La Francia discute il passaggio del vaccino COVID mentre i legislatori sfidano le minacce | Notizie sulla pandemia di coronavirus


La proposta di legge renderebbe obbligatorio per le persone di età superiore ai 12 anni presentare un certificato di vaccinazione COVID valido per entrare in luoghi di svago come bar e ristoranti.

I legislatori francesi hanno iniziato a discutere un progetto di legge volto a sostituire il pass sanitario COVID francese con un pass per il vaccino, poiché alcuni legislatori del partito di governo hanno affermato che non avrebbero ceduto alle minacce di morte sulla legislazione.

La nuova legge, se approvata, renderebbe obbligatorio per le persone con più di 12 anni presentare un certificato di vaccinazione valido per entrare in luoghi di svago come ristoranti e bar.

I legislatori dovrebbero votare sul disegno di legge più tardi lunedì prima che vada al Senato.

La Francia ha vaccinato il 77% della sua popolazione e sta lanciando colpi di richiamo per combattere la variante Omicron altamente trasmissibile del coronavirus.

Le persone partecipano a una manifestazione indetta dal partito politico francese “Les Patriotes” contro il pass per il vaccino COVID-19 a Parigi, Francia, 3 gennaio 2022. Lo striscione recita “No. Basta propaganda’ [Sarah Meyssonnier/Reuters]

Ma più di quattro milioni di adulti rimangono non vaccinati, tra cui più di un milione di persone di età superiore ai 65 anni.

E per loro, la vita pubblica sarà severamente limitata mentre il governo si affretta a eliminare i vaccini.

Il ministro della Sanità Oliver Veran ha affermato: “Lo scopo di questa legge non è frenare le libertà… ma salvare vite”.

“Espongono principi più elevati, dicono di combattere per la libertà, ma la loro lotta è meschina e non conosce i principi elementari che governano il modo in cui viviamo insieme, come società, anche in questi tempi difficili”, ha detto Veran.

Con il dibattito di lunedì destinato a continuare nella notte, il legislatore di sinistra Jean-Luc Melenchon ha affermato che la proposta di legge creerà una “società totalitaria e autoritaria”.

Nell’affrontare la pandemia, “hai sbagliato su tutto”, ha detto al governo.

‘Non ci arrenderemo’

Nel frattempo, i legislatori del partito di governo francese hanno detto lunedì che non sarebbero stati intimiditi dalle minacce di morte che decine di politici hanno ricevuto per il disegno di legge.

“Non ci arrenderemo”, ha detto al parlamento Yael Braun-Pivet, del partito al governo La Republique en Marche (LREM), riferendosi alle minacce di morte che, secondo lei, avevano ricevuto politici di ogni genere. “È in gioco la nostra democrazia”.

La scorsa settimana, il garage di un legislatore del partito al governo è stato dato alle fiamme, con graffiti di sospetti manifestanti anti-vaccinazione scarabocchiati su un muro adiacente.

La Francia ha registrato fino ad oggi più di 10,2 milioni di casi e quasi 124.000 decessi [File: Julien De Rosa/AFP]

Il ministro dell’Interno Gerald Darmanin ha affermato che la polizia rafforzerà le protezioni per i legislatori dopo che molti, tra cui Barbara Bessot Ballot di Lrem, hanno reso pubbliche minacce di morte.

Ha detto che 52 legislatori hanno ricevuto messaggi che minacciavano di ucciderli per “aver attaccato la nostra libertà”, aggiungendo su Twitter: “Quelle minacce di morte sono inaccettabili”.

La Francia ha visto grandi folle manifestarsi contro il pass sanitario quando è stato introdotto a metà del 2021, ma la partecipazione alle manifestazioni del fine settimana è diminuita con l’aumento dell’accettazione del vaccino.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.