Almeno 20 morti per inondazioni nello stato brasiliano di Bahia | Notizie sulle inondazioni


“Stiamo vivendo il peggior disastro che si sia mai verificato nella storia di Bahia”, ha detto il governatore dello stato.

Almeno 20 persone sono state uccise nelle inondazioni nel nord-est del Brasile, hanno detto lunedì funzionari locali, mentre la regione si preparava per ulteriori piogge.

Sede di circa 15 milioni di persone, settimane di inondazioni intermittenti si sono intensificate nello stato di Bahia negli ultimi due giorni dopo il crollo di un paio di dighe, facendo precipitare i residenti.

“Sfortunatamente, stiamo vivendo il peggior disastro che si sia mai verificato nella storia di Bahia”, ha detto lunedì su Twitter il governatore dello stato, Rui Costa, aggiungendo che 72 comuni di Bahia sono in stato di emergenza.

Squadre di soccorritori stanno cercando di trasportare rifornimenti e portare cure mediche alle vittime, ha anche affermato il governatore, ma i danni a ponti e autostrade hanno reso questi sforzi più difficili.

Le due dighe crollate nel fine settimana si trovavano nelle città di Jussiape e Itambe.

I soccorritori hanno pattugliato in piccoli gommoni intorno alla città di Itabuna, strappando i residenti dalle loro case, compresi alcuni che sono fuggiti dalle finestre del secondo piano.

Manfredo Santana, portavoce dei vigili del fuoco di Bahia, ha detto lunedì all’agenzia di stampa Reuters che i soccorritori hanno salvato 200 persone in tre città. Le forti correnti del fiume Cachoeira in piena hanno complicato i soccorsi.

“È difficile da manovrare anche con le moto d’acqua”, ha detto. “Le squadre di soccorso hanno dovuto ritirarsi in determinati momenti”.

L’agenzia di protezione civile di Bahia ha dichiarato lunedì pomeriggio che 20 persone sono morte a causa delle inondazioni in 11 diversi comuni.

Il governo dello stato ha dichiarato il giorno prima che più di 16.000 persone sono rimaste senza casa a causa dell’inondazione.

In un intervento televisivo, Costa ha attribuito le scene caotiche in parte a “errori commessi nel corso degli anni”.

Il giornale O Globo, citando un funzionario statale dei vigili del fuoco, ha riferito che le autorità stanno monitorando altre 10 dighe per eventuali segni di crollo.

Il controllo delle infrastrutture pubbliche e della pianificazione urbana arriva solo pochi anni dopo che il crollo di una diga mineraria nel vicino stato di Minas Gerais ha ucciso circa 270 persone.

Una task force governativa composta da vigili del fuoco militari e polizia è stata istituita nelle aree gravemente colpite di Bahia per aiutare a rispondere al disastro.

Nella capitale dello stato del Salvador, i funzionari meteorologici hanno affermato che le precipitazioni di dicembre sono state sei volte superiori alla media.

Le forti piogge coincidono con La Nina, un fenomeno meteorologico che si verifica in genere ogni tre o cinque anni e porta a temperature dell’Oceano Pacifico più fresche del normale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.