In che modo la vittoria di Kansas City influisce sull’immagine dei playoff della NFL


La finestra per rivendicare la testa di serie dell’AFC si stava chiudendo rapidamente. Kansas City, che aveva ceduto la sua presa sulla testa di serie numero 1 con la sconfitta della scorsa settimana contro Cincinnati, ha seguito i Denver Broncos per tre quarti e mezzo.

Al secondo down, nel profondo del territorio di Kansas City, il running back dei Broncos Melvin Gordon si è preparato a prendere un passaggio di mano dal quarterback Drew Lock, ma Melvin Ingram, che Kansas City ha acquisito alla scadenza commerciale di novembre, lo stava adocchiando. Prima che Gordon potesse afferrare saldamente la palla, Ingram era entrato nel backfield sbloccato e l’aveva liberato. Il suo compagno di squadra, il linebacker Nick Bolton, ha raccolto la palla e si è lanciato verso la end zone con Lock al seguito.

Il punteggio di 86 yard e la conseguente conversione di due punti hanno dato a Kansas City la vittoria di cui aveva bisogno, 28-24, per rivendicare eventualmente la testa di serie n. 1, il vantaggio sul campo di casa e un addio al primo turno nei playoff. Perché ciò accada, i Chiefs avrebbero bisogno che i Tennessee Titans, che attualmente sono la squadra di punta dell’AFC, perdessero domenica contro gli Houston Texans. Se i Titans vincono, Kansas City (12-5) non scenderebbe al di sotto della testa di serie n. 2 e ospiterebbe la testa di serie n. 7 nel primo turno dei playoff della NFL.

In una partita che Kansas City doveva vincere per avere qualche possibilità di migliorare il suo seeding, ci sono voluti superare disavventure autoinflitte per superare una squadra dei Broncos (7-10) che aveva poco per cui giocare oltre a cercare di scattare un 12 Una serie di sconfitte consecutive che risalgono a novembre 2015. Denver era già stato eliminato dalla contesa dei playoff e ha giocato senza i cornerback titolari Pat Surtain II e Ronald Darby contro uno dei più potenti attacchi di passaggio della NFL.

Ma Denver ha costruito un vantaggio sorprendente all’inizio di sabato dietro il backup Lock, che aveva 12 su 24 con 162 yard. Il quarterback ha avuto due touchdown veloci nel primo tempo, di cui uno su un gioco da terzo down in cui nessuno dei difensori di Kansas City lo considerava un corridore, e ha ballato nella end zone relativamente intatto per portare i Broncos in vantaggio, 14- 7.

La difesa riabilitata di Kansas City sembrava tornare alla forma di inizio stagione nel momento peggiore possibile. Gordon ha squarciato la difesa di Kansas City per 110 yard, incluso un punteggio nel terzo quarto. Durante il gioco, Gordon ha preso un passaggio di mano da Lock e ha aggirato tra i difensori di Kansas City su uno scamper di 47 yard nella end zone per portare i Broncos, 21-17.

Ma Kansas City ha cavalcato gli alti e bassi di questa stagione incoerente, e lo ha fatto di nuovo in quest’ultima partita della stagione regolare, appoggiandosi al suo attacco per spingere la palla in campo quando era assolutamente necessario segnare, nonostante gli infortuni a molti dei giocatori della squadra giocatori di posizione di abilità.

Tyreek Hill, il ricevitore elettrico di Kansas City, era dentro e fuori dal gioco a causa di un infortunio al tallone destro. Il running back Clyde Edwards-Helaire è rimasto fuori per un infortunio alla spalla.

Il primo passaggio di touchdown della partita di Mahomes è stato un tiro corto per il tight end Travis Kelce sul drive di apertura di Kansas City. Il secondo punteggio di touchdown della squadra è arrivato su una corsa fisica di 14 yard dal running back Jerick McKinnon.

Ma in una partita segnata da contrasti mancati e guasti sul fronte difensivo e secondario, il big play di Ingram e il ritorno di Bolton hanno assicurato la vittoria e hanno mantenuto vive le speranze di Kansas City di conquistare la testa di serie dell’AFC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.