Il Bahrain nomina il primo ambasciatore in Siria in oltre un decennio | Notizie sulla guerra in Siria


Gli stati arabi del Golfo hanno declassato o chiuso le missioni a Damasco dopo che il governo siriano ha usato la forza contro le proteste del 2011 che si sono trasformate in una guerra.

Il Bahrain ha nominato il suo primo ambasciatore a Damasco da quando ha declassato i legami all’inizio del conflitto in Siria.

La nomina di Waheed Mubarak Sayyar, riportata giovedì dall’agenzia di stampa statale del Bahrain BNA, fa parte di un cambiamento diplomatico in Medio Oriente mentre un numero crescente di paesi arabi rianima i legami con il presidente Bashar al-Assad.

Gli stati arabi del Golfo hanno declassato o chiuso le loro missioni a Damasco dopo che il governo siriano ha usato la forza contro le proteste del 2011 che si sono trasformate in una guerra.

Il Bahrain ha affermato che la sua ambasciata e la missione diplomatica siriana a Manama sono rimaste operative.

Il mese scorso, gli Emirati Arabi Uniti, che hanno riaperto la loro missione a Damasco alla fine del 2018, hanno inviato il proprio ministro degli esteri a Damasco dove ha incontrato al-Assad. Ha chiesto la riammissione della Siria nella Lega araba.

Abu Dhabi ha iniziato a impegnarsi nuovamente con Damasco dopo che l’esercito siriano ha ottenuto una serie di vittorie militari chiave con l’aiuto di Russia e Iran.

Gli Emirati Arabi Uniti sono stati uno dei numerosi stati regionali a sostenere i gruppi ribelli in Siria, insieme all’Arabia Saudita e al Qatar, che non hanno ristabilito i legami con Damasco.

L’anno scorso l’Oman è diventato il primo stato del Golfo a reintegrare un ambasciatore in Siria.

La maggior parte dei paesi del Golfo, in contrasto con il rivale regionale e la potenza sciita Iran, cercano legami più caldi con Damasco, sperando di staccarlo dall’influenza di Teheran.

L’Iran è un tradizionale alleato della Siria e ha inviato consiglieri e risorse per sostenere al-Assad durante il conflitto scoppiato nel marzo 2011.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.