Come fare un colpo alla testa elegante e professionale con il tuo telefono

Larrow consiglia inoltre di scattare la stessa foto per 15 minuti al giorno per una o due settimane, combinando queste sessioni in mezz’ora a giorni alterni, se necessario. Il consiglio che ha dato agli amici trans che stanno attraversando una fase di transizione e stanno cercando di capire come posare e fotografarsi è utile per chiunque: trova un pezzo di luce interessante e studiaci dentro. Prova le cose e chiediti cosa sta trasmettendo la tua immagine.

Trova lo sfondo giusto

Non hai bisogno di uno studio fotografico di lusso. Un po’ di creatività può fare molto. “Scatto il 99% dei miei autoritratti nella mia camera da letto, installando il mio supporto per fondali da $ 19 che ho acquistato su Amazon, appendendoci sopra un lenzuolo bianco e divertendomi”, afferma Silva.

Gli piace anche fare scorta di colore, andando nei negozi di tessuti ogni pochi mesi per raccogliere capi che lo ispirano. Consiglia di acquistare pezzi larghi circa 1 metro e lunghi 2 o 3 metri. Non sono solo più economici di un rotolo di fondale di carta senza cuciture da 9 piedi, ma occupano meno spazio di archiviazione.

Se hai i capelli scuri, dice Larrow, usa uno sfondo di colore chiaro. Altrimenti, ci sono buone probabilità che i tuoi capelli si mescolino in secondo piano. Se indossi colori vivaci, è meglio portare te stesso (e il tuo selfie) all’esterno piuttosto che scattare all’interno contro un muro bianco, dove “la luce lo rifletterà, come una giacca gialla illuminante sulla tua pelle”.

Dörr è anche un grande fan dei ritratti all’aperto. “Sono affascinata dai colori e dalle forme della natura e sento che la figura umana, o il ritratto, ottiene un ulteriore livello di rappresentazione cognitiva quando sono entrambi insieme”, afferma. “Si completano a vicenda”.

Se sei un amante della natura, l’aria aperta potrebbe essere l’ambiente ideale per un colpo alla testa professionale: assicurati solo che non ci siano alberi che sporgono dalla parte superiore della tua testa.

Karah Mew, in stile documentaristico fotografo ritrattista a Portsmouth, in Inghilterra, consiglia di utilizzare ambienti contestuali. Se stai cercando un’atmosfera aziendale, ad esempio, potresti voler girare in un ufficio. Se sei un artista, suggerisce di utilizzare uno spazio studio.

Indossa qualcosa di classico e conosci i tuoi colori

La tua pelle ha? sottotoni caldi, freddi o neutri? Se non conosci la risposta, scopri quali colori (per lo sfondo, i vestiti o il trucco) ti stanno bene. Una scorciatoia: guarda le tue vene. Se sembrano verdastri, potresti avere sfumature calde. Se appaiono blu o violacee, probabilmente hai sfumature più fredde. Se è difficile da dire, il tuo sottotono potrebbe essere neutro. I sottotoni caldi stanno bene nei rossi, gialli, dorati e nei toni caldi della terra come il marrone e il sabbia. Le sfumature fredde stanno bene in blu, viola, argento e toni freddi della terra come il grigio. I toni neutri possono indossare quasi tutto, ma i fotografi generalmente consigliano alle persone di evitare il nero, il bianco, i motivi e i colori super luminosi negli scatti alla testa, perché possono essere difficili da esporre e distrarre l’occhio. (Il rosso acceso è notoriamente uno dei colori più difficili da fotografare, spesso apparendo troppo vivido e troppo saturo.) Se vuoi andare sul sicuro, scegli colori più chiari e tenui e toni della terra.

Lo stile è molto personale, ma se il tuo obiettivo è creare un ritratto versatile che non sembrerà datato entro il prossimo anno, scegli qualcosa di senza tempo, come una T tascabile a tinta unita, il must di Silva. Dörr, che predilige abiti classici e senza tempo, è d’accordo. “Sii semplice”, dice.

Controlla le impostazioni della fotocamera

Prima di iniziare a scattare, scegli la qualità dell’immagine più alta possibile, una che ti dia maggiori dettagli e flessibilità quando devi ritagliare e modificare. Alcuni smartphone includono un’impostazione del formato RAW, che si traduce in enormi file non compressi. I fotografi lo preferiscono, perché consente loro un maggiore controllo sull’immagine finale. Lo svantaggio è che le immagini RAW richiedono più modifiche. Se sei a tuo agio con la post-elaborazione, incluso come esportare le immagini in JPEG, i file RAW sono la soluzione migliore.

Se disponi di un’impostazione manuale del bilanciamento del bianco sulla fotocamera, regolala prima di iniziare guardando gli oggetti bianchi nel mirino. Potrebbero apparire troppo caldi o troppo freddi, il che può influire anche sul tono della pelle.

Usa un treppiede

Tenere il telefono, in stile selfie, va bene per un’istantanea, ma per un autoritratto otterrai risultati migliori senza il tuo braccio di mezzo. Un monopiede (noto anche come selfie stick) ti consente di allontanare la fotocamera, mantenendo le braccia più vicine al corpo. La soluzione migliore è un treppiede o un supporto per foto, anche se Silva ha appoggiato il telefono su un davanzale usando una bottiglia d’acqua o l’ha posizionato nell’angolo di un albero. Il trucco del treppiede di Larrow consiste nel mettere un telefono su una pila di libri sopra un tavolo, assicurandosi che sia con un angolo di 90 gradi e all’incirca all’altezza degli occhi. “Avere la fotocamera troppo bassa ti farà sembrare davvero grande, e averla troppo alta ti sembrerà un Myspace del 2004”, dice. “È solo una strana prospettiva.”

Se non hai un treppiede, chiedi a qualcun altro di tenere la fotocamera e scattare, ma sii chiaro su ciò che vuoi nell’inquadratura. È anche intelligente contrassegnare il tuo punto con del nastro adesivo in modo da essere sempre centrato mentre provi diverse posizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.