portano davvero il futuro dell’esplorazione spaziale sul tavolino da caffè. Ma così facendo, eludono le controverse questioni etiche.

Ora quel mondo reale L’esplorazione dello spazio oltre la nostra atmosfera sta finalmente avvenendo, si può immaginare come tutto questo potrebbe svolgersi nella vita reale. Le visioni a lungo termine delle agenzie spaziali e dei miliardari spaziali come Elon Musk e Jeff Bezos coinvolgono tutti gli astronauti che visitano, se non si stabiliscono e costruiscono, altri mondi. Gli esseri umani torneranno probabilmente sulla luna entro cinque anni circa, grazie alla NASA Programma Artemide e a missioni cinesi e aziende come Blue Origin, Moon Express e Astrobotic. Usando quegli avamposti lunari come stazioni di passaggio in rotta verso lo spazio profondo, metteranno piede su Marte entro i prossimi due decenni. L’estrazione di acqua e materiali da costruzione probabilmente arriverà anche nella nostra vita, mentre il viaggio verso gli asteroidi e le lune di Giove e Saturno potrebbe richiedere decenni in più, poiché sono complicati dalle grandi distanze dal nostro mondo natale e dalla necessità di non- energia solare così lontano dal sole.

Alcuni giochi spaziali oggi includono tali complicazioni tecniche e logistiche ed evocano le tensioni molto reali tra le rivalità internazionali e la cooperazione internazionale nello spazio. Ma non affrontano domande più ampie, anche come hanno fatto gli esperti iniziato a discutere: La terraformazione è una buona idea? Chi deve prendere la decisione e chi dovrebbe assumersi la responsabilità dei rischi connessi? Sulla Terra, le idee per trasformare il nostro clima e l’atmosfera per combattere i cambiamenti climatici, chiamate geoingegneria, rimangono controverse (anche se un giorno potrebbero diventare necessarie). Ma la terraformazione è ancora più complessa e c’è una grande possibilità che non funzioni. E come mostra il gioco Gaia Project, terraformazione significa cose diverse per specie diverse e non può essere contemporaneamente vivibile per alieni con bisogni opposti. La maggior parte dei pianeti non può essere trasformata in un mondo di ghiaccio e una serra allo stesso tempo.

Le persone hanno anche iniziato a discutere dei pericoli dell’estrazione spaziale e delle sfide di farlo in modo sostenibile e senza deturpare le superfici di altri mondi. Ma chi decide che possono prendere le risorse spaziali solo per se stessi? E dal momento che quelle risorse non si reintegrano da sole, quanto può essere sostenibile?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.