Gli apparecchi acustici Eargo 6 possono adattarsi automaticamente al tuo ambiente

Sebbene gran parte della tecnologia sanitaria mostrata al CES sia destinata a diventare vaporware, c’è motivo di credere che il 2022 sarà un grande anno per gli ascoltabili. Caso in questione: Eargo, un regolare CES dal 2015, sta annunciando Eargo 6. I boccioli sono la sesta iterazione degli apparecchi acustici intelligenti dell’azienda e presentano una nuova tecnologia elegante che regola automaticamente i livelli sonori in movimento.

Gli apparecchi acustici funzionano convertendo il suono raccolto da un microfono in un segnale digitale che viene poi amplificato. Possono anche amplificare determinati suoni, come la tua voce, attenuando anche il rumore di fondo. Gli Eargo sono registrati come an Dispositivo esente da FDA Classe II, il che significa che sono un dispositivo a medio rischio con controlli specializzati.

Dato che questa è la sesta versione dei suoi apparecchi acustici di Eargo, alcuni degli aggiornamenti sono iterativi. Ad esempio, il nuovo Eargo 6 è migliore nel mascherare il rumore di fondo e il “rumore tra le pause nel discorso”. Ha anche una migliore resistenza all’acqua IPX7. E Eargo ha aggiunto una “modalità maschera”, che consente al dispositivo di compensare in modo più accurato il modo in cui le maschere smorzano la voce di chi parla. Ma il grande aggiornamento di quest’anno è una nuova funzionalità che Eargo dubs Sound Adjust.

Sound Adjust si basa sulla funzione Sound Match di Eargo 5, che riproduce suoni in ciascun orecchio a diversi volumi e altezze. Ciò crea un profilo uditivo personalizzato che può essere utilizzato per sintonizzare il dispositivo in base a un ambiente specifico, che si tratti di un ristorante rumoroso o di una riunione. L’unico problema con la funzione Eargo 5 Sound Match era che il test iniziale per creare un profilo uditivo personalizzato richiedeva 8-10 minuti e, se si desidera aggiornare quel profilo, è necessario inserirli nel caricabatterie e attendere fino a cinque minuti . Per regolazioni temporanee in movimento, dovresti estrarre il telefono o toccarti l’orecchio. Eargo afferma che la nuova funzione Sound Adjust si basa su questa tecnologia tramite un algoritmo proprietario per identificare il tuo ambiente senza input da parte dell’utente e quindi modificare automaticamente le impostazioni degli apparecchi acustici. In poche parole, si passa dal manuale all’auto.

Anche se non sono stato in grado di provare l’Eargo 6 di persona, ho potuto vedere una demo su Zoom. Gli auricolari Eargo sono piuttosto piccoli, al punto che non puoi dire se qualcuno ne sta effettivamente indossando uno. Dal momento che non ho potuto provarne uno per me stesso, non sono in grado di dire quanto bene funzioni il dispositivo per qualcuno come me, per non parlare di qualcuno con problemi di udito. Detto questo, il design discreto è notevole. Uno dei motivi principali per cui così tante persone non usano gli apparecchi acustici è che lo stigma sociale legato a indossarne uno. Il Istituto nazionale sulla sordità e altri disturbi della comunicazione ritiene che circa un terzo delle persone di età compresa tra 65 e 74 anni soffra di perdita dell’udito. Ciò sale al 50 percento per gli over 75. Tuttavia, solo il 30 percento delle persone con più di 70 anni che potrebbero trarre beneficio dagli apparecchi acustici ne ha usato uno. Quel numero precipita al 16% per gli adulti di età compresa tra 20 e 69 anni.

Lo ha detto il CEO di Eargo Christian Gormsen Il Verge che l’Eargo 6 è rivolto a persone con ipoacusia da lieve a moderata, un gruppo che finora è stato sottovalutato a causa del complicato processo di acquisto degli apparecchi acustici. Ci sono diversi passaggi coinvolti, incluso un test dell’udito, l’autorizzazione dal medico, un appuntamento con un audiologo e follow-up. Un altro problema è che gli apparecchi acustici sono costosi. Secondo Politica dei consumatori, il costo medio di un apparecchio acustico digitale varia da $ 1.000 a $ 4.000, con il costo più economico tra $ 500 e $ 3.000. Anche i modelli di Eargo sono costosi a $ 2.950 per una coppia (sebbene l’azienda offra un periodo di prova di 45 giorni e finanziamenti e afferma che i clienti ricevono tutti supporto a vita.) Mentre Medicaid e alcune assicurazioni private possono coprire alcuni o tutti i costi, la maggior parte dei piani – Compreso Medicare — generalmente no.

