L’impennata di Omicron minaccia la ripresa economica dell’Australia | Affari ed Economia


Le aziende australiane sono alle prese con i lavoratori che sono malati o che hanno ricevuto l’ordine di isolarsi.

L’aumento di Omicron in Australia sta portando a carenze di personale che hanno interrotto le catene di approvvigionamento e ostacolato la ripresa dell’economia.

Le aziende australiane sono alle prese con il numero crescente di lavoratori malati o a cui è stato ordinato di isolarsi per essere contatti stretti. Ma il virus sta allontanando anche i clienti dalle compagnie aeree, dai settori dell’intrattenimento e dell’ospitalità, già colpiti da diversi blocchi negli ultimi due anni.

“Essenzialmente [small businesses] sono in un blocco … c’è poco supporto là fuori per aiutarli a mantenere le loro porte aperte”, ha detto mercoledì Alexi Boyd, capo del Council of Small Business Organizations, all’emittente televisiva ABC.

Le infezioni giornaliere australiane di mercoledì sono rimaste vicino ai record con circa 100.000 casi segnalati finora. Sono stati registrati quarantadue nuovi decessi, con il New South Wales che ha riportato il suo peggior giorno della pandemia con 21 decessi, sebbene sette di questi fossero decessi risalenti a settembre che sono stati aggiunti al bilancio a seguito di inchieste coronali.

La carenza di manodopera e la cautela sull’essere nei luoghi pubblici hanno soffocato la spesa delle famiglie, ha affermato il gruppo bancario australiano e neozelandese in una nota di ricerca, con la spesa all’inizio di gennaio simile alle condizioni di blocco a Sydney e Melbourne, le città più grandi dell’Australia.

Prima dello scoppio dell’epidemia di Omicron durante il periodo natalizio, l’economia aveva registrato una ripresa sorprendentemente forte. A novembre, i livelli di occupazione sono aumentati molto più velocemente del previsto poiché i blocchi del coronavirus sono stati revocati e anche le vendite al dettaglio sono aumentate per il secondo mese consecutivo.

Tra le pressioni sulle catene di approvvigionamento, la catena di supermercati Coles Group ha reintrodotto limiti di acquisto su carta igienica, alcuni prodotti a base di carne e medicinali.

‘Decimazione assoluta’

Facendo fronte alle critiche all’inizio di un anno elettorale per la sua gestione dell’epidemia di Omicron, il primo ministro Scott Morrison ha proposto di allentare le regole di isolamento per i lavoratori asintomatici prima di una riunione del gabinetto nazionale prevista per giovedì.

Il capo della Chapel Street Precinct di Melbourne, un ente di marketing locale che rappresenta circa 2.200 entità commerciali, ha affermato che la controversia sulla superstar del tennis Novak Djokovic ha “creato la distrazione perfetta” per il Premier del Victoria Daniel Andrews e Morrison.

“[The Djokovic case] significa che non si sta concentrando abbastanza attenzione sulla decimazione assoluta delle piccole imprese”, ha affermato il direttore generale Chrissie Maus.

Un tribunale australiano lunedì ha annullato la decisione del governo di annullare il visto di Djokovic per questioni sul suo status di esenzione medica, ma deve ancora affrontare la minaccia di espulsione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.