Google ha sospeso gli aggiornamenti di Pixel 6 e 6 Pro, riproverà a gennaio

Il lancio del primo importante aggiornamento per Pixel 6 e Pixel 6 Pro di Google è stato lento e afflitto da segnalazioni di problemi. Ora la società afferma di aver sospeso il rilascio dell’aggiornamento di dicembre 2021 per indagare sulle segnalazioni di interruzione e disconnessione delle chiamate.

La notizia è arrivata in un post sui forum di assistenza di Google (attraverso Droid-Life) che dice che una nuova versione con tutte le funzionalità annunciate in precedenza e una correzione per il problema di disconnessione dovrebbe essere pronta entro la fine di gennaio. Se non riscontri alcun problema, puoi continuare a utilizzare il nuovo software per ora, ma per coloro che sono affetti da problemi di connessione, Google suggerisce solo il ripristino e il ripristino delle impostazioni di fabbrica del dispositivo come opzione.

Ciao Comunità Pixel,

Il team di Pixel ha sospeso l’aggiornamento del software di dicembre per i dispositivi Pixel 6 e Pixel 6 Pro dopo che alcuni utenti hanno segnalato che le chiamate si interrompevano o si disconnettevano. Ora abbiamo identificato una correzione che verrà implementata in un aggiornamento software entro la fine di gennaio. Questo aggiornamento includerà anche tutte le correzioni e i miglioramenti originariamente pianificati a dicembre. Se hai ricevuto l’aggiornamento software di dicembre su Pixel 6 o Pixel 6 Pro e riscontri ancora problemi di connettività mobile, puoi ripristinare la versione software precedente utilizzando lo strumento Flash di Android (flash.android.com) ed eseguendo un ripristino delle impostazioni di fabbrica. Eseguire il backup del telefono prima di ripristinare la versione software precedente. Se non si verificano problemi di connettività mobile, non è richiesta alcuna azione. Ci scusiamo sinceramente per l’inconveniente e apprezziamo la tua pazienza mentre implementiamo la correzione.

Il tuo gestore della community Pixel,

Camille

L’aggiornamento di dicembre stava già racchiudendo una lunga lista di correzioni tanto attese e una rapida ricarica wireless da 23 W con Pixel Stand 2. Includeva anche nuove funzionalità come l’integrazione Snapchat “Quick Tap to Snap” che Google ha propagandato durante il lancio del telefono, oltre alla chiave digitale dell’auto supporto e condivisione di file per il chip a banda ultralarga di Pixel 6 Pro. Ora la maggior parte dei possessori degli ultimi telefoni di punta di Google dovrà aspettare un po’ più a lungo (o rischiare l’aggiornamento manuale con la patch difettosa disponibile) prima di provare tutte le novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.