Il CES ha avuto un anno piuttosto buono

Un altro anno del Consumer Electronics Show si è concluso, ed è stato strano: le settimane che lo hanno preceduto sono state piene di cancellazioni dovute a Omicron, e di conseguenza lo show floor era praticamente vuoto. Le presentazioni principali mancavano del consueto spettacolo; lo sfarzo fu oscurato dalla circostanza.

Tuttavia, io mi sono trovato sorpreso per rendersi conto che il CES 2022 è stato un anno leggermente migliore della media per lo spettacolo. Non sono stati annunciati e spediti prodotti che scuotessero il settore, ma questo non accade quasi mai al CES e l’aspettativa che dovrebbe essere stata sempre sbagliata.

Invece, abbiamo visto alcuni miglioramenti davvero buoni sulla tecnologia che verrà effettivamente distribuita, il che non è sempre il caso al CES. Ecco solo alcuni dei miei preferiti:

  • Dell XPS 13 Plus è una rivisitazione in grassetto (forse troppo audace) di un design classico per laptop. È un peccato che l’azienda abbia mescolato alcune idee interessanti con una ovviamente negativa: far cadere il jack per le cuffie.
  • AMD e Intel entrambi avevano annunci di chip che dovrebbero portare ad alcuni computer solidi (anche se una rivoluzione a livello M1 non è ancora sul tavolo per i PC).
  • L’ecosistema della casa intelligente si sta preparando per un grande anno con prodotti più ambiziosi progettati per funzionare effettivamente insieme al nuovo standard Matter.
  • C’è un monitor curvo che puoi ruotare di 90 gradi in modo che piombi sopra la tua testa.
  • Un robot domestico che potrebbe effettivamente essere utile perché non cerca di fare nulla di troppo futuristico, ma fornisce solo il servizio di aiutare le persone con problemi di mobilità a trasportare cose.
  • La nuova tecnologia OLED Quantum Dot che dovrebbe consentire agli schermi OLED di essere molto più luminosi, inoltre c’è l’intrigo del CES di Sony che annuncia una TV con un pannello Samsung prima che Samsung stessa annunciasse una TV.
  • Un proiettore portatile che riesce a risolvere i problemi reali legati ai proiettori portatili. Era quasi come se il product manager usasse questi tipi di prodotti e capisse i loro problemi.
  • Un Chromebook che si inserisce nel posto di fascia alta che è stato frustrantemente vuoto da circa due anni.

Poi ci sono le cose che probabilmente non verranno mai spedite ma che vale la pena esaminare come i concetti che sono. Non perché siano esempi ispiratori di innovazione degli hashtag, ma perché rivelano l’id della tecnologia di consumo: aziende che vogliono disperatamente che tu creda che siano innovative, rispettose dell’ambiente e hanno roadmap pluriennali che sono effettivamente realistiche.

Sto parlando di auto elettriche, ovviamente. Il CES è tanto uno spettacolo automobilistico quanto uno spettacolo di gadget – e le auto sono tutti gadget ora, comunque.

C’era una concept car che era semplicemente sfacciatamente divertente perché era bella e perché nessuno pretendeva che si sarebbe trasformata in un prodotto reale. Questo sarebbe l’uso di E Ink da parte di BMW sui pannelli della carrozzeria di un iX per dargli la possibilità di passare dal nero al bianco premendo un interruttore.

Ma ci troviamo in un momento strano in cui ogni produttore di automobili deve proiettare seriamente che stanno passando all’elettrico ma la maggior parte di loro deve ancora spedire veicoli elettrici su scala significativa. Il che significa che il CES 2022 è stato riempito con più del solito quota di concept car e promesse sottilissime che in [insert year here], l’azienda sarà completamente elettrica.

Quindi sono chiaramente scoraggiato dalle concept car quest’anno, ma ho anche un po’ di simpatia perché in questo preciso momento i problemi della catena di approvvigionamento rendono difficile l’avvio di qualsiasi cosa nuova. Il CES è il luogo dell’hype tecnologico, quindi non sorprende che le case automobilistiche vi partecipino. Ma quando la tecnologia pubblicizzata è una categoria di dispositivi che potrebbe essere una parte essenziale dell’eliminazione del nostro uso di combustibili fossili, la mia simpatia non arriva così lontano come sarebbe altrimenti. Noi bisogno I veicoli elettrici devono essere reali e diffusi, quindi guardare concetti che probabilmente sono vaporware fa più male che se si trattasse di un monitor di fantasia o di uno strano robot finto.

Ma guarda lontano dalle concept car (tranne quella E Ink – quella è ancora bella). C’erano un sacco di laptop pedonali, dispositivi indossabili e vari altri gadget che usciranno sicuramente quest’anno e sembreranno sicuramente miglioramenti rispetto a quelli precedenti. Niente degno dei loro keynote, ma tutto sommato un bottino abbastanza decente per uno strano anno al CES.

Ecco un esempio rappresentativo: uno degli annunci preferiti dallo staff qui su Il Verge era la TV OLED da 42 pollici di LG. Ci è piaciuto non perché fosse un enorme televisore a parete, ma perché era piccolo e utile. Riempie un buco che doveva essere riempito: una TV con una qualità dell’immagine superba che funziona in una stanza più piccola (o, in alternativa, un’opzione potenzialmente interessante per un monitor da gioco).

Eccone un altro: L’Oreal ha creato un gadget per capelli che combina una cartuccia di colorante con un pennello con setole vibranti. Gestisce la quantità di colorante e rende l’applicazione molto più facile. Non è abilitato per il Wi-Fi. Non c’è nessuna app. Non supporta il Bluetooth. Sembra fantastico in parte perché manca di queste cose e il tempo che sarebbe stato sprecato per costruire quella tecnologia è stato invece impiegato per progettarlo per il suo scopo effettivo.

Questo è ciò che intendo quando dico che è stato un anno abbastanza buono per il CES. C’erano più gadget che sembravano più utili quest’anno, rendendo il vaporware più facile da ignorare. Praticità: che concetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.