I lavoratori Amazon ora riceveranno solo una settimana di PTO COVID

Amazon ha cambiato la sua politica della presa di forza per i lavoratori costretti alla quarantena, come riportato da CNBC e il giornale di Wall Street. La polizza si è ridotta a una settimana (o 40 ore) di riposo, in calo rispetto alla durata iniziale di 14 giorni, che è ancora menzionata su un Pagina di assunzione di Amazon (attraverso Coinvolgere) ma era già stato ridotto a dieci giorni. CoinvolgereIl rapporto di Amazon include un estratto dell’avviso di Amazon ai dipendenti in merito al cambiamento, citando le raccomandazioni aggiornate del CDC secondo cui le persone che sono risultate positive al COVID dovrebbero isolare per cinque giorni, purché i loro sintomi siano scomparsi.

Amazon non è la sola a cambiare le sue politiche insieme al governo federale. Come Coinvolgere fa notare Walmart ha anche ridotto il numero di ore della presa di forza ottengono i dipendenti che contraggono il COVID. Ci sono stati anche rapporti di lavoratori malati in tutto il paese che hanno perso le protezioni dopo la scadenza dell’American Rescue Plan il 30 settembre, lasciando i governi statali e locali (e i singoli datori di lavoro) a decidere autonomamente le regole.

La nuova guida del CDC, pubblicata alla fine di dicembre, ha ridotto il tempo di isolamento raccomandato da dieci giorni a cinque. Gli esperti di salute pubblica hanno affermato che è supportato dalla ricerca, ma alcuni hanno espresso preoccupazione per il ritorno al lavoro dei dipendenti ancora malati. Secondo una copia della politica rivista di Amazon vista da Il confine, sono disponibili “ulteriori opzioni di congedo per le persone che rimangono sintomatiche oltre una settimana”.

Per alcuni dipendenti, la loro situazione economica potrebbe costringere a tornare al lavoro se non vengono pagati per rimanere a casa, indipendentemente dalla politica aziendale in materia di malattia.

Amazon non ha una singola direttiva su come i suoi dipendenti d’ufficio torneranno al lavoro di persona, optando invece per lasciare che i singoli team decidano quanto del loro lavoro dovrebbe essere remoto. Questo, ovviamente, non è il caso per i lavori che devono essere di persona, come i magazzinieri di Amazon, gli autisti delle consegne, il personale IT che lavora sui server AWS e altro ancora. Amazon ha ripristinato il suo mandato di maschera per i magazzinieri a dicembre dopo averlo revocato a novembre.

Amazon non ha risposto immediatamente Il confinela richiesta di commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.