La Cina afferma “cambiamenti positivi” mentre i casi di COVID si attenuano a Xi’an | Notizie sulla pandemia di coronavirus


I nuovi casi nella città bloccata scendono al minimo in una settimana poiché i residenti affrontano l’undicesimo giorno sotto stretto confinamento domiciliare.

I nuovi casi di COVID-19 nella città cinese di Xi’an sono scesi al minimo in una settimana mentre i residenti affrontano il loro undicesimo giorno sotto stretto confinamento domiciliare.

La Cina ha seguito un approccio “zero-COVID” che prevede rigide restrizioni alle frontiere e blocchi rapidi e mirati da quando il virus è emerso per la prima volta in una città centrale alla fine del 2019.

Tuttavia, questa strategia è stata messa sotto pressione nelle ultime settimane con un numero di focolai locali e casi ancora elevati.

Ci sono state 122 nuove infezioni segnalate domenica nella storica città del nord, il valore più basso dal 25 dicembre e in calo rispetto alle 174 di sabato.

Zhang Canyou, dell’agenzia cinese per il controllo delle malattie, ha dichiarato all’emittente statale CCTV che dopo diversi cicli di test a Xi’an e l’imposizione del blocco, hanno iniziato a vedere “alcuni cambiamenti positivi”.

“Apporteremo anche alcune modifiche alle misure di prevenzione e controllo in modo tempestivo”, ha affermato.

Tuttavia, secondo la National Health Commission, sono 16 i pazienti in condizioni “gravi”.

Sebbene bassi rispetto ai numeri altrove, le nuove infezioni negli ultimi giorni hanno raggiunto un massimo che non si vedeva in Cina da marzo 2020.

Dal 9 dicembre sono stati segnalati più di 1.500 casi del ceppo Delta a Xi’an e i funzionari sanitari hanno affermato in una conferenza stampa sabato che due pazienti sono in condizioni critiche.

La Cina non ha riportato decessi per COVID-19 dal gennaio 2021.

I residenti nella zona chiusa di Xi’an hanno detto questa settimana che stavano lottando per trovare cibo a sufficienza e i funzionari locali hanno chiesto ai residenti di esercitare “comprensione e tolleranza” mentre cercano di sistemare le forniture.

Ci sono stati anche sette casi segnalati domenica nella città orientale di Ningbo, dove un piccolo gruppo è stato collegato a una fabbrica di abbigliamento.

Tutti i voli dalla città verso la capitale Pechino sono stati cancellati, secondo i media statali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.