RadioShack sta lanciando un mercato crittografico per “la vecchia generazione”

RadioShack, il venerabile rivenditore rilanciato come marchio incentrato sull’online nel 2020, ora vuole tracciare un futuro come scambio di criptovalute. All’inizio di questa settimana, la società ha annunciato RadioShack DeFi (abbreviazione di “finanza decentralizzata”), un mercato in cui le persone possono scambiare i token RADIO appena annunciati come alternativa a uno scambio centralizzato come Coinbase. Inoltre, RadioShack insiste sul fatto che è posizionato in modo univoco per prendere il mainstream della criptovaluta – affermando che “RadioShack, e solo RadioShack, possono colmare il divario e ‘attraversare il baratro’ dell’utilizzo mainstream per la criptovaluta.”

L’argomento di RadioShack è fondamentalmente che, essendo un marchio molto vecchio, è pronto a vendere vecchi CEO su criptovaluta. “Troppi [cryptocurrency companies] focalizzato sulla speculazione e non abbastanza sul far sentire a proprio agio il cliente “vecchia scuola””, afferma il sito Web della società, sostenendo che il CEO aziendale medio “decisionale” ha 68 anni. “La vecchia generazione semplicemente non si fida delle idee nuove di zecca dei giovani Bitcoin”, in particolare non “adulti che sono particolarmente autoritari, intelligenti e colti (vale a dire, i CEO che RadioShack cerca di corteggiare).” La sua società madre, Retail Ecommerce Ventures, possiede anche una varietà di altri marchi come Pier 1 Imports e Dressbarn, e RadioShack specula sulla possibilità che un marchio come Pier 1 lanci il proprio token attraverso il sistema di RadioShack.

Se vuoi leggere della strategia di RadioShack, c’è un serie di pagine spiegando il sistema, che si basa su un protocollo chiamato Atlas USV. decifrare approfondisce anche di più nelle parti dietro il trasloco. RadioShack è noto come marchio di consumo, ma qui l’obiettivo generale è diventare una piattaforma che altre aziende (RadioShack cita Louis Vuitton, Starbucks e Mercedes-Benz) utilizzano per gestire i propri progetti di finanziamento distribuito. Puoi unirti a una lista d’attesa per essere avvisato quando il token RADIO viene lanciato.

Il lancio segue uno schema di marchi travagliati ma noti che si spostano verso la criptovaluta. Nel 2018 la società di fotocamere Kodak ha annunciato KodakCoin, che avrebbe dovuto far parte di una piattaforma di gestione dei diritti basata su blockchain per i fotografi. (Questo è distinto dalla macchina per il mining di criptovaluta Kodak non autorizzata mostrato quello stesso anno.) Il New York Times domande sollevate sulla moneta e sulla sua piattaforma correlata, e Kodak sembra avere abbassalo in silenzio.

RadioShack ha un piano un po’ più chiaro per il suo progetto. Il suo sito è particolarmente a corto di ragioni per cui l’attuale o ex cliente RadioShack medio dovrebbe voler utilizzare la criptovaluta. Ma per ora, l’obiettivo è apparentemente quello di ottenere Altro società a bordo operando con un nome noto. Oppure, come dice RadioShack, “il marchio è decisamente integrato nella coscienza globale – maturo per essere ruotato per aprire la strada alla tecnologia blockchain per l’adozione mainstream da parte di altri grandi marchi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.