Il parlamento francese approva il piano di vaccinazione contro il COVID-19 di Macron | Notizie sulla pandemia di coronavirus


I funzionari sperano che il disegno di legge entri in vigore entro il 15 gennaio mentre la Francia affronta un’impennata dei contagi.

Il parlamento francese ha approvato i piani del presidente Emmanuel Macron per un pass per il vaccino contro il COVID per aiutare a frenare la diffusione della variante Omicron dopo un tumultuoso dibattito suscitato dai commenti di Macron secondo cui voleva “incazzare” i non vaccinati.

Macron ha dichiarato al quotidiano Le Parisien all’inizio di questa settimana che voleva rendere la vita di coloro che rifiutavano il vaccino COVID-19 così complicata spingendoli fuori dai luoghi pubblici che sarebbero finiti per essere presi a pugni.

Il linguaggio volgare di Macron appena tre mesi prima delle elezioni presidenziali è stato ampiamente visto come politicamente calcolato, attingendo a una crescente frustrazione pubblica contro i non vaccinati.

Più del 90 percento di quelli sopra i 12 anni ha ricevuto almeno due dosi, mostrano i dati del governo. Il ministro della Sanità Olivier Veran ha affermato che un numero record di persone dal 1° ottobre ha ricevuto un primo colpo mercoledì dopo la pubblicazione dei commenti di Macron.

I legislatori della camera bassa hanno approvato un progetto di legge giovedì compreso il pass per il vaccino poco dopo le 5:00 ora locale (04:00 GMT) dopo una sessione notturna con un margine di 214 a 93. Molti di coloro che hanno votato contro il disegno di legge provenivano dal all’estrema destra o completamente a sinistra.

La legislazione passerà al Senato prima del voto finale dell’Assemblea nazionale.

Per mesi, le persone in Francia hanno dovuto mostrare la prova della vaccinazione o un test COVID-19 negativo per entrare in luoghi come cinema e caffè e utilizzare i treni.

Ma con l’aumento delle infezioni delle varianti Delta e Omicron, il governo ha deciso di abbandonare l’opzione di test nel nuovo disegno di legge.

Le regole del pass per il vaccino si applicheranno a coloro che hanno più di 16 anni e non più di 12 come inizialmente previsto dal governo.

I paesi europei sono divisi su come costringere i cittadini a vaccinarsi.

L’Italia mercoledì ha reso obbligatoria la vaccinazione COVID-19 per le persone di età superiore ai 50 anni, con insegnanti e operatori sanitari già obbligati a fare il vaccino. Il primo ministro britannico Boris Johnson ha sbattuto contro coloro che rifiutano la vaccinazione, ma ha affermato che non costringerà nessuno a farsi una vaccinazione.

Il primo ministro Jean Castex ha affermato che i paesi che si sono mossi verso le vaccinazioni obbligatorie come l’Italia e l’Austria hanno tassi di vaccinazione inferiori rispetto alla Francia.

Castex ha anche affermato che la Francia era pronta a passare a un quarto vaccino contro il COVID quando fosse il momento giusto.

Mercoledì, la Francia ha registrato un record di oltre 332.000 nuovi casi di COVID-19 nelle ultime 24 ore e altri 246 decessi negli ospedali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.