Il nuovo Home Hub di Samsung è la dashboard per la casa intelligente che stavamo chiedendo

Samsung ha presentato il suo primo controller smart home autonomo SmartThings al CES 2022. Il Samsung Home Hub è progettato per essere un luogo centrale in cui una famiglia può controllare e monitorare la propria casa intelligente senza dover acquistare un frigorifero intelligente da $ 4.000.

Sebbene ci siano pochi dettagli preziosi su questo nuovo dispositivo, a parte il fatto che non arriverà ancora negli Stati Uniti e verrà lanciato in Corea nella prima metà del 2022, dall’immagine che abbiamo, sembra buono. Onestamente, sembra il controller per la casa intelligente che vorremmo che Apple, Amazon o Google realizzassero.

Il passaggio dal controllo tramite smartphone della casa intelligente al controllo vocale non è stato facile. Ci sono molte volte in cui è più facile toccare uno schermo per accendere le luci o chiudere la porta sul retro piuttosto che alzare la voce e un’interfaccia semplice e facilmente accessibile per farlo è qualcosa di cui la casa intelligente ha ancora bisogno.

I display intelligenti di Google e Amazon in gran parte non sono riusciti a fornire una dashboard utilizzabile per questo tipo di controllo, richiedendo invece più passaggi e tocchi per ottenere ciò di cui hai bisogno. Questi display cercano anche di essere multitasking in casa, in parte calendario, in parte radio, in parte TV, in parte dispositivo smart home, in parte non riuscendo a fare bene la maggior parte di ciò che tentano.

Caso in questione, il nuovo Echo Show 15 di Amazon, che pensavo sarebbe stata la soluzione che stavo cercando per controllare la mia casa intelligente, da quando ho smontato il vecchio iPad Mini che avevo installato nella mia parete. (Il suo schermo alla fine ha rinunciato al fantasma – si scopre che essere permanentemente collegato e stare seduto verticalmente sul mio muro per quattro anni non è stato un bene per questo.)

Purtroppo, il software dello Show 15 non è all’altezza delle promesse dell’hardware e, sebbene sembri fantastico, la sua interfaccia limitata per il controller della casa intelligente significa che non funzionerà per la mia casa.

Quello che io, e molti come me, vogliamo è un dashboard dedicato per la casa intelligente, qualcosa che abbia scorciatoie per controllare i dispositivi, attivare scene e visualizzare i feed della telecamera dal vivo. Questo non vuol dire che non ci sia spazio per Echo Show e Google Nest Hub che fanno parte di ciò che dovrebbero fare davvero bene. Ma è necessaria un’interfaccia smart home dedicata montata su una parete o installata su un bancone.

Ci sono alcuni tentativi per risolvere questo problema là fuori: il pannello di controllo brillante touchscreen che sostituisce gli interruttori della luce esistenti è una soluzione innovativa che sfrutta il cablaggio esistente di una casa. Ma installare quel sistema in ogni stanza ti costerà un bel soldo e lo schermo è molto più piccolo di un tablet, rendendolo meno intuitivo per tutti gli utenti.

Il frigorifero Samsung Family Hub è dotato di un tablet integrato che funge da controller per la casa intelligente.

Quello che mi piace dell’Home Hub di Samsung finora sono le sue dimensioni, il suo orientamento e la sua potenziale portabilità. Uno schermo verticale è in realtà più utile per il controllo della casa intelligente rispetto a uno orizzontale, poiché in questo modo puoi inserire più icone sullo schermo e idealmente avere un accesso rapido a più controlli. Il supporto per Samsung Home Hub sembra che possa anche tenere lo schermo in orizzontale se lo si preferisce, e sembra tutto abbastanza facile da sollevare e spostare in una stanza diversa quando necessario.

Ho usato il frigorifero intelligente Samsung Family Hub e l’interfaccia di Home Hub è simile. Assomiglia anche in gran parte a una versione esplosa dell’app per smartphone SmartThings di Samsung. C’è una schermata iniziale dei preferiti con i tuoi dispositivi preferiti su di essa e collegamenti alle schermate per accedere a servizi come SmartThings Cooking, una pagina Dispositivi, una pagina Life dove troverai i servizi connessi di Samsung, come Cooking, Clothing Care, Energy, Pet, e Aria, e una pagina Automazioni, oltre a un’intrigante scheda Altro.

Non è il cruscotto della casa intelligente dei miei sogni, ma è un passo nella giusta direzione: un dispositivo dedicato per controllare i molti aspetti della tua casa intelligente che non tenta di fare inutili scherzi di festa ma offre a te e alla tua famiglia un facile modo per accendere e spegnere la casa.

Parlando dei servizi connessi di Samsung, lo SmartThings Energy Service, che monitora il consumo energetico di tutti i dispositivi connessi compatibili e consiglia modi per risparmiare energia in base ai modelli di utilizzo, viene ampliato per includere più prodotti e servizi. Samsung ha anche annunciato partnership all’inizio di quest’anno che consentono il monitoraggio in tempo reale del consumo energetico di tutta la casa nell’app SmartThings. Questo tipo di integrazione dovrebbe consentire ai proprietari di casa di impostare automazioni in base ai costi energetici o agli eventi di risposta alla domanda.

Durante il suo keynote al CES, Samsung ha anche annunciato di essere un membro fondatore della nuova Home Connectivity Alliance (HCA). Fondata nel settembre 2021, l’obiettivo principale di HCA è creare “Interoperabilità da cloud a cloud tra i marchi“, secondo il suo sito web. Il comunicato stampa di Samsung afferma che l’Alleanza aiuterà a “assicurare che avere dispositivi su più marchi non richieda di compromettere la tua esperienza di casa intelligente”.

Samsung fa anche parte di Matter, un nuovo standard per la casa intelligente con obiettivi simili. In questa fase non è chiaro come questa iniziativa si adatterà alla materia. Matter è un protocollo locale, con dispositivi che comunicano principalmente su una rete locale pur consentendo l’accesso IP per connettersi a Internet. Questa nuova alleanza sembra essere focalizzata sull’espansione della connettività tra i servizi basati su cloud. Questo è qualcosa che Samsung ha perseguito in modo più aggressivo da quando ha iniziato a trasferire la sua piattaforma SmartThings da un hub di casa intelligente basato su hardware a un servizio basato su software.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.