Il leader del Myanmar estromesso Suu Kyi deve affrontare cinque nuove accuse di corruzione | Notizie di Aung San Suu Kyi


Cinque nuove accuse contro il leader deposto del Paese riguardano il noleggio, l’acquisto e la manutenzione di un elicottero utilizzato dal suo governo.

Il governo birmano insediato dall’esercito ha presentato cinque nuove accuse di corruzione contro il leader estromesso Aung San Suu Kyi in relazione alla concessione di permessi per noleggiare e acquistare un elicottero, ha affermato un funzionario.

Aung San Suu Kyi, detenuta dal colpo di stato militare dello scorso febbraio, è già sotto processo con altre cinque accuse di corruzione. Ciascuno è punito con fino a 15 anni di carcere e una multa.

Suu Kyi ha già affrontato altre accuse ed è stata condannata a sei anni di reclusione dopo essere stata condannata per importazione e possesso illegale di walkie-talkie e violazione delle restrizioni sul coronavirus.

I suoi sostenitori e gruppi per i diritti umani affermano che i casi contro di lei sono stati escogitati dai militari per giustificarne l’acquisizione e impedirle di tornare in politica.

Il governo militare ha respinto le critiche.

“Nessuno è superiore alla legge. Voglio solo dire che sarebbe stata giudicata secondo la legge”, ha detto il portavoce del governo, il maggiore generale Zaw Min Tun, quando le è stato chiesto della questione in una conferenza stampa venerdì.

La presa del potere da parte dell’esercito ha impedito ad Aung San Suu Kyi e al suo partito Lega Nazionale per la Democrazia di iniziare un secondo mandato di cinque anni al potere.

L’esercito ha affermato di aver agito a causa della diffusa frode alle elezioni generali del novembre 2020, ma i gruppi indipendenti di sorveglianza dei sondaggi hanno affermato che ci sono poche prove di ciò.

L’acquisizione è stata accolta con proteste popolari diffuse e il Myanmar è ora sconvolto da una micidiale resistenza armata al governo dell’esercito.

Secondo l’Associazione di assistenza per i prigionieri politici, l’organismo di controllo dei diritti del Myanmar, dal colpo di stato del 1° febbraio dello scorso anno sono state uccise almeno 1.469 persone e oltre 11.500 sono state detenute.

Le cinque nuove accuse riguardano il noleggio, l’acquisto e la manutenzione di un elicottero, ha affermato un funzionario legale a conoscenza del caso che ha parlato in condizione di anonimato perché non autorizzato a rilasciare informazioni.

I media statali avevano annunciato a dicembre che Suu Kyi e Win Myint, che era presidente del suo governo, sarebbero stati perseguiti ai sensi della legge anticorruzione in relazione al noleggio di un elicottero.

Il quotidiano statale Global New Light of Myanmar ha affermato che la Commissione anticorruzione ha scoperto di aver abusato del proprio potere e causato una perdita di fondi statali trascurando di seguire le normative finanziarie nel concedere il permesso all’allora ministro del benessere sociale, dei soccorsi e del reinsediamento Win Myat Sì, noleggia e compra un elicottero.

Win Myat Aye è ora ministro degli Affari umanitari e della gestione dei disastri nel governo di unità nazionale istituito come amministrazione parallela dagli oppositori del governo dell’esercito. L’organizzazione clandestina è considerata illegale dai militari.

Le altre accuse di corruzione per le quali Suu Kyi è perseguita riguardano presunta corruzione e abuso di autorità connesso ad accordi immobiliari.

È anche processata con l’accusa di violazione della legge sui segreti ufficiali, che prevede una pena massima di 14 anni.

Il governo militare ha detto che anche lei e i suoi colleghi saranno processati per presunte frodi elettorali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.