Il Sundance Film Festival diventa virtuale, i Grammy rinviati per problemi di omicron

Sia i Grammy Awards che il Sundance Film Festival hanno cambiato i loro piani per il 2022 a causa di un aumento dei casi di COVID-19 in tutto il paese (tramite CNBC e Indiewire). Lo spettacolo dei Grammy Awards è stato rinviato fino a nuovo avviso e il Sundance Film Festival diventerà virtuale, piuttosto che rischiare un evento di persona.

La cerimonia della 64a edizione dei Grammy Awards era prevista per il 31 gennaio, ma come riportato in a post sul sito web dei Grammy Awards, CBS e la Recording Academy hanno deciso di respingerlo “dopo un’attenta considerazione e analisi con i funzionari della città e dello stato, esperti di salute e sicurezza”. Non si fa menzione di una data riprogrammata, ma la CBS e la Recording Academy affermano che “sarà annunciato presto”. I Grammy Awards sono stati rinviati l’anno scorso a causa della pandemia e si è tenuto a marzo senza pubblico dal vivo. Ascolto per la trasmissione dei Grammy 2021 secondo quanto riferito ha raggiunto un minimo record.

L’amministratore delegato del Sundance Institute Joana Vicente e la direttrice del festival Tabitha Jackson hanno annunciato piani modificati per il Sundance Film Festival, con lo spettacolo con sede nello Utah in onda esclusivamente online. Inizialmente doveva essere un evento ibrido, ma gli organizzatori del festival hanno deciso di passare al virtuale, citando l’elevata trasmissibilità della variante omicron. Il Sundance Film Festival inizierà comunque il 20 gennaio e consisterà in 11 giorni di programmazione online, con alcune modifiche al programma delle proiezioni. Il COVID-19 ha avuto un impatto anche sul Sundance Film Festival lo scorso anno: non solo l’evento si è tenuto online, ma gli effetti della pandemia sono stati abilmente intrecciati in alcuni dei film in primo piano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.