Gli allenatori della NFL hanno licenziato finora nel 2022


David Culley, che ha vinto quattro partite in una stagione come capo allenatore degli Houston Texans, è stato licenziato giovedì, aggiungendosi a un elenco crescente di allenatori della NFL che si ritrovano senza lavoro ora che la stagione regolare è terminata.

Si è unito a Joe Judge dei Giants, Brian Flores dei Dolphins, Matt Nagy dei Bears e Mike Zimmer dei Vikings, che sono stati tutti licenziati all’inizio della settimana. Vic Fangio dei Broncos è stato esonerato il 9 gennaio.

Jon Gruden dei Raiders e Urban Meyer dei Jaguars hanno lasciato i loro incarichi all’inizio della stagione.

La serie di licenziamenti di quest’anno riduce il numero di allenatori neri nella NFL a uno – Mike Tomlin degli Steelers – e dovrebbe portare un controllo extra alle ricerche di assunzione. La lega ha ampliato la sua regola Rooney nel maggio 2020 per costringere le squadre a non impedire agli assistenti allenatori di intervistare per ruoli di capo allenatore o coordinatore e nel 2018 ha iniziato a tenere un vertice annuale in cui aspiranti allenatori e direttori generali non bianchi potevano fare rete e condividere suggerimenti.

I cambi di personale di questa settimana lasciano solo un allenatore ispanico, Ron Rivera della Washington Football Team, e un allenatore arabo-americano musulmano, Robert Saleh dei Jets.

Il round di licenziamento degli allenatori quest’anno comprende diversi smantellamenti organizzativi, poiché anche i Bears e i Vikings hanno perso i loro direttori generali e i Giants hanno accettato il ritiro di Direttore Generale Dave Gettleman.

Culley è stato assunto nel gennaio 2021, poche settimane dopo che il proprietario del team Cal McNair aveva nominato Nick Caserio come direttore generale. È stato un periodo difficile per l’organizzazione, che doveva ancora fare i conti con la richiesta di scambio del quarterback in franchising Deshaun Watson, e mancava un mese al rilascio dello star pass rusher JJ Watt.

La squadra ha iniziato la stagione con l’operaio Tyrod Taylor che ha iniziato come quarterback, dando il via a una battaglia per l’efficacia all’inizio di dicembre, quando il debuttante Davis Mills è stato leggermente migliore in sollievo di Taylor, che si era infortunato al tendine del ginocchio. Mills ha iniziato 11 partite contro le sei di Taylor e i texani hanno concluso con un record di 4-13, quasi eguagliando il totale di 4-12 compilato sotto Bill O’Brien (e Romeo Crennel) nella stagione 2020 di 16 partite.

Culley, 66 anni, è stato assunto dai texani dopo 27 anni come assistente della NFL, più recentemente con i Baltimore Ravens.

I Giants hanno aspettato un giorno o due in più rispetto alle altre squadre, ma martedì hanno licenziato il loro allenatore per la terza volta negli ultimi sei anni. La partenza del giudice arriva il giorno dopo che Gettleman si è dimesso.

Mentre i proprietari della squadra hanno tradizionalmente apprezzato la stabilità, il record di 10-23 di Judge nelle sue due stagioni era troppo da ignorare. I Giants hanno perso le ultime sei partite di questa stagione, tutte con margini a due cifre.

I Giants non hanno fatto i playoff dalla stagione 2016 e non hanno vinto una partita di playoff in un decennio.

Gettleman si è meritato parte della colpa per lo scivolone dei Giants. Ha usato la seconda scelta assoluta al draft nel 2018 per selezionare il running back Saquon Barkley, che ha combattuto gli infortuni. Ha offerto importanti contratti che si sono ritorti contro per affrontare in modo offensivo Nate Solder e i ricevitori Golden Tate e Kenny Golladay. Ha firmato il ricevitore Odell Beckham Jr. per un’enorme estensione del contratto, rendendolo il ricevitore più pagato della lega, e poi lo ha ceduto a Cleveland per giocatori – Jabrill Peppers, Dexter Lawrence e Oshane Ximines – che non sono diventati delle star.

“È un eufemismo dire che io e John siamo delusi dalla mancanza di successo che abbiamo avuto sul campo”, ha dichiarato martedì Steve Tisch, co-proprietario della squadra con John Mara.

Come altri club, i Giants potrebbero concentrarsi prima sulla ricerca di un direttore generale prima di assumere il sostituto del giudice.

Il I Denver Broncos hanno licenziato l’allenatore Vic Fangio dopo tre stagioni perse.

