Djokovic ha concesso l’esenzione dal vaccino contro il Covid-19 per giocare agli Australian Open


Novak Djokovic, il tennista numero 1 al mondo e il più importante scettico sulla vaccinazione del suo sport, ha detto martedì che avrebbe giocato agli Australian Open di questo mese dopo aver ricevuto un’esenzione medica.

Djokovic, il campione in carica del torneo maschile, ha rivelato i suoi piani in un post sul suo account Instagram insieme a una sua foto con i bagagli sull’asfalto dell’aeroporto. “Sto andando Down Under con un permesso di esenzione”, ha scritto. “Andiamo 2022.”

Confermati gli ufficiali di gara in una dichiarazione martedì che Djokovic aveva ricevuto un’esenzione medica dopo una revisione della sua domanda da parte di due gruppi indipendenti, una procedura che suggerisce fortemente che non rimanga vaccinato.

La partecipazione di Djokovic agli Australian Open, il primo major della stagione tennistica, era in dubbio la scorsa settimana, quando secondo quanto riferito si è ritirato da un evento a Sidney. Djokovic, che ha avuto il Covid, si è costantemente rifiutato di dire se è stato inoculato o se intende esserlo.

Secondo le regole dell’Australian Open, tutti i partecipanti devono essere vaccinati contro il coronavirus o richiedere e ricevere un’esenzione medica da un gruppo di esperti indipendenti.

A dicembre, il padre di Djokovic, Srdjan Djokovic, ha sollevato nuove domande sulla partecipazione di suo figlio e sul suo stato di vaccinazione, quando ha ha suggerito che Djokovic non avrebbe suonato in Australia “sotto questi ricatti e condizioni”.

Questi commenti sono arrivati ​​solo pochi giorni prima che Novak Djokovic fosse nominato come partecipante all’Australian Open dagli organizzatori del torneo quando hanno pubblicato l’elenco degli iscritti per il tabellone principale.

“Il campione in carica Djokovic giocherà per un incredibile decimo trofeo dell’Australian Open – e un record maschile per il ventunesimo titolo di singolare maggiore – e sarà il favorito in un sorteggio che mette in mostra 49 dei primi 50 al mondo”, ha detto il torneo in un dichiarazione annunciando il campo.

Ma Craig Tiley, l’amministratore delegato di Tennis Australia, che ospita il torneo, si è subito mosso per chiarire che l’inclusione di Djokovic nell’elenco degli iscritti non era una conferma che avesse accettato di essere vaccinato, o che gli sarebbe stato permesso di entrare in Australia, il che ha alcuni dei protocolli di coronavirus più severi al mondo per gli stranieri.

“Naturalmente, tutti vanno nella lista degli iscritti”, ha detto Tiley in a intervista televisiva locale al tempo. “Non è un elenco di impegni su chi è esattamente nel sorteggio. Ciò avverrà tra diverse settimane, quando l’elenco effettivo e il sorteggio verranno definiti per gli Australian Open”.

Il sorteggio dell’Open si terrà il 10 gennaio. Il torneo inizia il 17 gennaio.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.