Dropbox finalmente supporta nativamente i Mac M1 con la nuova beta

L’ultima beta di Dropbox ha aggiunto il supporto nativo per i Mac con processori M1, 9to5Mac rapporti. L’aggiunta è stata confermata da un community manager di Dropbox il forum aziendalie lo abbiamo verificato installando l’ultima versione beta dell’app macOS. Puoi prenderlo tu stesso questo forum Dropbox.

Il servizio ha sempre funzionato sui Mac M1 di Apple, ma fino ad ora ha dovuto utilizzare il livello di traduzione Rosetta 2 di Apple. Ciò ha consentito all’app macOS, originariamente progettata per i vecchi Mac basati su Intel, di funzionare su macchine con i nuovi processori M1 di Apple. L’offerta del supporto M1 nativo dovrebbe far sì che Dropbox abbia prestazioni migliori e consumi meno energia se utilizzato con dispositivi Apple Silicon. Detto questo, la traduzione di Rosetta è così veloce che potresti non notare alcuna differenza nell’uso quotidiano (non l’abbiamo fatto finora).

Dropbox è stata una delle ultime resistenze di alto profilo ancora priva del supporto per i processori basati su ARM di Apple. A ottobre ci sono state alcune polemiche dopo che i post sul forum dei dipendenti dell’azienda hanno suggerito che più clienti avrebbero dovuto chiedere una versione M1 nativa prima che l’azienda la sviluppasse. Il grido che seguì ha suscitato Il CEO di Dropbox ad annunciarlo pubblicamente che una versione ottimizzata per M1 dell’app macOS dell’azienda sarebbe arrivata nella prima metà del 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.