Fangio è stato espulso il giorno dopo che i Broncos hanno perso contro i Kansas City Chiefs, 28-24, e hanno concluso all’ultimo posto nell’AFC West con un record di 7-10. I Broncos erano in lizza per un posto nei playoff nell’ultimo quarto della stagione, grazie a una delle migliori difese della lega, ma poi hanno perso le ultime quattro partite.

Denver non ha fatto la postseason dalla vittoria del Super Bowl nella stagione 2015. Fangio ha compilato un record di 19-30 in tre stagioni.

Il direttore generale dei Broncos, George Paton, che ha assunto quel lavoro quando John Elway è passato a direttore delle operazioni calcistiche nel gennaio 2021, inizierà a cercare un nuovo allenatore.

“George avrà la piena autorità per selezionare il prossimo allenatore dei Broncos”, ha dichiarato in una nota il presidente e amministratore delegato della squadra, Joe Ellis. “Questa è la sua decisione e il suo programma”.

Potrebbero esserci anche turbolenze nella scatola del proprietario. Le probabilità che il franchise venga venduto quest’anno sono aumentate dopo che un giudice è entrato Arapahoe County, Colorado, ha respinto una causa che ha contestato il testamento dell’ex proprietario Pat Bowlen, scomparso nel 2019.

Chiunque occupi il front office della squadra erediterà diverse armi offensive di punta, tra cui il ricevitore Jerry Jeudy e il tight end Noah Fant, e diversi difensori di alto livello, tra cui la safety Justin Simmons e il linebacker Bradley Chubb. La squadra ha anche cinque scelte nei primi tre round del prossimo draft.

Con una mossa sorprendente, i Dolphins ha respinto Brian Flores lunedì nonostante una stagione 9-8 e una serie di sette vittorie consecutive che ha quasi portato Miami ai playoff. Nelle sue tre stagioni come capo allenatore, Flores ha tenuto un record di 4-2 contro i New England Patriots, rivali di divisione, e Bill Belichick, il suo mentore durante i suoi dieci anni come assistente lì.

Il record di vittorie dei Dolphins nella stagione 2021, come il 10-6 dello scorso anno, non è stato sufficiente per portarli ai playoff, un’assenza che si è protratta per cinque anni.

“Ho determinato che le dinamiche chiave della nostra operazione calcistica non stavano funzionando al livello che vorrei che fosse e ho ritenuto che questa decisione fosse nel migliore interesse dei Miami Dolphins”, ha dichiarato il proprietario della squadra Stephen Ross in una nota. “Credo che abbiamo un roster giovane di talento e abbiamo l’opportunità di essere molto migliori nel 2022”.

Flores ha concluso con un record combinato di 24-25 dopo tre stagioni nel suo primo lavoro di allenatore. La squadra ha annunciato che avrebbe mantenuto il direttore generale Chris Grier.

Gli orsi ha licenziato l’allenatore Matt Nagy e il direttore generale Ryan Pace lunedì.

Nagy ha avuto un debutto spettacolare nel 2018, quando i Bears hanno chiuso 12-4 e hanno raggiunto i playoff per la prima volta in otto anni, guadagnandosi il premio Coach of the Year. Ma sono seguite due stagioni 8-8 e una stagione 6-11. Il suo mandato si conclude con un record complessivo di 34-31.

Pace è stato al club per sette stagioni. Ha assunto John Fox (14-34) e Nagy come head coach e ha arruolato il quarterback Mitchell Trubisky (oltre Patrick Mahomes) nel 2017.

Sebbene Nagy fosse stato il coordinatore offensivo a Kansas City, i Bears non hanno mai sviluppato un forte attacco dietro Trubisky. Si sono rivolti ad Andy Dalton e al debuttante Justin Fields in questa stagione con risultati per lo più scarsi.

I vichinghi licenziato l’allenatore Mike Zimmer e il direttore generale Rick Spielman lunedì.

“È tempo che una nuova leadership elevi la nostra squadra in modo da poter lottare costantemente per i campionati”, ha affermato la squadra in una nota. I Vikings non hanno fatto un Super Bowl dalla stagione 1976 e non hanno mai vinto un titolo NFL.

Zimmer è stato allenatore capo per otto stagioni, comprese tre apparizioni nei playoff. Il record è stata una stagione 13-3 nel 2017 e una trasferta al campionato NFC. Ma la squadra è stata 7-9 e 8-9 nelle ultime due stagioni. Zimmer termina il suo mandato con un record di 72-56-1.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.