Lime lancia le sue nuove bici elettriche a Washington, DC come parte di un blitz da 50 milioni di dollari

Le bici elettriche di nuova generazione di Lime stanno finalmente facendo il loro debutto in Nord America. Quasi un anno dopo aver annunciato i suoi piani per spendere 50 milioni di dollari per un’importante espansione di biciclette elettriche, la società di micromobilità con sede a San Francisco afferma che distribuirà la prima ondata di nuove biciclette a Washington, DC, a partire da questa settimana.

Lime afferma che le nuove biciclette sono notevolmente migliorate rispetto a quelle attualmente in servizio, che la società ha ereditato da Jump dopo aver acquisito la società di bike-sharing da Uber nel 2020. L’investimento di 50 milioni di dollari sarà destinato in gran parte alla progettazione, produzione e assemblaggio della sua prossima bici. bici di generazione, che iniziano a essere lanciate quest’anno. Il nuovo modello è dotato di un motore più potente da 350 watt e di una batteria sostituibile in grado di raggiungere un’autonomia fino a 25 miglia.

Oltre a un nuovo cambio automatico a doppia velocità, le biciclette sono dotate anche di batterie intercambiabili intercambiabili con la flotta di scooter elettrici dell’azienda. Ciò migliorerà l’esperienza del cliente, ha affermato il direttore delle operazioni del Medio Atlantico e del Nordest di Lime, rendendo meno probabile l’incontro con veicoli con batterie scariche.

“Ora possiamo effettivamente ottenere le batterie più velocemente”, ha detto Paul Holley di Lime Il confine. “Non hai tanti veicoli a batteria scarica sul campo. I tempi di consegna delle nostre attività sono molto più rapidi”.

Andrew J. Hawkins / The Verge

Le batterie intercambiabili sono sicuramente la novità più importante della nuova e-bike di Lime. Lime considera la possibilità di scambiare le batterie tra scooter e biciclette non solo come un bene per i clienti, ma anche come risultato economico. Lime consente di risparmiare denaro sia semplificando il processo di produzione che operativamente riducendo la quantità di lavoro che deve essere eseguita dai suoi team che lavorano in ogni città.

“Quando unifichi quell’ecosistema di batterie e lo isoli in una singola batteria, ciò che fa davvero è aumentare la densità del lavoro che deve essere svolto sul campo”, ha affermato Holley. “Quindi ora non devi necessariamente avere due squadre separate che stanno semplicemente finendo nella propria corsia e stanno facendo le proprie cose”.

Non tutte le aziende di scooter e biciclette sono convinte. Bird, ad esempio, ha individuato una posizione opposta, sostenendo che le batterie sostituibili sono in genere più piccole e mantengono meno carica di quelle non sostituibili. La società ha anche affermato che le batterie intercambiabili hanno un’impronta di carbonio maggiore perché richiedono più chilometri percorsi dai veicoli per recuperare, sostituire e ricaricare gli scooter.

Holley ha affermato che le batterie intercambiabili non si traducono necessariamente in meno potenza o autonomia inferiore; Lime può scegliere di installare batterie più grandi, se lo desidera. “Possiamo farlo nel contesto e nei confini di un ecosistema di batterie intercambiabili”, ha affermato. “Puoi andare su e giù in termini di dimensioni, autonomia, ampere e tutti quei tipi di cose.”

Ci sono altre novità sulla bici: il manubrio viene sostituito con uno simile agli scooter di Lime, c’è un supporto per il telefono nel cestino anteriore e la bici sarà in grado di raggiungere velocità fino a 20 miglia all’ora (a seconda delle normative locali). Pesa 72 libbre, che è più pesante delle bici elettriche Citi da 65 libbre.

Ho avuto la possibilità di provare una delle nuove bici di Lime alla fine dell’anno scorso. Guidando la bici da Brooklyn a Lower Manhattan, sono rimasto colpito dalla capacità del motore di erogare energia. La spinta è stata quasi istantanea per quanto ho potuto dire, senza nessuno degli scatti o il lento accumulo del motore di alcune e-bike minori. È tutt’altro che l’e-bike più sexy che abbia mai guidato, ma è in base al design poiché le e-bike di Lime sono costruite per potenza, stabilità e durata.

Detto questo, non credo che le persone che usano il bike-sharing abbandoneranno le loro e-bike preferite e si riverseranno sui nuovi modelli di Lime. Il bike-sharing è uno strumento di convenienza e generalmente i clienti utilizzano la bicicletta più vicina alla loro posizione.

Lime manterrà in funzione le sue bici Jump rosso ciliegia, senza piani per eliminare gradualmente quelle a favore delle nuove e-bike a marchio Lime. La società ha dichiarato di voler essere un fornitore multimodale di molti diversi tipi di veicoli elettrici a bassa velocità. Nel 2020, Lime ha aggiunto le e-bike senza pedali di Wheels alla sua app in diverse città come parte di un nuovo sforzo per integrare fornitori di micromobilità di terze parti. E ha anche lanciato ciclomotori elettrici in diversi mercati, tra cui Parigi e Washington, DC.

È fantastico vedere Lime investire in nuove specifiche tecniche nel tentativo di ampliare le offerte disponibili nella sua app. Gli scooter sono buoni per i turisti o le persone che sono fuori per una breve gita. Ma le biciclette sono migliori per le distanze più lunghe e le e-bike, in particolare, sono ottime per sostituire i viaggi in auto. A questo proposito, Lime avrà uno strumento davvero potente nel suo arsenale per la sua più ampia campagna di promozione del trasporto elettrico a zero emissioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.