Altri marchi come Nuheara, Unione Oliva, e Signia hanno anche mostrato la loro tecnologia udibile al CES nel corso degli anni. Ma c’è una buona ragione per cui il 2022 potrebbe essere un anno spartiacque per la tecnologia dell’udito. All’inizio di ottobre, la FDA proposto una regola che consentirà alle persone di acquistare apparecchi acustici da banco senza bisogno di un esame medico. La FDA ha anche emesso una guida aggiornata per i prodotti di amplificazione del suono personale (PSAP), dispositivi elettronici che fungono da amplificatori per tutti i suoni. Si prevede che l’agenzia finalizzare quella proposta nei prossimi mesi. Ciò ha enormi implicazioni per l’accessibilità, poiché si prevede che si traduca in prodotti molto più convenienti e riduca il numero di passaggi necessari per ottenere un apparecchio acustico in primo luogo.

Le più grandi aziende tecnologiche hanno anche aggiunto più funzionalità relative all’udito ai loro gadget. A maggio, Bose ha lanciato i suoi apparecchi acustici SoundControl approvati dalla FDA, che non richiedono la visita di un audiologo e costano $ 849,95. Il problema è che sono disponibili solo in cinque stati, anche se Bose ha in programma di distribuire il dispositivo a livello nazionale alla fine. Apple ha anche recentemente aggiunto una nuova funzione di accessibilità Conversation Boost ai suoi AirPods Pro. Samsung ha aggiunto Rilevamento vocale all’inizio del 2021 su Galaxy Buds Pro e Buds 2. La funzione funziona attivando la modalità Ambient Noise di Samsung, consentendo ai suoni del tuo ambiente di filtrare ogni volta che ti identifica mentre parli. L’idea è quella di non dover togliere gli auricolari o cambiare modalità quando si interagisce con le persone.

Finora, il più grande ostacolo nello sviluppo di tecnologie sanitarie innovative è la navigazione nel processo di autorizzazione della FDA. L’esecuzione di sperimentazioni cliniche, sebbene necessaria, richiede risorse a cui le startup più piccole potrebbero non avere accesso. In teoria, consentire gli apparecchi acustici da banco potrebbe non solo garantire un maggiore accesso e autonomia per le persone che ne hanno bisogno, ma anche incoraggiare ulteriori sviluppi nella tecnologia dell’udito.

Allo stesso tempo, gli audiologi hanno sollevato preoccupazioni che gli apparecchi acustici da banco potrebbero causare danni incoraggiando le persone a saltare le valutazioni professionali. Gli apparecchi acustici non sono diagnostici e non possono sostituire completamente le visite mediche. Inoltre, non è un dato di fatto che le preimpostazioni di fabbrica sugli ausili da banco siano efficaci quando l’udito di tutti è unico. L’Accademia Americana di Audiologia posizione ufficiale sulla questione afferma che mentre gli audiologi dovrebbero offrire supporto alle persone che perseguono la tecnologia degli apparecchi acustici da banco, ritiene che i consumatori siano “meglio serviti quando ricevono una valutazione audiologica completa prima dell’uso di qualsiasi apparecchio acustico”. Da parte sua, Eargo afferma di impiegare oltre 40 audiologi autorizzati nel personale per aiutare gli utenti a configurare e personalizzare i propri apparecchi acustici, ma potrebbe non essere il caso di tutte le aziende che decidono di realizzare apparecchi acustici da banco.

Un primo piano delle gemme Eargo 6

Gli auricolari Eargo 6 sono piuttosto piccoli rispetto agli apparecchi acustici tradizionali.
Immagine: Eargo

Questo è un dilemma comune con molti gadget relativi alla salute e la comunità medica sta ancora facendo i conti con come gestire le persone che prendono la propria salute nelle proprie mani. EyeQue Vision Check, vincitore del CES 2019 Innovation Award, è un altro esempio di gadget registrato dalla FDA che consente agli utenti di saltare un test della vista di persona. io testato – e anche se ho ottenuto un paio di occhiali più precisi, la mia vista era ancora notevolmente più sfocata rispetto al paio che ho ricevuto dopo aver finalmente visitato il mio medico. Sebbene alcune misurazioni fossero comparabili, non era l’ideale per qualcuno come me con grave astigmatismo e miopia.

Indipendentemente da come tutto andrà a finire, non c’è nemmeno alcuna garanzia che le aziende dirette al consumatore esistenti come Eargo sceglieranno di prendere la strada da banco. Quando è stato chiesto, la portavoce di Eargo Grace Schwartzstein ha detto Il Verge che stava “aspettando con ansia l’annuncio della FDA” e che avrebbe “pianificato di valutare di conseguenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.