Funzionari statunitensi chiedono ad AT&T e Verizon un altro ritardo del 5G per proteggere gli aerei

Funzionari statunitensi hanno chiesto ad AT&T e Verizon di ritardare ulteriormente le nuove implementazioni del 5G in modo che la Federal Aviation Administration possa avere più tempo per determinare dove potrebbero interferire con le compagnie aeree. Il segretario ai trasporti degli Stati Uniti Pete Buttigieg e l’amministratore della FAA Steve Dickson hanno inviato una lettera agli amministratori delegati delle due telecomunicazioni venerdì chiedendo un ritardo di “non più di due settimane”. secondo Reuters.

AT&T e Verizon avevano già ritardato queste implementazioni di un mese a causa delle preoccupazioni dei regolatori e di conseguenza avevano pianificato di iniziare il lancio il 5 gennaio. Le due telecomunicazioni ora raccontare Insider stanno esaminando l’ultima richiesta per un ulteriore ritardo. Buttigieg e Dickson scrivono che, anche con un ulteriore ritardo, si aspettano che l’implementazione del 5G inizi a gennaio “con alcune eccezioni intorno agli aeroporti prioritari”.

Le due telecomunicazioni sono ansiose di iniziare a distribuire il nuovo spettro 5G che hanno acquistato all’inizio del 2021, che utilizza le cosiddette frequenze in banda C. Quelle frequenze dello spettro consentono alle onde radio di raggiungere un punto debole tra le alte velocità e le lunghe distanze, consentendo implementazioni 5G a velocità più elevate rispetto a quelle che lo spettro LTE tradizionale può raggiungere, senza le soffocanti limitazioni di distanza che derivano dall’onda millimetrica 5G. Ottenere queste implementazioni è un passaggio fondamentale per AT&T e Verizon per rendere il 5G un aggiornamento utile e rimanere competitivi con T-Mobile, che ha già iniziato a distribuire proprio spettro simile.

I funzionari sono preoccupati che le frequenze in banda C possano interferire con gli altimetri e impedire l’uso di sistemi di atterraggio guidato destinati a periodi di scarsa visibilità, minacciando la sicurezza degli aerei. Il 7 dicembre, la FAA è arrivata al punto di dire ai piloti che non sarebbero stati in grado di utilizzare quei sistemi di atterraggio guidato e automatico negli aeroporti dove si ritiene che ci siano interferenze, che potrebbero teoricamente portare a molti ritardi dei voli.

Buttigieg e Dickson vogliono identificare “aeroporti prioritari” e strategie di mitigazione in modo che la maggior parte degli aerei commerciali di grandi dimensioni possa “operare in sicurezza in tutte le condizioni”. Alcune proposte ruotano attorno alla collocazione di “zone cuscinetto” 5G intorno agli aeroporti, secondo Il giornale di Wall Street.

AT&T e Verizon sono piuttosto scontenti dei ritardi. Venerdì, le società hanno accusato l’industria aerospaziale di tenere “ostaggio” il dispiegamento a meno che non abbiano coperto il costo degli aggiornamenti dell’altimetro. Verizon è anche entrato nel settore delle compagnie aeree, dicendo Insider, “Questo settore che ha ottenuto un salvataggio governativo di 54 miliardi di dollari finanziato dai contribuenti negli ultimi due anni ha chiaramente problemi molto più grandi di cui preoccuparsi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.