La Cina riapre l’ambasciata in Nicaragua dopo il cambio diplomatico | Notizie di politica


Il ministro degli Esteri nicaraguense Denis Moncada accoglie a Managua funzionari cinesi, tra cui il massimo diplomatico designato da Pechino.

La Cina ha riaperto la sua ambasciata in Nicaragua, poche settimane dopo che il Paese centroamericano ha trasferito il riconoscimento diplomatico da Taiwan a Pechino.

Quel cambiamento è stato una vittoria politica per la Cina, che rivendica Taiwan come parte del suo territorio e ha intensificato la pressione per isolare l’isola autogovernata sulla scena internazionale.

L’annuncio di tre settimane fa lascia Taiwan con solo 14 alleati diplomatici, anche se Taipei rafforza i legami con molti amici occidentali non ufficiali, inclusi gli Stati Uniti.

Il ministro degli Esteri nicaraguense Denis Moncada, parlando a una cerimonia per la riapertura dell’ambasciata, ha dichiarato: “Siete i benvenuti nel nostro Nicaragua… con la certezza che entrambi i paesi hanno davanti a noi un futuro di successi e vittorie nelle nostre relazioni fraterne”.

La nuova ambasciata cinese sarà agli ordini di Yu Bu, che l’ha inaugurata alla cerimonia con Moncada e altri funzionari tra cui Laureano Ortega, figlio e consigliere del presidente Daniel Ortega.

Venerdì, in un incontro virtuale con Moncada, il consigliere di Stato cinese e ministro degli Esteri Wang Yi ha affermato che Pechino accoglie con favore e apprezza la giusta decisione presa dal Nicaragua.

Il tempo e le condizioni erano tutti lì perché accadesse, secondo Wang citato dal China Daily.

La Cina ha passato decenni a incoraggiare gli alleati diplomatici in calo di Taiwan a cambiare schieramento, inclusi altri tre in America Latina negli ultimi anni: Panama, El Salvador e Repubblica Dominicana.

Il 9 dicembre, l’amministrazione Ortega ha annunciato che il Nicaragua stava seguendo l’esempio.

“La Repubblica popolare cinese è l’unico governo legittimo che rappresenta tutta la Cina e Taiwan è una parte inalienabile del territorio cinese”, ha affermato Moncada all’epoca.

Un marxista infuocato in gioventù, Ortega ha governato il Nicaragua dal 1979 al 1990.

In precedenza aveva cambiato il riconoscimento in Cina nel 1985, ma un successore, Violeta Chamorro, lo ha cambiato cinque anni dopo.

Il ripristino dei legami con la Cina arriva mentre gli Stati Uniti e l’Unione europea intensificano le sanzioni contro il Nicaragua. Ortega ha vinto un quarto mandato a novembre alle elezioni in cui i suoi principali rivali erano in carcere.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.