Il nuovo pannello QD-OLED di Samsung Display può raggiungere una luminosità di 1.000 nits per un HDR migliorato

Le specifiche principali per i nuovi televisori QD-OLED di Samsung Display sono state rivelate dalla società di certificazione di terze parti SGS, il Lo ha annunciato il produttore di display sudcoreano. Secondo SGS, i nuovi pannelli sono in grado di raggiungere una luminosità di 1.000 nit e possono visualizzare oltre il 90 percento dello spazio colore BT.2020, che rappresentano entrambi miglioramenti sostanziali rispetto agli attuali TV OLED sul mercato, altrimenti noti come WOLED.

I dati sono in linea con quelli diffusi dal canale YouTube LinusTechTips (LTT) la scorsa settimana, in un video sponsorizzato da Samsung Display. Quindi è da notare che queste specifiche relativamente impressionanti sono state ora convalidate da una società di certificazione indipendente, anche se solo in parte.

Il video di LinusTechTip confronta le specifiche del QD-OLED con l’OLED G1 di LG, che era il suo fiore all’occhiello dello scorso anno e ha un pannello OLED Evo. Secondo LTT, il QD-OLED di Samsung Display ha raggiunto quasi 200 nits in luminosità a schermo intero, salendo a 1000 nits su una patch del 10% e 1500 nits su una porzione del 3% dello schermo (in generale, meno di uno schermo OLED ha per illuminare, più luminoso può diventare). In contrasto, Rtings recensione dell’LG G1 ha raggiunto un picco massimo di 167 nits nella luminosità dello schermo intero, 827 nits su una finestra del 10 percento e 846 su una finestra del 2 percento.

Secondo quanto riferito, i nuovi pannelli QD-OLED hanno anche una gamma di colori straordinariamente ampia rispetto al G1. Sebbene il nuovo pannello di Samsung possa visualizzare oltre il 90% dello spazio colore BT.2020 e il 120% dello spazio colore DCI-P3 secondo SGS, Rtings riporta che il G1 può visualizzare solo circa tre quarti dello spazio BT.2020 e circa il 100% di DCI-P3.

È importante sottolineare che il nuovo pannello di Samsung Display sembra raggiungere questo obiettivo senza sacrificare i vantaggi esistenti dei display OLED. Questi includono neri puri in cui non viene emessa alcuna luce, per non parlare degli eccellenti angoli di visione rispetto ai tipici televisori LCD. In effetti, SGS afferma che gli angoli di visione dei QD-OLED di Samsung Display sono persino migliori degli OLED esistenti, mantenendo l’80 percento di luminanza se visti da un angolo di 60 gradi rispetto al 53 percento di un OLED convenzionale.

Un avvertimento importante è che tutti questi confronti sono stati fatti con l’ammiraglia di LG del 2021, che dovrebbe essere sostituita quest’anno quando rilascerà una nuova gamma di TV OLED. LG Display ha anche una nuova generazione di pannelli OLED, soprannominati OLED EX, che secondo loro offrono livelli di luminosità aumentati fino al 30%. Resta da vedere se questo sia sufficiente per rimanere competitivi con i nuovi pannelli Samsung.

Dovremo ancora aspettare che le TV consumer arrivino effettivamente sul mercato utilizzando entrambi i pannelli prima di poter essere completamente sicuri di queste letture, ma sembra una serie impressionante di risultati per l’ultima tecnologia di Samsung Display. E il braccio display di Samsung produce pannelli per una varietà di aziende, quindi non saranno solo i televisori Samsung a trarne vantaggio.

Rimane ancora la domanda su quando, esattamente, i nuovi pannelli di Samsung Display saranno effettivamente in vendita. È interessante notare che la prima TV QD-OLED ad essere annunciata non era di Samsung Electronics, ma era invece di Sony che ha affermato che il suo Bravia XR A95K utilizzerà un pannello QD-OLED di Samsung Display. Alienware ha anche un monitor per computer QD-OLED in lavorazione. Nessuno sa quando Samsung Electronics rilascerà una propria TV QD-OLED.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.