SenseTime IPO ottiene una fortuna da 3,4 miliardi di dollari al professore cinese | Tecnologia


Tang Xiao’ou diventerà una delle persone più ricche del mondo in seguito alla quotazione di una controversa azienda tecnologica.

Poche settimane dopo che gli Stati Uniti hanno inserito un’unità di SenseTime Group Inc. su una lista nera per presunte violazioni dei diritti umani, l’azienda sta per rendere il fondatore Tang Xiao’ou una delle persone più ricche del mondo.

La più grande azienda cinese di intelligenza artificiale ha fissato il prezzo della sua offerta pubblica iniziale a 3,85 dollari di Hong Kong (49 centesimi) per azione, raccogliendo 5,55 miliardi di dollari.

Questo era il fondo della gamma prevista, ma un segnale che nonostante le crescenti tensioni con gli Stati Uniti e la repressione di Pechino sui giganti della tecnologia, il paese, compreso il suo vasto apparato di sorveglianza, continua a sfornare enormi fortune e enormi guadagni per i venture capitalist.

Tang, 53 anni, laureato al Massachusetts Institute of Technology e professore di ingegneria dell’informazione presso l’Università cinese di Hong Kong, detiene una quota del 21% nella società e ha un valore di 3,4 miliardi di dollari, secondo il Bloomberg Billionaires Index.

Un rappresentante di SenseTime ha rifiutato di commentare il patrimonio netto di Tang.

Ci si aspettava da tempo che SenseTime fosse un’offerta pubblica di successo, ma negli ultimi anni ha suscitato scalpore. È stato costretto a ritardare la quotazione questo mese dopo che gli Stati Uniti hanno affermato che il software di riconoscimento facciale della società è stato utilizzato nell’oppressione dei musulmani uiguri nella regione autonoma dello Xinjiang, nella Cina occidentale. SenseTime ha affermato che le accuse, che hanno portato alle sanzioni, sono infondate.

SenseTime è la prima offerta all’estero di un unicorno tecnologico cinese di alto profilo da quando l’IPO di luglio di Didi Global Inc. a New York ha scatenato un contraccolpo normativo da parte dei funzionari di Pechino. Le azioni dovrebbero iniziare a essere negoziate il 30 dicembre a Hong Kong, dando alla società un valore di mercato di oltre $ 16 miliardi.

Tang è stato a lungo coinvolto nello sviluppo dell’intelligenza artificiale necessaria per il riconoscimento facciale.

Ha conseguito la laurea presso l’Università della Scienza e della Tecnologia della Cina, quindi si è laureato all’Università di Rochester a New York e ha conseguito il dottorato di ricerca al MIT nel 1996, dove ha studiato robotica subacquea e visione artificiale.

Ha lavorato per Microsoft Research Asia per alcuni anni e ha co-fondato SenseTime con sede a Shanghai nel 2014 con Xu Li, allora ricercatore presso il produttore di computer cinese Lenovo Group Ltd. La società ha attirato i primi investimenti da IDG Capital e poi ha raccolto sostenitori tra cui SoftBank Group Corp., Alibaba Group Holding Ltd. e Silver Lake.

“Fattore sanzionatorio”

Ora è la più grande azienda di software di intelligenza artificiale in Asia con una quota di mercato dell’11%, secondo il prospetto. La tecnologia viene implementata in una vasta gamma di aree, tra cui l’assistenza alla polizia in Cina, la fornitura di posizionamenti di prodotti nei film e la creazione di una scena di realtà aumentata in un gioco per cellulare di Tencent Holdings Ltd.

SenseTime ha rilanciato il suo processo di IPO giorni dopo la lista nera con un gruppo di investitori fondamentali che hanno aumentato le loro scommesse a $ 512 milioni da $ 450 milioni. Questi includevano il fondo di riforma della proprietà mista sostenuto dallo stato e la Shanghai Xuhui Capital Investment Co.

La società ha successivamente caricato un parere legale sulla borsa di Hong Kong, sostenendo che le restrizioni non si applicavano alla società madre dell’unità sanzionata. Sebbene la dimensione dell’offerta sia rimasta la stessa, gli investitori al dettaglio secondo quanto riferito hanno espresso maggiore cautela.

“Ha senso che gli investitori al dettaglio che cercano guadagni a breve termine siano diventati meno entusiasti del fattore sanzionatorio”, ha affermato Kenny Ng, stratega di Everbright Sun Hung Kai. “Soprattutto perché il mercato azionario complessivo di Hong Kong non sta andando bene ultimamente”.

Le entrate di SenseTime sono aumentate del 14% lo scorso anno a $ 3,4 miliardi di yuan (534 milioni di dollari), sebbene abbia comunque registrato una perdita operativa di 1,8 miliardi di yuan.

“Le aziende tecnologiche in una fase iniziale devono ancora investire di più in ricerca e sviluppo per mantenere la loro tecnologia competitiva”, ha affermato Ng. “Per SenseTime, mantenere una crescita stabile del reddito è più importante che diventare redditizi a breve termine”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.