La società di scooter elettrici di Ford si sta ritirando da qualsiasi città che non limiti la concorrenza

Spin, la società di scooter elettrici di proprietà di Ford, ha annunciato venerdì un’importante ristrutturazione in cui si ritirerà da “quasi tutti i mercati dei permessi aperti”. Più in particolare, Spin sta iniziando a uscire da “alcuni” mercati statunitensi, Germania e Portogallo, e “prevede” di chiudere in Spagna già a febbraio.

Andando avanti, Spin afferma che si concentrerà su “mercati con fornitori limitati”, in cui solo un numero designato di aziende di scooter può competere in una località, negli Stati Uniti, in Canada e nel Regno Unito. Spin vede “il doppio delle entrate per veicolo” in mercati con fornitori limitati, secondo Ben Bear, CEO di Spin.

“Questa decisione di ristrutturare ha un impatto su circa un quarto del nostro personale”, ha detto Bear, il che sembra significare che saranno licenziati. Bear ha affermato che Spin offrirà pacchetti di fine rapporto ai “dipendenti interessati”, insieme a “uno stipendio aggiuntivo che potrebbe essere assegnato per i servizi di ricollocamento”. Ha aggiunto che il personale a cui sono stati forniti laptop aziendali sarà autorizzato a tenerli.

Bear si è lamentato dei “mercati dei permessi aperti”, che consentono a più società di scooter di operare in un mercato. Apparentemente si sono rivelati una forte concorrenza per Spin. Bear ha affermato che le dinamiche del mercato “rendono difficile identificare un percorso chiaro verso la redditività”.

Spin è stata acquisita da Ford nel 2018. La società ha annunciato un piano di espansione aggressivo nel 2019 e si è espansa in Europa nel 2020. Dopo l’annuncio di venerdì, tuttavia, sembra che la società stia spostando la propria attenzione sull’immediato futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.