Wear OS funzionerà meglio per i mancini… alla fine

Buone notizie per i mancini di Wear OS: Google sta aggiungendo la possibilità di ruotare lo schermo sugli orologi Wear OS di 180 gradi. C’è, tuttavia, un problema: potrebbe essere necessario eseguire l’aggiornamento per ottenere la funzione.

La notizia è stata inizialmente avvistata Reddit dal giornalista Mishaal Rahman e prelevato da Android Centrale. In un Discussione di Google IssueTracker richiedendo l’orientamento dello schermo personalizzabile, uno sviluppatore ha scritto: “Il nostro team di sviluppo ha implementato la funzionalità che hai richiesto e sarà disponibile sui futuri nuovi dispositivi”. Ciò ha richiesto alcuni misto risposte. Da un lato, la funzionalità esiste. Dall’altro, è implicito che la funzione potrebbe non essere disponibile su tutti gli smartwatch Wear OS.

Se questo è il caso, è comprensibile il motivo per cui gli utenti di Wear OS sono esasperati. È consuetudine indossare l’orologio sulla mano non dominante, ovvero il polso destro per i mancini e il polso sinistro per i destri. Tuttavia, come con la maggior parte delle cose, gli smartwatch soddisfano gli utenti destrorsi. I mancini che preferiscono indossare gli orologi al polso destro devono allungare la mano per usare la corona. Ma a differenza degli orologiai analogici che avevano bisogno di fare di tutto per produrre orologi per mancini, la soluzione più semplice per gli smartwatch sarebbe semplicemente capovolgere il display. La richiesta iniziale per la funzionalità su Wear OS è stata presentata quasi quattro anni fa, nell’aprile 2018. È una lunga attesa e richiedere agli utenti di eseguire l’aggiornamento per le funzionalità di base sconvolgerà sempre alcuni clienti. A peggiorare le cose, Apple ha consentito agli utenti di Apple Watch di personalizzare l’orientamento dello schermo per anni. Per ora, l’unica opzione per gli utenti di Wear OS sono soluzioni alternative come l’app Lefty.

Detto questo, questa è la parola di uno sviluppatore. Fino a quando Google non rilascerà una dichiarazione ufficiale in cui afferma il contrario, è possibile che questo alla fine arrivi agli orologi esistenti. Dopotutto, Wear OS 3 non arriverà per la maggior parte degli orologi idonei fino alla seconda metà di quest’anno. Google ha anche affermato ripetutamente che durante questo imbarazzante periodo di transizione, si impegna a portare nuove funzionalità in Wear OS 2. L’app YouTube Music è un buon esempio di funzionalità lanciata con Wear OS 3 ma successivamente portata su Wear OS 2 nonostante rapporti iniziali. Il confine ha contattato Google per chiarire ufficialmente quali smartwatch riceveranno la funzione, ma non ha ricevuto immediatamente una risposta.

La scelta del polso su cui indossi il tuo smartwatch conta davvero un bel po’. Non solo influisce su quale lato si trovano la corona o i pulsanti, ma può anche influire sulla precisione degli algoritmi di monitoraggio del fitness. La maggior parte degli smartwatch ha algoritmi diversi per la tua mano dominante rispetto a quella non dominante. Potrebbe anche rendere l’utilizzo di determinate funzionalità, come gli ECG, scomodo o addirittura inutilizzabile. Ad esempio, il Galaxy Watch 4 di Samsung ha introdotto una nuova funzione di composizione corporea che richiede di posizionare le dita sui pulsanti dell’orologio. Come puoi vedere da questa foto, utilizzare la funzione è ridicolo se scegli di indossare lo smartwatch al polso destro e poiché Galaxy Watch 4 esegue Wear OS 3, c’è non c’è modo di cambiare l’orientamento dello schermo al momento.

Anche con la sequenza temporale incerta, è un’ottima notizia che Google stia aggiungendo questa funzione di accessibilità di base. Dovresti essere in grado di indossare il tuo smartwatch su qualsiasi polso tu voglia, e accogliere i mancini o le persone con differenze di arti avvantaggia tutti. In qualità di recensore di dispositivi indossabili, indosso sempre uno smartwatch su entrambi i polsi. Posso assicurarti che la tua esperienza con lo stesso dispositivo può variare notevolmente a seconda del polso che indossi. Ad esempio, quando ho testato Fitbit Sense sul polso destro, ho attivato costantemente il pulsante capacitivo e ho finito per registrare molti allenamenti accidentali. Tutti quei problemi sono scomparsi quando ho spostato il dispositivo sul polso sinistro, ma non sarebbe stato un problema se avessi potuto capovolgere l’orientamento. Francamente, tutto I produttori di smartwatch e fitness tracker dovrebbero essere più attenti a questo in futuro. È un peccato che la maggior parte non l’abbia già fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.