Spotify chiude il suo omonimo studio di podcast

Spotify sta sciogliendo il suo studio di podcast fondatore e licenziando parte del team. Lo racconta un dipendente colpito Il confine che Studio 4, o Spotify Studios come è stato fatto riferimento esternamente, consisteva da 10 a 15 dipendenti e produceva spettacoli come Sezionare e Chapo: Kingpin in prova. Spotify ha chiamato venerdì i dipendenti interessati e ha detto che i loro ultimi giorni sarebbero stati il ​​21 gennaio. Riceveranno due mesi di licenziamento. Alcuni dipendenti sono stati riassegnati mentre altri sono stati licenziati e hanno indicato la bacheca di lavoro di Spotify. Anche la capo dello studio, Gina Delvac, è stata lasciata andare.

Spotify ha rifiutato di commentare. In una nota allo staff di Spotify ottenuta da Il confine, tuttavia, Julie McNamara, capo degli studi e dei video statunitensi, ha riconosciuto i licenziamenti e ha affermato che la chiusura dello studio consentirebbe all’azienda di “muoversi più velocemente e fare progressi più significativi e facilitare una collaborazione più efficace all’interno della nostra organizzazione”.

Per un’azienda che condivide le notizie dei suoi sforzi di podcasting più ovunque possibile, Studio 4 raramente, se non mai, si è presentato alla stampa. (Ne ho documentato solo un uso pubblico.) Tuttavia, Studio 4 fa occasionalmente compaiono rapporti sugli utili come Spotify Studios. È stato il primo studio di podcasting creato da Spotify ed era composto da tutti i dipendenti che lavoravano al podcasting prima delle principali acquisizioni di rete dell’azienda. Successivamente sono stati assunti altri dipendenti, ma il gruppo iniziale ha contribuito a dimostrare il modello di business del podcasting e l’interesse degli ascoltatori con spettacoli come Amy Schumer presenta: 3 ragazze 1 Keith, afferma un ex dipendente che ha chiesto di non essere identificato a causa del lavoro in corso nel settore.

Il team alla fine ha completato le offerte degli studi interni di Spotify, comprese le sue tre reti acquisite: Parcast, Gimlet e The Ringer. Il nome Studio 4 è letterale, in quanto è il quarto studio su Spotify. È anche, come mi ha detto un dipendente di Spotify, “insulto” alle persone che ci lavorano, dato che non ha identità di marca o dichiarazione di intenti. Dicono che spesso funzionasse più come un “cassetto spazzatura” per progetti che non trovavano una casa all’interno delle altre tre reti.

“Quando hai Studio 4, è come, ‘Beh, se tutte queste caselle sono già selezionate da tutti questi altri studi, allora dove ci lascia davvero?’ e quindi mi è sembrato che non ci fosse un chiaro mandato di ciò che Studio 4 avrebbe dovuto fare”, afferma il dipendente interessato.

Sebbene lo studio non avesse le sue iniziative chiare, i suoi contenuti coprivano musica e artisti, nonché accordi con celebrità e contenuti ospitati da influencer.

“Molti dei successi che gli Spotify Studios hanno avuto non sono mai stati realmente espressi perché la leadership era sempre in agitazione”, dice l’ex dipendente, sottolineando che Liz Gately precedentemente eseguito lo studio ma era allora mescolato in un nuovo ruolo. Delvac ha preso il sopravvento, e nel mese di settembre McNamara è stato assunto per supervisionare il team sotto Courtney Holt, VP del podcasting globale. (Sopra Holt siede Dawn Ostroff, chief content and advertising officer.)

“Non ho mai sentito nessuno menzionare Studio 4 per nome o indicare nessuno dei lavori o degli spettacoli che abbiamo fatto come qualcosa da celebrare”, dice il dipendente interessato. “Siamo stati intenzionalmente ignorati nelle spiegazioni su metriche, crescita, ascolto e tutto quel genere di cose”.

“Quando attraversi un anno di quello… in cui sei dietro le quinte e crei cose, e semplicemente non ottieni l’amore o lo splendore che ottengono gli altri studi, penso che ciò causi un un sacco di pensieri legittimi che ti passano per la testa del tipo, ‘Ehi, cosa ne pensa lo studio di alto livello della comunità esecutiva di Spotify, cosa stiamo facendo e quanto facilmente potrebbero nasconderlo sotto il tappeto? “cosa che alla fine hanno fatto”, aggiunge l’ex dipendente.

Il team ha prodotto di recente la programmazione come Vicini ficcanaso, abbiamo detto quello che abbiamo detto, e Laboratori di droga, oltre a programmi per i partner come lo speciale delle vacanze 2020 del principe Harry e Meghan Markle. L’ex dipendente dice che uno spettacolo, Vento di cambiamento, è stato prodotto dallo studio, ma è stato poi affidato a Gimlet per supervisionare il prossimo rilascio nella partnership dei Pineapple Street Studios — Benvenuto nella tua fantasia. Dicono i successi sono stati dati via.

Dall’inizio di Studio 4, Spotify ha speso milioni non solo per l’acquisto di nuovi studi e reti, ma anche per assicurarsi accordi di alto profilo con grandi nomi di podcast come Joe Rogan, Alex Cooper di Chiamala papàe Dax Shepard di Esperto in poltrona. Si è anche concentrato fortemente sulla sua tecnologia pubblicitaria con l’acquisizione della società di hosting Megaphone, che è stata il fulcro della maggior parte degli annunci dell’azienda lo scorso anno. Tuttavia, Spotify non ha condiviso i numeri su come stanno andando le sue entità acquisite.

Sebbene Spotify dica più podcast che mai sulla sua piattaforma, un agosto Business Insider rapporto ha affermato che la stessa Gimlet ha lottato per crescere all’interno dell’azienda tecnologica a causa di “strategie poco chiare” e “tensioni interne”. Aveva il numero più basso di tutti e quattro gli studi in termini di ore di consumo nelle metriche trapelate per settembre 2020. Nel frattempo, un Vergogna rapporto ha rilevato che le esclusive con licenza di Spotify, in particolare lo spettacolo di Joe Rogan, potrebbero aver perso una fetta significativa del suo pubblico nel passaggio alla piattaforma.

Per ora, Spotify non ha detto come verranno prodotti i programmi dei partner andando avanti e cosa accadrà agli spettacoli attualmente in produzione. La programmazione originale vivrà ovviamente all’interno delle tre reti acquistate da Spotify, ma la chiusura di Studio 4 mostra che Spotify non è stato in grado di creare da zero un team di produzione completamente indipendente.

Quando è stato chiesto quale fosse il più grande spettacolo dello studio, o cosa le persone dovrebbero sapere, il dipendente interessato non ha saputo nominarne uno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.